BERDYCH KO AD HALLE, AL QUEEN’S VINCE MURRAY MA ESCE WAWRINKA

In Germania il ceco è stato battuto da Baghdatis, a Londra invece lo svizzero si è fermato davanti a Verdasco e il numero due del mondo ha superato Mahut
martedì, 14 Giugno 2016

TENNIS – Sono arrivate subito due sorprese ai tornei Atp 500 di Halle e del Queen’s, in corso di svolgimento rispettivamente sull’erba della città tedesca e a Londra. Tomas Berdych infatti è uscito subito di scena in Germania per mano di Marcos Baghdatis (alla prima vittoria stagionale contro un Top Ten), che si è imposto con un doppio 7-6, Stan Wawrinka invece è stato eliminato da Fernando Verdasco, uscito vittorioso in due set dal confronto con lo svizzero (6-2 7-6).

BERDYCH

Niente da fare quindi per Tomas Berdych, sconfitto al termine di un match combattuto nel quale il ceco (testa di serie numero 4 del tabellone tedesco) non è riuscito a trovare il giusto ritmo alla prima uscita sulla superficie veloce dopo le buone cose fatte vedere al Roland Garros (dove si è fermato soltanto ai quarti di finale davanti a Novak Djokovic).

Nel primo set Berdych è andato sotto di un break sull’1-2 ma è stato bravo a recuperarlo immediatamente per il momentaneo 2-2, poi nel terzo game Baghdatis ha avuto un’altra opportunità di strappare il servizio al suo avversario, ma Berdych si è salvato riuscendo a conservare il proprio turno di battuta. Quindi, fino al 6-6, entrambi i giocatori hanno servito con buone percentuali di prime palle (basti pensare che nessun game è arrivato ai vantaggi), ma nel tie-break Baghdatis è riuscito a salire subito sul 3-0 per poi gestire al meglio il vantaggio fino al 7-3 che gli ha consegnato il primo parziale.

All’inizio del secondo però Berdych è ripartito bene, ottenendo un break nel terzo game, e dopo il cambio di campo è riuscito a salvare una pericolosa palla del contro-break al termine di una frazione molto combattuta, risolta soltanto dopo ben sedici punti, ma nell’ottavo game Baghdatis è riuscito a strappare il servizio al ceco, agganciandolo sul 4-4. Poi Berdych, nell’undicesimo game, ha avuto due preziose palle break, ma dal 15-40 non è riuscito a salire sul 6-5 e servizio con la possibilità di chiudere sul 7-5 e allungare la sfida al terzo e decisivo set, e nel successivo tie-break Baghdatis è stato ancora una volta più concreto rispetto al suo avversario, fino al definitivo 7-4 che ha certificato la vittoria e quindi anche la sorpresa di giornata.

ZVEREV

Ha portato a casa la vittoria in due set poi anche Alexander Zverev, protagonista di un doppio 6-4 ai danni di Viktor Troicki al termine di una sfida in cui il giovane talento tedesco ha confermato tutte le sue qualità. Dopo un primo set nel quale il serbo era riuscito a recuperare l’iniziale break di svantaggio tornando in partita sul 3-3, Zverev ha strappato nuovamente la battuta al suo avversario nel nono game (sfruttando anche un doppio fallo di Troicki), e dopo aver chiuso il parziale sul 6-4 ha continuato a comandare il gioco anche all’inizio del secondo, portandosi subito sul 3-1. Il serbo poi ha avuto tre palle break (di cui due consecutive sul 15-40) nell’ottavo game, ma il tedesco le ha annullate aggrappandosi al servizio, e poco dopo ha archiviato la vittoria sul definitivo 6-4 tra gli applausi del pubblico di “casa”.

ALTRI RISULTATI HALLE

Nelle altre partite di giornata poi, hanno conquistato l’accesso agli ottavi di finale anche Florian Mayer, che ha battuto Brian Baker 7-5 7-6, Malek Jaziri (7-5 6-4 a Ricardas Berankis), Ivo Karlovic (7-6 6-3 a Andrey Kuznetsov) e il giapponese Yuichi Sugita, uscito vittorioso in tre set (7-6 2-6 6-3) dalla sfida con Taylor Fritz.

WAWRINKA

Spostandoci invece al Queen’s, l’exploit di giornata lo ha messo a segno Fernando Verdasco, che ha battuto Stan Wawrinka (numero 2 del seeding londinese) al termine di un match nel quale lo svizzero ha commesso troppi errori e non è riuscito a sfruttare le opportunità avute tanto nel primo che nel secondo set. Nel primo parziale infatti, dopo essere andato subito sotto di un break, Wawrinka nel secondo game è salito sullo 0-40, senza riuscire però a concretizzare le tre opportunità di rimettere subito in piedi il risultato. Poi, dopo aver ceduto la battuta anche nel quinto gioco, subito dopo ha avuto altre due palle break per provare a rientrare in partita, ma Verdasco si è dimostrato molto solido e ha chiuso i conti suol 6-2.

Quindi, nel secondo set, l’equilibrio è stato più marcato, ma Wawrinka ha avuto comunque altre due palle break (nell’ottavo game) che avrebbero potuto cambiare il corso della partita. Lo spagnolo però si è salvato ancora e, nel successivo tie-break, è andato subito avanti 3-0 e ha mantenuto il vantaggio con autorità fino al definitivo 7-3 che gli ha regalato la vittoria. Per Wawrinka quindi si è trattato di una sconfitta inattesa, soprattutto non preventivata sulla strada che porta a Wimbledon, mentre lo spagnolo  ha confermato di essere un avversario tosto per tutti quando è in giornata.

MURRAY

Ha superato il turno invece, anche se ha avuto bisogno di due tie-break, Andy Murray, vittorioso contro Nicolas Mahut 7-6 7-6 in una sfida molto complicata per lo scozzese, costretto anche a salvare un set point nel primo set (durante l’emozionante tie-break vinto 10-8) e altri tre nel secondo, quando sul 6-5 in favore del francese è andato sotto 15-40 durante il proprio turno di battuta, annullando poi un’altra chance ai vantaggi. Inoltre, sia nel primo che nel secondo set Mahut era andato avanti di un break, e Murray ha dovuto risalire la china in entrambe le occasioni, per poi dominare letteralmente il secondo tie-break (vinto addirittura 7 punti a 1) che gli ha consegnato vittoria e passaggio del turno.

Nella foto Tomas Berdych (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “BERDYCH KO AD HALLE, AL QUEEN'S VINCE MURRAY MA ESCE WAWRINKA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.