PATRICK RAFTER SARA’ IL NUOVO DIRETTORE DI TENNIS AUSTRALIA

La Federazione Australiana ha deciso di mettere Patrick Rafter a capo del progetto "Tennis Australia" per scovare nuovi talenti del tennis.

Tennis – Se si parla di talenti, di come scovare, far crescere e vincere i futuri tennisti australiani, la scelta sembra più che giusta: d’ora in poi Patrick Rafter avrà il compito di gestire il vivaio tennistico australiano. Il progetto “Tennis Australia” mira a individuare e valorizzare i giovani talenti del tennis australiano.

La scuola tennistica australiana è stata da sempre una fucina capace di sfornare grandi talenti come, appunto, Rafter, ma anche il vecchio Rusty Llayton Hewitt, il celebre Lod Laver, il folcloristico Pat Cash, senza dimenticare vecchie glorie come Jack Crawford e Ken Rosewall e con un occhio di riguardo verso il 6 volte vincitore degli Australian Open, Roy Emerson (1961, 1963, 1964, 1965, 1966, 1967). A Rafter, dunque, spetterà un incarico delicato ed importante, l’attuale capitano di Coppa Davis ed il  due volte campione degli US Open, sarà il responsabile per lo sviluppo dei giocatori. Sarà la prima vera incursione significativa di Rafter nell’amministrazione del tennis: dal campo alla scrivania passando attraverso la panchina (di Coppa Davids), un cammino davvero niente male.

L’Australia ha diverse giovani promesse: Nick Kyrgios,19enne naturalizzato australiano e capace in un anno e mezzo di passare dalla millesima posizione a numero 51 del ranking dopo aver sconfitto Nadal a Wimbledon e ottenuto buoni risultati nel circuito maggiore. Il 22enne Bernard Tomic (anche lui naturalizzato australiano), dopo aver sorpreso positivamente tutti qualche anno fa, si è perso per strada a causa della sua incostanza e del suo caratteraccio (la famiglia in alcuni casi proprio non aiuta), ma il talento resta e non preclude un ritorno a buoni livelli del tennista di Stoccarda.

Ci sono meno prospettive per la categoria femminile in seguito alla decisione di Ashleigh Barty di prendersi una pausa dal gioco. Un periodo di transizione o di crescita e rinascita? Il tennis australiano freme per tornare ai fasti di un tempo.

“Sto prendendo il mio tempo, ascolto, guardo e imparo,” dice Rafter è al Melbourne Age. “ Nel corso dei prossimi mesi ho intenzione di scavare davvero in profondità, anche nella categoria femminile”. La federazione stava cercando qualcuno che potesse ricoprire al meglio il ruolo, Paul Annacone e  Craig Tiley erano entrambi convinti che Rafter che potesse farsene carico.

“Avevo bisogno di sapere se potevo farcela o no,  con la mia famiglia, e con quello che avevo e per andare avanti, anche in Coppa David, come potevo mettere tutto insieme”. Cosi è andata avanti e indietro per un bel po’, in realtà,  ad un certo punto non pensavo che avrei potuto farlo e l’ho fatto sapere alla Federazione e a Paul Annacone” dice Rafter.


Nessun Commento per “PATRICK RAFTER SARA' IL NUOVO DIRETTORE DI TENNIS AUSTRALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SPERANZE AUSTRALIANE ALL’ALBA DEGLI AO 2015 TENNIS – La nuova edizione degli Australian Open è alle porte e tanti sono i protagonisti provenienti da ogni parte del mondo dai quali si attendono grandi imprese. Ma gli australiani? […]
  • C’ERA UNA VOLTA LO SLAM DEGLI AUSTRALIANI Per due terzi della sua storia, l’Australian Open è stato un affare quasi esclusivamente riservato ai tennisti di casa e veniva quasi snobbato dai giocatori degli altri paesi. Poi […]
  • LE ULTIME CARTUCCE DI LLEYTON Dopo essere sprofondato oltre la 200.ma posizione dopo un’operazione chirurgica che ha condizionato le sue ultime stagioni, Hewitt vuole tornare protagonista nel 2013, conscio di potersi […]
  • ROY EMERSON: 80 E NON SENTIRLI! Tanti auguri a Roy Emerson, Emmo per gli amici. Il primo e unico tennista ad ottenere tutti e 4 i Grand Slam sia nel singolare che nel doppio
  • L’AUSTRALIAN OPEN DELLE LEGGENDE I preparativi fervono e i migliori atleti del mondo sono concentrati per il primo slam della stagione. Ma, dal 1969 a oggi, i campi della terra dei canguri sono stati calcati da tennisti […]
  • ROSEWALL, L’UOMO DELLE TRE EPOCHE Una carriera quasi trentennale, iniziata da amatore nei primi anni 50, proseguita tra i "pro" e conclusa in piena "Era Open". Non vinse mai Wimbledon ma la finale di Dallas 1972 con Laver […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.