LUCI E OMBRE

Buono responso per Roddick nonostante la sconfitta, mentre Nadal dovrà lavorare sodo per sorpassare l'ostacolo Djokovic nel prossimo turno
lunedì, 22 Novembre 2010

Londra (Gran Bretagna) – Quello tra Andy Roddick e Rafael Nadal è stato un match giocato sull’equilibrio dei nervi. Se in avvio è stato lo spagnolo a pagare dazio per le non perfette condizioni fisiche dell’ultimo periodo, che l’avevano costreatto al forfait parigino, dall’altra l’americano ha subito il ritorno del numero 1 del ranking che è cresciuto con il passare dei giochi, ritrovando confidenza soprattutto al servizio.

Sono stato fortunato stasera – ha ammesso Nadal in conferenza stampa – anche perché ho iniziato il match abbastanza nervoso. Dopo cinque settimane di stop tornare a disputare un match, contro i migliori giocatori del circuito, sulla superficie che mi è meno congeniale non è stato facile, e soprattutto in avvio ho fatto troppi errori nel servizio. L’impossibilità di tradurre in break il vantaggio che avevo nel primo gioco, probabilmente mi ha svantaggio nel proseguimento del set, in quanto non sono stato capace di giocare in maniera aggressiva. Quando sono riuscito a rientrare nel match poi sono stato davvero felice, perché iniziare con una sconfitta 6-3. 6-4 un torneo importante come questo rende poi le cose più difficili. Ora posso giocarmela con più tranquillita. Mi sono trovato in condizioni “critiche” in campo, temevo davvero di perdere, anche perché Andy con il suo servizio non perdona. Sono entrato in campo con sensazioni non troppo positive, mentre nel corso del match ho cercato di cambiare mentalità e ci sono riuscito, portando poi a casa la vittoria“.

Ad aspettarlo nel prossimo turno ci sarà Novak Djokovic, un incontro che si prospetta a questo punto più difficile del previsto, vista anche la buona condizione mostrata dal serbo: “Lui sta giocando davvero bene, oggi pomeriggio ha fatot vedere ottime cose in campo e penso che non sarà affatto facile per me batterlo. Devo migliorare molto se voglio tentare di dire la mia in campo e già il cambio in corsa che ho realizzato nel match di stasera mi fa pensare in maniera positiva. Con questa vittoria mi sento più tranquillo, anche se dovessi perdere uno dei due prossimi match avrò ancora la possibilità di qualificarmi per le semifinali“.

Nonostante un’ottima partenza, Andy Roddick si è poi dovuto arrendere al diritto di Nadal che ha ridisegnato le geometrie in campo nel secondo e nel terzo set: “Ho cercato di essere aggressivo in campo in modo di sorprenderlo e all’inizio ci sono riuscito. Lui non riusciva a trovare le misure  ed ha perso così palle importanti ed ha commesso allo stesso tempo diversi errori, cose che di solito non fa. Penso che tutto sia cambiato quando, tra secondo e terzo set, è riuscito ad aggiustare la mira del suo dritto, aumentando il ritmo di gioco“.

Prossimo avversario Tomas Berdych, uno scontro che dovrebbe essere più agevole per l’americano, visto anche l’ottimo stato di forma mostrato nel match d’esordio: “Stasera ho giocato bene e anche se poi nel secondo set Rafa è riuscito a cambiare il senso del match fondamentalmente sono positivo“.


Nessun Commento per “LUCI E OMBRE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • PANATTA: “FEDERER IL PIU’ GRANDE DI SEMPRE” Adriano Panatta parla di Federer nel suo ultimo libro
  • RAFA NON PERDONA Nel match d’esordio al Masters, un Nadal non eccelso soffre, si salva e alla fine abbatte un ottimo Andy Roddick, che si arrende 3-6 7-6 6-4.
  • NADAL ANALIZZA L’ESPANSIONE DELLA SUA ACCADEMIA L’ex numero 1 del mondo ha analizzato l’espansione della sua Accademia, che è diventato un punto di riferimento per tantissimi giovani
  • RAFA E ROGER QUALIFICATI, ANDY NO Nadal e Federer battono Devvarman, proveniente dalle qualificazioni, e Harrison, wild-card. Gasquet sorprende Roddick
  • CADONO LE STELLE (TRANNE ROGER) a "Cincy" cadono tre dei primi quattro favoriti. L'unico a salvarsi è Federer, mentre un pessimo Nadal cede a Baghdatis. Fish e Roddick regalano un derby al pubblico americano.
  • RAFA AVANZA, ROBIN NO Esordio senza troppe emozioni per Nadal, che supera Dolgopolov per 6-4 6-3. Almagro elimina in due set Soderling, mentre Gulbis supera Youzhny. Murray in ripresa, Wawrinka si guadagna il […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.