QUALI MONTREAL E TORONTO: FABBIANO E GIORGI AD UN PASSO DAL MAIN DRAW

I due azzurri centrano il pass per il turno decisivo delle qualificazioni, domani si giocheranno l'accesso al tabellone principale

Tennis. Rischia grosso Thomas Fabbiano nel turno inaugurale delle qualificazioni per l’ingresso nel main draw del Masters 1000 di Montreal in programma da lunedì, ma alla fine riesce a piegare la resistenza di Hubert Hurkacz grazie allo score di 7-5 3-6 6-4. Il 28enne di San Giorgio Jonico non ha mai dato realmente la sensazione di essere in controllo delle operazioni nonostante una differenza di ben 270 posizioni in classifica rispetto al coraggioso polacco, autore dal canto suo di una prova meravigliosa che in alcuni tratti avrebbe forse meritato miglior sorte. L’allievo di Federico Torresi è stato infatti abile a recuperare un break di svantaggio nel set inaugurale, oltre a resistere al tentativo di rimonta del rivale capace di annullargli la bellezza di tre match point consecutivi nel nono game della terza partita. L’azzurro ha saputo riordinare le idee nel corso del successivo cambio campo evitando di arrendersi al contraccolpo psicologico, preludio non a casa ad un ottimo turno di risposta che gli ha permesso di sollevare le braccia al cielo dopo oltre due ore e mezza. Domani servirà però molto di più al cospetto del vincente tra Whittington e Mahut di scena nella notte.

Semplicemente perfetta la prestazione odierna di Camila Giorgi vittoriosa in meno di un’ora ai danni della statunitense Julia Boserup, alla quale ha rifilato un perentorio 6-1 6-0 abbastanza esemplificativo del dominio completo ostentato dalla giocatrice marchigiana sul cemento di Toronto. Da sottolineare una statistica che balza immediatamente agli occhi: la portacolori del Bel Paese non ha infatti mai ceduto il servizio nell’arco di tutta la sfida, un dato singolare se si considera le difficoltà solitamente incontrate dalla numero 83 del mondo con il colpo di inizio gioco. Camila ha infilato la bellezza di cinque break complessivi palesando il solito stile aggressivo e alla costante ricerca di colpi vincenti, una tattica capace di garantire un’altissima dose di spettacolo nelle giornate molto ispirate come quella odierna. La speranza che la Giorgi sappia ripetersi anche nel turno decisivo per l’accesso al tabellone principale di fronte alla settima testa di serie Sorana Cirstea, attualmente situata al numero 54 del ranking e giustiziera in due comodi set della padrona di casa Aleksandra Wozniak.

Ricordiamo che l’edizione 2017 della Rogers Cup non è certamente iniziata sotto i migliori auspici sia in campo femminile che soprattutto in quello maschile, complici i numerosi forfait che hanno caratterizzato la vigilia. La principale metropoli del Québec dovrà fare i conti con le pesanti assenze di Novak Djokovic e Stan Wawrinka, entrambi ai box per il resto della stagione corrente, oltre a quelle annunciate di recente da Andy Murray e Marin Cilic, costretti al riposo a causa di alcuni guai fisici che ne hanno influenzato le prestazioni anche a Wimbledon. Meno fragorose, ma comunque rilevanti, le defezioni del nostro Fabio Fognini, Pablo Cuevas, Martin Klizan, Ivo Karlovic, Gilles Simon e Fernando Verdasco. Nel capoluogo della provincia dell’Ontario mancherà invece Maria Sharapova ancora non al meglio della condizione, intenzionata a prendersi un ulteriore periodo di riposo a seguito del ritiro della scorsa settimana a Stanford. “Dopo gli esami il medico mi ha raccomandato di non rischiare ulteriormente” – queste le parole pronunciate dalla campionessa russa beneficiaria di una wild card da parte degli organizzatori canadesi.


Nessun Commento per “QUALI MONTREAL E TORONTO: FABBIANO E GIORGI AD UN PASSO DAL MAIN DRAW”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.