PASSO FALSO

La Errani e la Vinci salutano il torneo di Acapulco dopo le sconfitte inaspettate contro la Gallovits e la Pous Tio. Venus approda ai quarti della manifestazione messicana insieme a tutte le altre favorite
giovedì, 25 Febbraio 2010

Acapulco (Messico) 25 febbraio 2010 – Quando si dice che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. I match di secondo turno di Sara Errani e Roberta Vinci sulla terra battuta di Acapulco si sono rivelati più duri del previsto e contro ogni pronostico le italiane sono state estromesse dalla kermesse centroamericana, già orfana in campo maschile di Fognini e Starace. Contro la consolidata tradizione però, a prendersi la tirata d’orecchi questa volta non sono i soliti sgangherati maschietti (accoppiati dall’infausta urna messicana ai terribili Verdasco e Ferrer), ma le gagliardi rappresentanti in “gonnella” del nostro tennis, fonti spesso di grandi soddisfazioni. Non in quest’occasione, perché a estromettere Errani e Vinci dal torneo da 220.000$ di prize money sono state due carneadi rispondenti al nome di Edina Gallovits (n.164 del ranking) e Laura Pous Tio (n.399).

Roberta in panne. Se nel primo turno la Vinci si era dovuta tirar fuori con  fatica dalle acque paludose in cui l’aveva infilata la Parra Santonja, oggi la tarantina nella marana ci è entrata fino al collo, finendo per sprofondare sotto i colpi di una semisconosciuta 25enne di Granollers, al secolo Laura Pous Tio. L’iberica proveniente dalle qualificazioni ha incartato la n.57 del ranking già dai primi punti dell’incontro, in cui la testa di serie n.7 del seeding è stata sempre costretta a inseguire. Non potendo contare su un servizio in grande spolvero (è un eufemismo, dato che la pugliese ha tenuto la battuta solo 3 volte su 9) né di una condizione atletica al top, Roberta non è mai riuscita ad arginare il tennis dell’avversaria (nel 2005 n.75 del mondo) che ha chiuso con lo score di 6/3 6/2 dopo 59 minuti di gioco.

Sara, stavolta la grinta non basta. Sara Errani  ha lottato per due ore e quaranta minuti contro Edina Gallovits, ma ad approdare ai quarti di finale del torneo di Acapulco è la romena, vincente con lo score di 6/4 5/7 6/4. Le due non si incontravano dal 2006, quando sulla terra rossa di Martina Franca la bolognese si impose con un netto 6/2 6/4. Dopo quattro anni l’unica cosa a non cambiare, purtroppo per i nostri colori, è la superficie. La testa di serie n.6 del tabellone e la nativa di Timisoara si sono equivalse per tutto l’arco dell’incontro. Rapide e veloci negli spostamenti, le due hanno impostato la partita sugli scambi da fondo, finendo per trasformare il match in lotta serrata su ogni punto. L’equilibrio dei primi due set è continuato anche nel parziale decisivo, dove però Sara non ha mai messo il naso davanti. Sul 4-5 e servizio la bolognese si è trovata infine a fronteggiare 4 match point, l’ultimo dei quali si è rivelato fatale. Dopo un incontro così combattuto la Errani può uscire dal campo a testa alta, ma le lacune palesate quest’oggi con la seconda di servizio (0% di punti realizzati) rappresentano un handicap troppo ingombrante sul quale è bene mettersi al lavoro il prima possibile.

Le altre teste di serie vanno avanti. A conti fatti, gli unici due risultati a sorpresa della terza giornata del torneo messicano sono quelli di Errani e Vinci. Le altre favorite hanno infatti avuto pochi problemi a qualificarsi per i quarti di finale della manifestazione “combined”. Con un doppio 6/4 Venus Williams ha sbrigato la pratica Kaia Kanepi, che ha tenuto sul campo la testa di serie n.1 del seeding per quasi due ore di gioco. “So che su questa superficie devo restare sempre molto concentrata – ha dichiarato la Venere Nera – ed ero consapevole che contro Kaia dovevo chiudere la partita il più presto possibile. Sono contenta di non essere andata al terzo“.Gisela Dulko (n.3) ha domato Barbora Zahlavova Strycov con il punteggio di 7/5 6/1. Compito agevole anche per la n.8 Polona Hercog, impostasi su Alize Cornet per 6/2 6/4.E’ invece finita al terzo set la partita fra Catalina Castano e Carla Suarez Navarro, vincente per 6/1 4/6 6/2.

Ecco il tabellone di Acapulco


Nessun Commento per “PASSO FALSO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.