PETRA KVITOVA PRONTA PER DOMINARE IL 2016 IN WTA

Numero 6 del ranking WTA, Petra Kvitova punta a bissare i suoi successi e ripartire alla grande dopo un anno minato dalla mononucleosi

Il suo anno è stato sicuramente positivo, seppur non pienamente soddisfacente. Se Petra Kvitova non è riuscita ad ottenere di più la colpa è soltanto della mononucleosi che l’ha tenuta lontana dal campo per parecchi mesi. Eppure nel 2015 la tennista ceca ha raggiunto traguardi importanti, come i tre titoli Premier nei tornei di Sydney, Madrid e New Haven, ha raggiunto per la prima volta in carriera i quarti di finale agli US Open ed è tornata al numero 2 del ranking WTA anche se per un breve lasso di tempo.

Come sottolinea anche il sito ufficiale della WTA, il momento dell’anno che volge al termine che Petra ricorderà con più soddisfazione è sicuramente la vittoria sulla numero 1 Serena Williams in semifinale a Madrid, vittoria che le ha permesso di essere l’unica giocatrice che in tutto l’anno è riuscita a batterla a punteggio pieno, senza perdere un set. “Sicuramente sono contenta di aver vinto. Non avevo mai battuto Serena prima, quindi questo è un momento davvero speciale per me”, ha dichiarato la Kvitova subito dopo la vittoria per 6-2, 6-3. Meriti che anche l’avversaria le ha tributato. “Partiva per  fare break su ogni servizio, ad ogni risposta. Io ho colpito alcune seconde di servizio a 170-175 chilometri orari ma lei ha colpito solo vincenti”, ha spiegato la stessa Serena. Una soddisfazione che non si dimentica facilmente.

Atleta delle grandi occasioni, la Kvitova, attuale numero 6 del mondo, ama le sfide difficili e, fino a questo momento, ha vinto due finali su due nei Grandi Slam, nel 2011 e nel 2014, sull’erba di Wimbledon. Ma è sempre andata fino in fondo, anche negli altri major. “Non mi piace molto l’inizio dei tornei, ma è così che funziona. Ma il gioco migliora partita dopo partita ad ogni torneo. Poi, quando arrivo al traguardo, mi sento molto più in confidenza con il mio gioco. Purtroppo è triste non poter giocare direttamente le finali!”, confessa la ceca a ‘Wtatennis.com’. L’unica sconfitta importante è arrivata proprio quest’anno nella finale delle WTA Finals di Singapore, battuta dalla polacca Agniezska Radwanska. Ma nel 2016 Petra vuole bissare i suoi successi e ritrovare quella costanza persa durante i periodi in cui è stata ferma a causa della mononucleosi. Quando l’ho scoperto ero spaventata, non sapevo se avrei potuto giocare i tornei americani quest’estate o addirittura il resto della stagione. D’altra parte credo sia una notizia positiva. Ora so perché mi sentivo così stanca. Mi hanno fatto dei test e probabilmente l’ho contratta nel periodo primaverile. I dottori mi hanno dato il permesso di giocare ma devo stare attenta agli allenamenti e a tutto il resto. Cercherò di essere pronta per i match”, aveva dichiarato prima del rientro al torneo di Toronto.

“La cosa principale che voglio fare adesso è migliorare la mia salute. Ho un paio di settimane a disposizione per fare questo, spero che questo mi aiuti. Il mio obiettivo principale è quello di essere preparata e stare bene per la prossima stagione. Questo è sicuramente il mio obiettivo più grande”, spiega. Il primo appuntamento sarà in Cina agli Shenzhen Open, torneo Premier da 500mila dollari di montepremi.  “Sono molto felice di tornare a Shenzhen”, spiega Petra. “L’anno scorso mi sono divertita molto, tutti sono stati molto gentili con me ed è stato anche molto bello vedere la mia cara amica Li Na. Non vedo l’ora di giocarci di nuovo, vedere Li Na e magari questa volta vincere il titolo!”


Nessun Commento per “PETRA KVITOVA PRONTA PER DOMINARE IL 2016 IN WTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.