RAFA NADAL: “IL TENNIS NON È MATEMATICA”

Rafa Nadal è atterrato a Roma e le idee sono chiare: si sente meglio e ha voglia di giocare. Per lui Roma non è un torneo "preparativo" al Roland Garros, ma una sfida importante
martedì, 10 Maggio 2016

Tennis – L’arrivo di Rafa Nadal ha riempito la sala stampa di fotografi e giornalisti desiderosi di accaparrarsi una frase significativa o irriverente da uno dei tennisti più famosi al mondo. Rafa era abbastanza tranquillo, forse un po’ stanco dopo il training mattutino di fronte ad una marea di gente accalcata sui piccoli spalti del campo da allenamento.

Sono felice di essere qui nuovamente qui a Roma. Spero di essere pronto per domani e sicuramente cercherò di fare del mio meglio. Dopo il mio ultimo match a Madrid, ho preferito rimanere un altro po’ per allenarmi, ovviamente ho giocato molto quindi non ho necessariamente bisogno di allenamenti intensi. Domani avrò un avversario tosto, Kohlschreiber, e devo essere pronto“.

Penso che Roma sia davvero un posto speciale, d’altronde se per un giocatore Roma non è speciale allora quale città dovrebbe esserlo? è una delle tappe storiche del circuito ed uno dei tornei più importanti, credo che chiunque abbia delle sensazioni e dei ricordi bellissimi di questa città..soprattutto per me perché ho i ricordi dei miei successi passati“.

Rafa Nadal si trova nella parte superiore del tabellone assieme a Novak Djokovic..”Beh, non sono molto felice – ha detto ridendo – ma la cosa più importante è che non gioco contro di lui domani, ma con Kohlschreiber un faticosissimo avversario“.

Dopo Madrid, Rafa ha ritrovato un po’ il suo gioco..”Il mio gioco è buono direi..tre tornei, due vittorie e una semifinale. Tornei difficili e avversari tosti. Se non sono felice adesso, quand’è che dovrei esserlo?

Alla domanda su cosa pensa del torneo romano come preparazione al Roland Garros, Nadal non ha alcun dubbio a riguardo: “Il torneo più simile al Roland Garros è Monte Carlo senza ombra di dubbio. Non sono d’accordo con chi pensa che Monte Carlo, Barcellona, Madrid e Roma servano da preparazione al Roland Garros. Sono tornei importanti punto e basta“.

Rafa Nadal, allenamento mattutino, Internazionali Roma

Rafa Nadal, allenamento mattutino, Internazionali Roma

 


Nessun Commento per “RAFA NADAL: "IL TENNIS NON È MATEMATICA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.