RANKING ATP, IL 2016 È UN MURRAY-AFFAIR

Andy in vetta alla classifica del singolare, Jamie è tra i big di quella del doppio. La famiglia Murray si gode il miglior finale di stagione di sempre
lunedì, 21 Novembre 2016

TENNIS – Mancava soltanto l’ultimo tassello per certificare e legittimare il sorpasso in vetta al ranking maschile. Andy Murray l’ha conquistato alle Finals, aggiudicandosi il titolo nell’ultimo atto contro Novak Djokovic. La vittoria in due set gli permette di rimanere al comando della classifica generale, ridimensionando le ambizioni di rivalsa del serbo e dando la risposta definitiva a chi riteneva che il cambio al vertice dipendesse solo ed esclusivamente dalla flessione altrui, piuttosto che dalla sua costanza durante la stagione.

Ma quando si parla di Murray-affair, è perchè non è il solo ad aver chiuso un 2016 di grandi risultati: Jamie è quarto nella classifica del doppio, alle spalle dei francesi Mahut-Herbert e del suo compagno di tandem Bruno Soares. La nuova stagione potrebbe essere sulla falsa riga di quella di suo fratello: uno stimolo non da poco, considerando la costanza degli ultimi mesi e le ambizioni in crescita ai piedi del podio. Sarà in grado di togliere appeal al più celebre della famiglia.

La maggiore attenzione, infatti, è ancora rivolta al singolare: da quali avversari dovrà difendersi Andy nel 2017? Oltre a Djokovic, il ranking ATP ha espresso un parere da non sottovalutare: Milos Raonic l’ha messo in difficoltà in semifinale e il computo dei punti l’ha subito premiato. Terzo posto davanti a Stan Wawrinka, sorpassato al fotofinish della stagione. Mentre Nishikori rimane stabile, alle sue spalle salgono Cilic e Thiem: il croato è sesto dopo il sorpasso ai danni di Monfils, l’austriaco ottavo davanti a Rafa Nadal. È l’ultimo cambiamento in graduatoria nei primi 50 posti, aspettando di rivedere in campo sia il maiorchino, sia soprattutto Roger Federer.

In coda al gruppone, l’analisi degli italiani. I colori azzurri chiudono un’annata negativa che ha in Lorenzi il miglior interprete: quarantesimo posto a 34 anni, dimostrando la scarsa capacità di un ricambio generazionale che tarda ad arrivare. Segue Fabio Fognini, che con tutti i suoi alti e bassi si piazza al quarantanovesimo posto. L’ultimo dei tre tra i primi cento è Andreas Seppi, sceso addirittura alla numero 88. Il 2017 riparte con la speranza che si aggiunga qualcuno a questo terzetto, preferibilmente giovane e con qualche bella speranza in più.


Nessun Commento per “RANKING ATP, IL 2016 È UN MURRAY-AFFAIR”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ANDY MURRAY AFFAMATO, MA ANCHE PER LA DAVIS? Primo posto nel ranking mondiale, una scalata da confermare e tanto altro da scoprire, ma Andy Murray avrà tempo per la Davis? Ne parla Leon Smith
  • ANNABEL CROFT: “MURRAY STANCO PER LA PATERNITÀ” L'ex tennista britannica Annabel Croft parla della condizione del suo connazionale. Gli impegni familiari sono la reale motivazione del suo calo?
  • CASO BEDENE, MURRAY: “NON CAPISCO LE LAMENTELE” Il giocatore nato in Slovenia è un cittadino britannico da martedì. Dopo aver raccolto qualche polemica, trova nello scozzese un gancio per il futuro: "Non comprendo questo polverone, per […]
  • DAVIS, SARÀ BELGIO-GRAN BRETAGNA Impresa a Bruxelles, dove i padroni di casa ribaltano lo svantaggio di ieri e portano a casa la qualificazione alla finale. Glasgow spinge i suoi beniamini contro l'Australia, la decide Murray
  • DAVIS, SEMIFINALI: SPRINT ARGENTINA E GRAN BRETAGNA Berlocq e Mayer piazzano l'allungo in casa del Belgio, sconfitti Bemelmans e Darcis in quattro set. A Glasgow è il giorno dei fratelli Murray, che superano Hewitt e Groth dopo una […]
  • DAVIS, GB-FRANCIA AL QUEEN’S? L'erba londinese per i quarti di finale tra i britannici e i transalpini. Ancora da decidere l'effettiva sede della serie, ma diversi indizi portano a questa soluzione. Murray caldeggia la proposta...

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.