PECHINO: GIOIA VINCI E SERENA, HALEP VINCE E LASCIA

L'ultimo baluardo azzurro approda ai quarti: la tarantina batte la Makarova in un match complicatissimo. Williams in scioltezza, Venus si ritira e lascia campo alla Kvitova. La rumena si esalta con una vittoria thrilling, ma si ritira per un problema all'anca
giovedì, 2 Ottobre 2014

TENNIS – Ci si aspettava una giornata movimentata, ma Pechino ha deciso di superarsi. Completato il quadro degli ottavi di finale, con il China Open che promuove altre sette protagoniste dopo la Sharapova, qualificata già dal pomeriggio di ieri. Tra le magnifiche otto che si contenderanno il titolo cinese c’è anche Roberta Vinci, ultimo baluardo italiano dopo le eliminazioni di Sara Errani e Flavia Pennetta.

La tarantina deve sudare sette camicie per compiere il primo colpaccio della mattinata. Al terzo set arriva un soffertissimo successo contro Ekaterina Makarova, dodicesima forza della manifestazione. Un match non da due, ma da tre volti, quello a cui hanno assistito gli spettatori asiatici: l’azzurra ingrana la quinta e vola sul 6-1, salvo poi subire la rimonta della russa ed incassare un pesante 0-6 nel secondo set. La resa dei conti è la summa dei primi settanta minuti di gara, ma alla fine è gioia per la Vinci, che si impone con il punteggio di 61 06 75 in poco più di due ore di gran battaglia. Adesso tocca affrontare Petra Kvitova, sicuramente più fresca della giocatrice italiana: non solo la ceca è entrata in scena dal secondo turno, ma vince l’ottavo grazie al ritiro anticipato di Venus Williams, colpita da un virus.

Decisamente combattuti gli altri due match disputati nelle prime ore del giovedì italiano. L’incontro più complicato è senza dubbio quello di Simona Halep, costretta al tie-break del terzo set da un’indomita Andrea Petkovic. La tedesca dà filo da torcere alla numero due del tabellone, arrivando a giocarsi ogni partita al fotofinish. Il primo set si chiude ai vantaggi, ma è la rumena a spuntarla 7-4. Il secondo vede l’allungo decisivo della teutonica, che si riporta in parità evitando il tie-break e chiudendo 7-5. Alla fine, però, la tennista di Costanza conquista il successo grazie al secondo tie-break, nel quale la sua avversaria non ne ha più: finisce 7-1 dopo oltre due ore e mezza di gioco. La vittoria è amara, visto che la Halep annuncia l’immediato ritiro dal torneo per un problema all’anca: probabile la precauzione in vista di Singapore.

Va peggio ad Angelique Kerber, l’unica top ten a non rispettare il pronostico di giornata. Un’altra tedesca esce di scena agli ottavi, questa volta per mano di un’intramontabile Svetlana Kuznetsova. La russa va subito sotto perdendo 2-6 il primo set, poi ritrova l’equilibrio e si riporta in carreggiata grazie al 6-4 della seconda partita. Nel momento decisivo emerge la sua esperienza, che sopperisce all’età e al ranking sfavorevole rispetto alla rivale: il terzo set si chiude 6-3, risultato che lancia la vecchia gloria verso il derby con la Sharapova.

La giornataccia della Germania si conclude con l’eliminazione di Sabine Lisicki, sconfitta nettamente da Ana Ivanovic. La serba fa valere il maggior tasso tecnico e la costanza dei colpi, liquidando l’avversaria con il risultato di 6-3 7-5. Con il ritiro della Halep, la tennista di Belgrado accede direttamente alla semifinale.

Infine, accedono ai quarti Samantha Stosur e l’attesissima Serena Williams. L’australiana è la penultima a qualificarsi per le Final Eight di Pechino grazie al successo in due set su Alize Cornet, mentre la numero uno del mondo si sbarazza della Safarova in tre set e va a sfidare proprio la campionessa degli US Open 2011. Domani si comincia con la terzultima fase del China Open: subito in campo Maria Sharapova, seguita dalla nostra Roberta Vinci, che se la vedrà con Petra Kvitova.

I risultati di giornata

Kvitova b. V.Williams rit.
Vinci b. Makarova 61 06 75
Halep b. Petkovic 76[4] 57 76[1]
Kuznetsova b. Kerber 26 64 63
Ivanovic b. Lisicki 63 75
Stosur b. Cornet 64 62
S.Williams b. Safarova 61 16 62

Ivanovic b. Halep rit.


Nessun Commento per “PECHINO: GIOIA VINCI E SERENA, HALEP VINCE E LASCIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.