RANKING ITF. IL TRONO SPETTA A CICI BELLIS E ANDREY RUBLEV

Tennis – Catherine “Cici” Bellis e Andrey Rublev, sono loro i numeri 1 del mondo del tennis giovanile. Anche per i giovani tennisti si chiude una stagione che per alcuni ha riservato grandi soddisfazioni e per altri sonore delusioni. C’è chi passerà al professionismo e chi si fermerà un altro anno a giocare con i […]
lunedì, 15 Dicembre 2014

Tennis – Catherine “Cici” Bellis e Andrey Rublev, sono loro i numeri 1 del mondo del tennis giovanile. Anche per i giovani tennisti si chiude una stagione che per alcuni ha riservato grandi soddisfazioni e per altri sonore delusioni. C’è chi passerà al professionismo e chi si fermerà un altro anno a giocare con i coetanei prima del grande salto nel tennis che conta.

È di oggi l’ultimo aggiornamento delle classifiche Itf che mette quindi il sigillo sull’intera stagione. Come detto, tra le ragazze il numero 1 spetta a Cici Bellis, statunitense classe 1999 e, a questo punto, speranza del tennis d’oltreoceano nell’epoca post sorelle Williams. Dopo la vittoria del Trofeo Bonfiglio ad aprile e la soddisfazione di battere Dominika Cibulkova agli Us Open, la tennista nata a San Francisco ha offerto una prestazione eccellente anche all’Orange Bowl, vincendo il torneo di doppio e facendo semifinale nel singolare. Un risultato che le ha consentito di issarsi in cima al ranking Itf ai danni della cinese Shilin Xu. Per lei ora si aprono le porte del professionismo. È stata la stessa Cici a confermarlo. “Sono già nella top 300 Wta, quindi da 2015 passerò al professionismo”.

Distanziata di pochissimi punti dall’americana, quasi beffata nella settimana più importante dell’anno, è la cinese Shilin Xu. La stagione della tennista classe 1998 è stata, per certi versi, esaltante. Lo testimoniano le vittorie ai Giochi Olimpici della Gioventù di Nainjing e le affermazioni sia in singolare che in doppio a Osaka e Seogwipo. Peccato solo che i risultati fuori dall’Asia siano stati per lei penalizzanti e non le abbiano permesso di mantenere la prima posizione del ranking.

Iryna Shymanovich occupa la terza posizione, con poco meno di 975 punti. Anche per la bielorussa il momento più importante della stagione sono stati i Giochi Olimpici giovanili di Nanjing. Ha vinto il torneo di doppio e giocato la finale nel singolare, mentre a giugno si era imposta nel torneo di Offenbach (Germania) e a maggio a Charleroi-Marcinelle (Belgio).

Numero 4 per la svizzera Jil Teichmann. La connazionale di Federer ha vinto il singolare e il doppio a Porto Alegre, ha alzato al cielo il Trofeo Bonfiglio in coppia con Priscilla Hon e giocato la semifinale del singolare. Si è tolta anche la soddisfazione di vincere il doppio misto ai Giochi Olimpici della Gioventù (in coppia con Jan Zielinski) e di trionfare agli Us Open juniores in coppia con la turca Ipek Soylu.

La top five si chiude con la prima russa nel ranking. Si tratta di Darya Kasatkina, tennista nata nel 1997 e capace di vincere singolare e doppio a Kazan (con Aleksandra Pospelova), singolare a Santa Croce sull’Arno (con finale persa nel doppio) e il Roland Garros juniores. Prestazioni da numero 1 se non fosse che la russa ha giocato solo 9 tornei a causa di molti problemi fisici.

Posizione numero 6 detenuta, invece, da Kristina Schmiedlova, slovacca di 17 anni. Lei è, assieme alla Bellis, la stacanovista del gruppo con 21 tornei all’attivo nella stagione 2014. Il suo punteggio in classifica è la risultante delle vittorie in singolare e doppio a Umag (Croazia), della vittoria del doppio nel torneo di casa a Piestany e delle finali raggiunte e Wimbledon, Roehampton, Firenze e Piestany (singolare).

Marie Boukzova, polacca classe 1998 guadagna in estremis la settima posizione del ranking. Due le sue affermazioni, a Bochum (Germania) e a New York, cui si aggiunge la finale di doppio giocata a Wimbledon. Alle sue spalle, la lituana Jelena Ostapenko (vittoria a Roehampton e finale a Wimbledon), Paula Badosa Gibert, spagnola capace di vincere in doppio a Casablanca e di fare doppietta a Villena (Spagna). Chiude la top ten un’altra spagnola, Aliona Bolsova Zadoinov, che ha vinto a San Jose do Rio Preto (Brasile), a Beaulieu Sur Mer (Francia) e a Villena in doppio (con la connazionale Badosa Gibert).

