PER MURRAY POTREBBE ESSERE UN WIMBLEDON SENZA MAURESMO

Il britannico, al momento impegnato al Roland Garros, potrebbe non avere il supporto della coach francese per il prossimo torneo del Grande Slam
lunedì, 25 Maggio 2015

Per Andy Murray e Amelie Mauresmo questo Roland Garros potrebbe essere l’ultimo Grande Slam insieme. La coach francese, incinta di sei mesi, potrebbe infatti decidere di non affiancare il britannico al torneo di Wimbledon, in programma il mese prossimo. Una scelta che tuttavia non dipende esclusivamente dall’allenatrice di Saint-Germain-en-Laye. Nei prossimi giorni dovrà consultare un medico per stabilire se dovrà lasciare l’angolo del suo pupillo. “Fino a quando potrò e mi sentirò bene aiuterò il più possibile Andy”, ha dichiarato la Mauresmo.

Intanto il compito di sostituirla spetta a Jonas Bjorkman, che da un mese è entrato a far parte dello staff del tennista di Glasgow. Un incarico non facile visti i recenti risultati dello scozzese e l’ottimo feeling che si era instaurato con l’ex vincitrice di Wimbledon. Tuttavia lo svedese si è ben inserito all’interno del team del numero 3 del mondo e Murray è sembrato averlo già promosso: “Vedo Jonas come un’ottima scelta dal punto di vista della personalità e dell’esperienza. Di certo, però, dovremo aspettare la prova del campo e di diversi incontri, per vedere come reagiremo allo stress che comporta questo ambiente”. Della stessa idea anche la Mauresmo che nei giorni scorsi ha affermato di essere sulla stessa lunghezza d’onda del coach che la sostituirà. “Siamo d’accordo su tutto ciò che riguarda il tennis di Andy e sulle cose su cui deve migliore”, ha spiegato l’ex numero uno del mondo.

Intanto Murray dopo aver raccolto i frutti del suo lavoro, che l’hanno reso competitivo anche sulla terra rossa, è atteso oggi all’esordio al Roland Garros contro Facundo Arguello. L’argentino è entrato nel tabellone principale del torneo da Lucky Loser, dopo aver perso la finale delle qualificazioni contro il portoghese Gastao Elias. Un primo turno piuttosto agevole per lo scozzese, reduce da una striscia di 10 vittorie consecutive su terra rossa e con già due titoli in tasca su questa superficie (a Monaco e a Madrid).

Murray però non si sente favorito a Parigi e ne ha spiegato anche il motivo elencando i probabili vincitori: “Novak è il giocatore più in forma al momento; Rafa è il migliore sulla terra battuta; Roger ha vinto più di me e David Ferrer può vantare una finale in questo torneo”. La concorrenza è sicuramente agguerrita ma il numero 3 del ranking Atp non si darà per vinto e anche sulla terra rossa francese vorrà dire la sua.

Nella foto Andy Murray si allena con Amelie Mauresmo al Roland Garros 2015 (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “PER MURRAY POTREBBE ESSERE UN WIMBLEDON SENZA MAURESMO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.