RANKING ATP, N.1: FEDERER O NADAL, CHI ARRIVA PRIMA/O?

Anche per la vetta della classica mondiale si prospetta il più classico dei Fedal
martedì, 18 Luglio 2017

Tennis. Federer o Nadal, uno dei due sarà numero uno del Ranking Atp a fine 2017. Non è una certezza matematica, ma tutto lascia presupporre che possa finire così, come non accade dal 2009 per King Roger e dal 2013 per il maiorchino.

Grandissimo merito dei due eterni fenomeni della racchetta, tornati in auge nel 2017 dopo stagioni non ai vertici, ma in buona parte anche per il disastroso anno di Murray e Djokovic: le prospettive dei due non sembrano migliori, per motivi simili. Entrambi infatti sono alle prese con condizioni fisiche non ottimali anzi, nel caso del serbo potremmo addirittura parlare di stagione finita. Per il britannico invece qualche perplessità in più, un infortunio all’anca meno serio e che vorrebbe assolutamente superare per poter difendere la n.1.

Ecco, la leadership mondiale, come cambierà a fine anno? L’assegnazione dei punti e la conformazione della classifica restano temi piuttosto oscuri e complicati da decifrare ai più, appassionati di tennis compresi: proviamo dunque a spiegare in breve il quadro.

Da qui a fine anno il n.1 Murray deve difendere quasi 4 mila punti, figli del successo a Cincinnati, Parigi-Bercy, Vienna, Shanghai e Pechino, oltre ai quarti raggiunti agli Us Open. Una cambiale enorme, difficilissima anche solo da avvicinare in questo tormentato 2017, soprattutto se non dovesse guarire dagli ultimi acciacchi.

Molto meno da difendere per Djokovic, ma quasi tutto da perdere per Nole: ha annunciato pubblicamente di pensare in modo serissimo ad un ritiro anticipato per quel che concerne questa stagione, anche dovesse rivedere i suoi piani in quali condizioni psico-fisiche si presenterebbe? Difficile possa essere all’altezza di Federer e Nadal in versione deluxe: inoltre, ci sono 1500 punti da difendere in seguito alla finale Us Open persa con Wawrinka.

Nadal, ecco il candidato più accreditato per conquistare la corona a stretto giro di posta. A nemmeno 300 punti da Murray, ha solo 400 punti circa da difendere, figli degli ottavi agli Us Open e del terzo turno a Cincinnati, quasi null’altro da confermare. Insomma, a meno di un non previsto tracollo, un Nadal discreto ha tranquillamente la chance sin dal Masters di Toronto di riprendersi dopo 3 anni la vetta.

Sarà un testa a testa con Roger Federer, sembra certo. Lo svizzero addirittura non ha alcun punto da difendere, aveva lasciato la racchetta a Wimbledon lo scorso anno per impugnarla nuovamente solo a gennaio 2017, l’inizio di un’annata leggendaria. Se salterà qualcosa, lo farà solo in Canada, per il resto ha fatto sapere di giocare praticamente tutti i tornei rimasti. Già matematicamente qualificato alle Atp Tour Finals di Londra, stando alla forma attuale e alla stagione su cemento in divenire è lui il favorito n.1 per terminare la stagione dopo 8 anni guardando tutti dall’alto.


Nessun Commento per “RANKING ATP, N.1: FEDERER O NADAL, CHI ARRIVA PRIMA/O?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.