TERRA DI PUGLIA

Le due pugliesi Pennetta e Vinci portano avanti i colori azzurri a Bastad e Budapest, mentre si arrendono la Brianti e la Garbin (proprio con la Vinci)
martedì, 6 Luglio 2010

6 Luglio 2010 – Un martedì di ordinaria amministrazione nei due tornei WTA di questa settimana. Poche le sorprese sia a Budapest che a Bastad, con le principali favorite che si sono disimpegnate più o meno facilmente nei loro primi turni. Per quanto riguarda il tennis azzurro, facile vittoria di Flavia Pennetta a Bastad, dove Alberta Brianti è stata invece sorpresa da una giovanissima avversaria. A Budapest Roberta Vinci conferma la buona giornata per le tenniste pugliesi superando Tathiana Garbin. Approfondiamo ora cosa ci hanno riservato i due tornei.

Flavia senza storia. Esordio in tutta tranquillità per Flavia Pennetta. La brindisina ha disposto in soli 47 minuti della wild card svedese Anna Brazhnikova. La diciottenne numero 522 del mondo ha portato a casa due soli game, uno dei quali sul servizio di Flavia. Ma ovviamente le statistiche significano assai poco in un incontro così squilibrato. La Pennetta, che ricordiamo prima testa di serie del torneo scandinavo, troverà al secondo turno un’altra wild card, Sloane Stephens, che ha impedito un derby azzurro eliminando Alberta Brianti.

Sorpresa Stephens. Nonostante la diciassettenne Stephens abbia già fatto intravedere una parte del suo potenziale, lascia abbastanza interdetti il netto 6-2 6-4 con cui la numero 303 del mondo ha superato la numero 77. Impressionante il dato sulle palle break, con la Stephens che ha sfruttato tutte e cinque le palle break avute (così come la Brianti ha fatto con le sue due).

Le altre favorite. Facilissime le vittorie di Lucie Safarova (6-2 6-0 alla qualificata Woerle) e Dulko (6-1 6-3 alla wild card Allgurin) contro avversarie poco probanti. Cadono invece due teste di serie di rango meno alto, Angelique Kerber, numero 6, che si è ritirata contro la qualificata Anna Vrljic e Sofia Arvidsson, numero 7, eliminata da Anna-Lena Groenefeld, all’eterna ricerca della propria migliore condizione fisica e tecnica. Vince invece la numero 8 Zahlavova Strycova, che lascia solo tre games a Zuzana Kucova. Vince facilmente anche l’eterna speranza Arantxa Rus contro la qualificata Siegemund.

Roberta in Romania. Veniamo ora al torneo di Bucarest, e alla seconda vittoria pugliese del giorno. Protagonista Roberta Vinci, sesta testa di serie, che ha vinto il derby contro Tathiana Garbin. L’incontro è girato nel dodicesimo game del primo set, in cui la tarantina ha strappato per la terza volta il servizio della mestrina, conquistando il parziale per 7-5. Da lì la Vinci è scappata, volando 5-2 per chiudere 6-4 rintuzzando il ritorno di Tathiana. Per Roberta al secondo turno ci sarà la trentenne qualificata Zuzana Ondraskova, che ha eliminato Sorana Cirstea con un netto 6-4 6-2. Neanche l’aria dell’est riesce a rivitalizzare la ventenne Sorana, in crisi apparentemente irreversibile.

Tutto come previsto. Ancora più regolare il resto del torneo di Budapest. Tutte le teste di serie si sono infatti qualificate per il secondo turno, a partire da Alisa Kleybanova, che ha avuto bisogno di un 7-5 6-4 per eliminare Sesil Karatantcheva. Facile per Alexandra Dulgheru, che ha battuto la Zahlavova per 6-2 6-3, Timea Bacsinszky (6-4 6-2 alla Babos), Medina Garrigues (3-6 6-4 6-0 alla Olaru). Incoraggiante il 6-3 6-3 della campionessa in carica Szavay alla Kostanic Tosic, e il 6-1 6-2 della Hercog alla Klepac. Da segnalare la vittoria di Alize’ Cornet, che ha onorato la wild card sconfiggendo la Benesova 4-6 6-4 6-0. Chissà che proprio a Budapest, dove vinse il titolo nel 2008, la ventenne transalpina inizi a risalire la china che l’ha portata al numero 84 del mondo. Vince anche l’esperta Patty Schnyder contro la qualificata Tsurenko, come la Sevastova e la Meusberger.


Nessun Commento per “TERRA DI PUGLIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RITORNO SULLA TERRA Wimbledon chiude il sipario, e il circuito regala un ultimo scampolo di tennis su terra rossa. A Bastad Flavia Pennetta è la favorita, mentre Budapest offre un tabellone di difficile lettura
  • TERRA AZZURRA Al via i classici tornei estivi sul rosso di Bastad e Budapest. In Svezia esordio positivo per Flavia Pennetta, che passa 6-2 7-5 sulla Rogowska. Vittorie ancor più nette in Ungheria per […]
  • ROBERTA RIMONTA, FLAVIA NO Dopo Sara Errani, anche Roberta Vinci si qualifica per i quarti di Budapest, superando in rimonta l'ungherese Babos per 4-6 7-5 6-2. Si ferma invece il cammino di Flavia Pennetta a Bastad, […]
  • FLAVIA CONTINUA, ROBERTA NO La Pennetta prosegue la sua corsa a Bastad piegando una coriacea Craybas in due set. A Budapest crolla la Vinci
  • FLAVIA AVANZA, CAROLINE SI RITIRA Seconda vittoria consecutiva per la Pennetta sulla terra di Bastad, dove sconfigge la tedesca Kerber per 6-2 6-3. Si ferma invece la Wozniacki, costretta al ritiro per un problema alla spalla.
  • LA PENNETTA SI SCOTTA Si ferma in semifinale l'avventura svedese della Pennetta, che a Bastad si arrende facilmente alla Dulko per 6-3 6-1, sua compagna di doppio, che in finale trova la Rezai

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.