PECHINO, ESORDIO OK PER NOLE E RAFA, FUORI SEPPI

TENNIS - L'azzurro se la gioca, ma perde alla distanza la sfida con il piazzato Wawrinka. Parte lo scontro a distanza tra l'iberico ed il serbo entrambi vincenti senza problemi quest'oggi. Bene anche gli esordi di Richard Gasquet, Tomas Berdych e John Isner. Ferrer fa gli straordinari con Pospisil
martedì, 1 Ottobre 2013

Tennis. Pechino (Cina). Seconda giornata di lavori presso il China Open di Pechino dove oggi si sono svolti i primi turni rimanenti del tabellone maschile. Sono scese in campo tra le altre le prime due teste di serie del main draw che poco hanno lasciato al caso vincendo i rispettivi incontri di esordio. È stata anche la giornata del debutto, ahilui amaro, di Andreas Seppi.

L’altoatesino aveva pescato al sorteggio la testa di serie numero 6 Stanislas Warinka con il quale aveva incrociato la propria racchetta ben nove volte (uscendo vincitore solo in tre casi). L’elvetico semifinalista agli Us Open gode di una forma invidiabile ed era tra la teste di serie che sarebbe stato preferibile evitare, ma tant’è. Il match del numero due italiano è stato comunque importante, Seppi se l’è giocata sino in fondo imponendo il suo gioco soprattutto nel primo set che ha fatto suo grazie a delle ottime percentuali al servizio e ad un discreto cinismo in fase di risposta. L’azzurro è stato infatti bravo a sfruttare l’unica palla break concessa dallo svizzero ed a preservarla aggiudicandosi così il primo match. Subito dopo però la verve del bolzanino è venuta leggermente meno in maniera inversamente proporzionale all’entrata in partita dello svizzero. Decisamente più incisivo Wawrinka abile ad insidiare i turni di servizio dell’italiano il quale non ha potuto far altro che cedere due break e vedersi pareggiare i conti dal numero nove del mondo. Nel terzo parziale i due si fronteggiano a viso aperto, ma l’elvetico di fatto non rischia più nulla al servizio e dopo aver strappato il break all’azzurro si limita a gestire intascando così la vittoria. Bene Seppi, ma lo svizzero ha dimostrato di essere superiore ed ora se la vedrà con Sam Querrey al secondo turno. Lo statunitense ha fatto suo un gran match contro Mikhail Youzhny da poco rientrato in Top 20.  Il 25enne di San Francisco ha battuto oggi 14 aces sebbene non sia stato tanto granitico nel difendere il proprio servizio, il russo ha però fatto peggio ed è uscito di scena senza vincere un set.

Veniamo ai primi due della classe che hanno compiuto il loro debutto in terra cinese. Novak Djokovic è la testa di serie numero uno ed oggi ha testato il campo contro il ceco Lukas Rosol in un incontro rivelatosi molto più agevole del previsto. Pronti via ed il serbo era già un set avanti grazie ad un 6-0 che avrebbe spezzato le gambe a chiunque. Ed infatti Rosol apparso abbastanza fuori fase più di tanto non ha fatto nel secondo parziale. Solo due possibilità di break che Nole ha annullato in scioltezza prima di chiudere i giochi in neanche 55 minuti. Il campione in carica del China Open se la vedrà ora con Fernando Verdasco. L’iberico ha faticato forse un tantino più del previsto contro il qualificato Somdev Devvarman che si è comunque inchinato in due set. Sprecone il Nando di oggi che soprattutto nel primo parziale ha fatto fruttare solo una palla break sulle ben otto conquistate e costretto dunque a risolvere la tenzone al tie break. Veniamo ora all’osservato speciale di questa settimana, quel Rafael Nadal oramai ad un passo dalla vetta mondiale. Lo spagnolo oggi ha timbrato il cartellino conseguendo la sesta vittoria in carriera, in altrettanti incontri, sul colombiano Santiago Giraldo. Poca cosa il sudamericano emerso dalle qualificazioni che contro Rafa non è mai riuscito a vincere neanche un set fino ad ora. Sebbene l’iberico abbia dimostrato in ogni caso di avere un killer instinct più sbiadito rispetto alle sue ultime uscite. Sembrano in effetti tanti i due break concessi al servizio nel secondo parziale che hanno allungato forse più del dovuto una partita sulla carta poco complicata per lui. Per Rafa al secondo round ci sarà Philipp Kohlschreiber che ieri ha fatico non poco per avere ragione di Albert Montanes.

Fanno il proprio dovere anche Richard Gasquet e Tomas Berdych rispettivamente semifinalista e finalista la scorsa settimana al Thailand Open di Bangkok. Il ceco, testa di serie numero 4 del seeding, ha fatto suo senza troppi problemi l’incontro con Pablo Andujar. Poca cosa lo spagnolo capace di tenere botta solo per una frazione di primo set per poi concedersi completamente all’avversario. Per Berdych al secondo turno esame di russo con Nikolay Davydenko vincente oggi con il qualificato Yen-Hsun Lu. Per Gasquet impegno leggermente più ostico con Florian Mayer. Il transalpino è stato bravo nel primo set a chiudere la Maginot nei propri turni di servizio annullando ben 4 palle break al teutonico e riuscendo con grande praticità a bucare le difese di Mayer in almeno un occasione. Nel secondo parziale dominio totale dei servizi e match che si è deciso al tie break con Gasquet dominatore incontrastato che ha portato a casa questo settimo incontro tra Francia e Germania. Bernard Tomic attende il francese nel secondo turno.

Nella serata pechinese è toccato alla testa di serie numero 3 scendere in campo. Il debutto per David Ferrer è stato però alquanto difficoltoso complice un Vasek Pospisil in giornata. Il giovane canadese ha infatti posto più di una resistenza all’irruenza dell’iberico che dopo aver vinto il primo parziale si è dovuto inchinare nel secondo e rimandare tutto al match decisivo. Set che si è concluso al tie break dove però Ferru ha prevalso grazie anche all’esperienza dopo aver concesso in apertura un pericoloso minibreak. Dopo essersi issato 2 a 0 però il canadese non ha più messo a segno un punto, sbagliando tutto quello che poteva. Lo spagnolo non poteva fare altro che ringraziare e portare a casa  un secondo turno che in alcuni frangenti si era fatto davvero difficoltoso. Ora per l’iberico c’è Marinko Matosevic vincente oggi in due set su Julien Benneteau.

Di seguito i risultati:

China Open, Pechino – Primo turno

Novak Djokovic [1] d Lukas Rosol 6-0 6-3

Fernando Verdasco d Somdev Devvarman [Q] 7-6(3) 6-3

Sam Querrey d Mikhail Youzhny 7-6(3) 6-3

Stanislas Warinka [6] d Andreas Seppi 4-6 6-3 6-4

Marinko Matosevic d Julien Benneteau 7-6(5) 6-3

Richard Gasquet [5] Florian Mayer 6-3 7-6(2)

John Isner [8] d Di Wu [W] 5-7 7-6(4) 6-3

Nikolay Davydenko d Yen-Hsun Lu [Q] 7-6(3) 6-4

Tomas Berdych [4] d Pablo Andujar 6-4 6-1

Rafael Nadal [2] d Santiago Giraldo [Q] 6-2 6-4

David Ferrer [3] d Vasek Pospisil 6-4 3-6 7-6(2)


Nessun Commento per “PECHINO, ESORDIO OK PER NOLE E RAFA, FUORI SEPPI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.