PAT CASH CRITICA FEDERER: “QUEL MEDICAL TIME-OUT E’ STATO UN IMBROGLIO”

Il campione di Wimbledon del 1987, riguardo alla "pausa" presa tra la fine del quarto e l'inizio del quinto set della finale degli Australian Open, ha attaccato lo svizzero, che però ha replicato immediatamente

TENNIS – Il trionfo di Roger Federer agli Australian Open ha segnato uno dei momenti più speciali della storia del tennis, ma nonostante la fantastica impresa confezionata dallo svizzero, tornato a vincere uno Slam (il diciottesimo della sua strabiliante carriera) a trentacinque anni suonati e a distanza di quasi cinque dall’ultimo, c’è chi è uscito dal coro degli applausi per muovergli una critica piuttosto pesante.

Pat Cash infatti, parlando alla BBC, ha definito un “imbroglio” il medical time-out chiamato da Federer alla fine del quarto set dell’ormai già epica finale contro Nadal, e non ha usato mezzi termini per dire la sua riguardo a quel preciso momento. “E’ stato come imbrogliare – ha affermato il campione di Wimbledon del 1987 – e anche se è una cosa permessa dal regolamento, rimane lo stesso ingiusta”.

Ma la replica di Roger Federer, che aveva usufruito di un medical time-out anche alla fine del quarto set della semifinale giocata e vinta contro Stan Wawrinka, non si è fatta attendere. “Ho avuto problemi all’inguine fin dal match di secondo turno con Noah Rubin – ha dichiarato lo svizzero – e sono stato felice di essere riuscito a completare l’incontro nonostante il dolore, anche perché ho evitato di allungare la sfida al quarto set e questo è stato molto importante.

Poi – ha proseguito Federer – nella semifinale contro Stan l’inguine mi faceva male da entrambi i lati fin dall’inizio della partita, e a metà del secondo set ho sentito un fastidio anche al quadricipite. Così mi sono detto semplicemente che il regolamento mi avrebbe permesso di usufruire dell’intervento del medico, e l’ho fatto, tutto qui.

Sono il primo – ha quindi concluso Roger – ad aver sempre pensato che non bisogna abusare dei medical time-out, e i venti anni in cui sono stato nel circuito mondiale ne sono la prova, su questo non c’è alcun tipo id dubbio. Contro Stan in semifinale e contro Rafa in finale ho solo utilizzato una regola che mi permetteva di avere qualche trattamento fisico, anche perché si trattava della terza partita in pochi giorni in cui andavo al quinto set, per cui ritengo che una critica del genere sia del tutto esagerata e fuori luogo”.

(Nella foto Pat Cash – www.zimbio.com)

 


Nessun Commento per “PAT CASH CRITICA FEDERER: "QUEL MEDICAL TIME-OUT E' STATO UN IMBROGLIO"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.