Veniamo ora al ranking maschile. Stabili nelle prime due posizioni Andrey Rublev e Orlando Luz. Il russo classe 1997 ha vinto il doppio a Umag e Città del Messico e il singolare a Roehampton e al Roland Garros. La semifinale all’Orange Bowl gli consente di ribadire il primato in classifica: “È fantastico” – ha detto – “ma ora devo lavorare di più perché c’è più pressione su di me”.

Il primo a mettergli pressione è, appunto, il brasiliano Orlando Luz, classe 1998. Il tennista nato a Carazinho ha vinto in singolare e doppio a Lambare (Paraguay) e a San Jose do Rio Preto (Brasile).  Si è imposto nel solo singolo a Porto Alegre (Brasile) e nel doppio a Wimbledon, Charleroi-Marcinelle, Santa Croce sull’Arno, impreziosendo il tutto con un oro e un argento ai Giochi Olimpici della Gioventù di Nanjing.

Chiude il podio Stefan Kozlov. Il tennista americano ha vinto l’Orange Bowl giocando anche le finali di singolare e doppio a Wimbledon e nel solo singolare a Melbourne. Ma nell’appuntamento più importante della stagione non ha deluso le aspettative aggiudicandosi il prestigioso torneo giovanile e sopravanzando in classifica Quentin Halys.

Il francese ha vissuto il momento migliore della sua stagione tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, quando ha conquistato la finale agli Us Open. In bacheca ha anche inserito il trofeo di singolare e doppio di Klosters (Svizzera) e la vittoria nel doppio al Roland Garros juniores e a Porto Alegre.

La top 5 si chiude con lo spagnolo classe 1997 Jaume Munar che ha giocato la finale al Roland Garros nel singolare e quella del doppio al Trofeo Bonfiglio, vincendo poi a Villena, Umag e Casablanca.

Sesta posizione per il secondo americano nella top ten, ovvero Taylor Fritz, vincitore a Tulsa (doppio), Osaka (singolo), Merida (singolo). Settima piazza nel ranking per il vincitore degli Us Open, l’australiano Omar Jasika. Alle sue spalle il coreano Yunseong Chung, che ha preso parte a ben 38 tornei in stagione, ottenendo successi a Sarawak, Bradenton e Montreal (doppio), New Delhi, Chuncheon, Seogwipo (singolo). In chiusura di top ten c’è ancora un americano, Michael Mmoh (9) che chiude l’anno davanti al francese Johan Sebastien Tatlot, francese classe 1996.

In chiusura, uno sguardo agli italiani. Due i giovani tennisti nella top 100 maschile. Si tratta di Matteo Berrettini (56) e Andrea Pellegrino (100). Il primo ha vinto il doppio a Firenze e a Cordoba e il singolo a Salsomaggiore, giocando anche la semifinale a Berlino. Il secondo accede proprio questa settimane tra i primi 100 ed essendo compagno di doppio di Berrettini, anche lui ha messo in bacheca due successi in questa stagione. Ci sono poi altri sei nostri portacolori tra i primi 200 al mondo. Si tratta di Federico Bonacia (104), Simone Roncalli (127), Filippo Baldi (134), Marco Mosciatti (147), Nicolo Turchetti (148) e Jacopo Stefanini (179).

Quanto alle loro colleghe donne, la situazione è pressappoco simile. Bianca Turati (47) è l’unica top 100 della comitiva e in questa stagione ha ottenuto successi a Cordoba e Salsomaggiore. Vicina alla top 100, in posizione numero 109, c’è Verena Hofer, vicina a Georgia Brescia (118). Infine, Silvia Chinellato, numero 201 ma con buoni margini di miglioramento e buone possibilità di entrare presto nella top 200.


Nessun Commento per “RANKING ITF. IL TRONO SPETTA A CICI BELLIS E ANDREY RUBLEV”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TROFEO BONFIGLIO, ATTESA PER LA 56° EDIZIONE Mentre il circus del tennis professionistico attenderà i verdetti degli Internazionali d’Italia, a Milano sarà tutto pronto per le qualificazioni per il tabellone principale del Trofeo […]
  • US OPEN. FRITZ E GALFI. VITTORIA E PASSAGGIO TRA I PRO Chi sono e da dove vengono i giovani tennisti che hanno alzato al cielo la corona di campioni degli Us Open juniores?
  • ANDREY RUBLEV. GEMELLO RUSSO DI ZVEREV? NON SOLO Ha appena vinto il suo primo titolo Atp a Umago il russo classe 1997, diventando il più giovane vincitore del torneo ed entrando nella top 50 Atp. Lui, tuttavia, smorza gli entusiasmi: “Il […]
  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • “DIECI PICCOLI…TENNISTI” Sono giovani, sono promettenti e sono già nella top 200 della classifica Atp. I semi del futuro del tennis potrebbero essere maturi già nel 2016. E sbocciare sui campi di tutto il circus.
  • CICI BELLIS HA DECISO: “DIVENTERÓ PROFESSIONISTA” I buoni risultati arrivati in estate e il terzo turno raggiunto agli Us Open possono bastare. Catherine Bellis sarà una tennista a tutto tondo: “Sono fisicamente e mentalmente pronta per farlo”.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.