RANKING WTA: BALZO WOZNIACKI, NA LI “FANTASMA” IN TOP 5

La danese scalza Eugenie Bouchard dalla settima posizione, ma la sorpresa è il rientro della cinese al vertice della classifica. Nonostante il ritiro, la vincitrice degli Australian Open rimane tra le migliori del circuito
lunedì, 22 Settembre 2014

TENNIS – La settimana successiva ai tre tornei della zona asiatica non rivoluziona particolarmente il ranking femminile, che rimarrà in una fase di stallo fino all’inizio del torneo di Pechino. Nonostante i rari movimenti nelle zone più calde, emergono diversi avvicendamenti che racchiudono storie interessanti. Due di questi riguardano anche una top ten ancora in subbuglio, visti i cinque posti delle Finals da assegnare nell’ultimo mese a disposizione.

La corsa al torneo di Singapore si arricchisce di nuovi scenari grazie al ritiro di Na Li, annunciato recentemente dalla stessa giocatrice cinese. Immediatamente dopo l’addio alla racchetta, la vincitrice degli Australian Open porta a termine un rocambolesco sorpasso ai danni di Agnieszka Radwanska. L’ormai ex tennista torna numero 5 del mondo poichè non aveva alcun punto da difendere nei tornei settimanali, mentre la polacca era la campionessa in carica a Seoul e non è riuscita a difendere il titolo, perdendo una posizione a favore della rivale fantasma. La presenza della Li in classifica non intaccherà la race to Singapore, ma la sua permanenza fino a nuovo ordine riesce ad ostacolare le ambizioni delle altre concorrenti.

Alle spalle di questo duello sale una ritrovata Caroline Wozniacki, finalista a Tokyo e sconfitta dalla Ivanovic in finale. La mancata conquista del trofeo trova consolazione nel balzo di due gradini all’interno della top ten, riportando la giocatrice danese in settima posizione. Al nono posto, dunque, scivola Eugenie Bouchard, mentre nel mezzo rimane alla finestra una delle semifinaliste del torneo giapponese, Angelique Kerber. La tedesca rimane stazionaria così come la Ivanovic, nonostante la vittoria dell’evento. Le gerarchie tra decima e ventesima posizione rimangono immutate: per trovare un altro movimento bisogna scendere al ventunesimo e ventiduesimo posto, con l’avanzare della classe ’90. Alize Cornet e Garbine Muguruza promettono battaglia: la francese guadagna una posizione dopo il torneo perso in finale a Guangzhou, la spagnola addirittura quattro dopo la semifinale di Tokyo. Scendono Peng, Kuznetsova e Lisicki, scavalcate dalle rivali più giovani, mentre Victoria Azarenka si piazza al numero 25 in attesa di rientrare in campo. La bielorussa si ferma fino a fine stagione per risolvere il problema al piede, in modo da rientrare a pieno regime nel 2015.

Tra gli altri progressi rilevanti spiccano quelli di Casey DellAcqua e Karolina Pliskova. La prima scavalca tre avversarie ed è ventisettesima, la ceca guadagna una posizione e si attesta appena fuori dalle prime trenta grazie al successo di Seoul. Nella stessa orbita gli interessanti prospetti Belinda Bencic ed Elina Svitolina. Bene anche la finalista del torneo coreano, la naturalizzata americana Varvara Lepchenko, che piazza un +8 e vola in trentacinquesima posizione. Tra le altre vincitrici dei tornei settimanali, l’attenzione si sposta sulla rumena Monica Niculescu, best week change nelle prime cinquanta grazie al trionfo sul cemento di Guangzhou: ben diciannove posizioni guadagnate e numero 41 all’attivo.

Poche gioie, invece, per i colori azzurri. Ferme Errani e Pennetta al dodicesimo e sedicesimo posto, mentre Camila Giorgi e Roberta Vinci ne perdono uno. La marchigiana è quarantaquattresima, la tarantina segue subito dietro. Karin Knapp stazionaria al sessantaduesimo posto, Schiavone col peggior risultato settimanale tra le italiane: la Leonessa passa dalla sessantanovesima alla settantaquattresima posizione, perdendo cinque gradini e favorendo le scalate di Hercog, Van Uytvanck e Schmiedlova.

L’evento di Wuhan, partito nella giornata di oggi, rappresenta l’ultimo avamposto della tournèe asiatica prima dell’attesa manifestazione di Pechino. Il torneo nella capitale cinese è l’appuntamento principale del continente, con Serena Williams decisa a mantenere il titolo di campionessa. Dopo il China Open si tornerà a Linz, ma l’Asia regalerà i suoi ultimi scampoli sui campi di Osaka e Tianjin.


Nessun Commento per “RANKING WTA: BALZO WOZNIACKI, NA LI "FANTASMA" IN TOP 5”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA, DOVE PORTA IL RANKING DI FINE ANNO? Tutti a caccia della Halep, dalle big alle rising stars. La WTA si conferma un mondo precario, il 2019 si prepara ad altre mille sfaccettature.
  • WTA MONTREAL: “BLACKOUT” BOUCHARD, FUORI ANCHE GIORGI E KNAPP Tutti i risultati di giornata della "Rogers Cup" di Montreal, circuito femminile. Blackout Bouchard, fuori anche Giorgi e Knapp. Brillano Ivanovic, Wozniacki e Suarez Navarro.
  • PECHINO, SHARAPOVA AI QUARTI La russa è la prima qualificata alla fase successiva. La vittoria in due set sulla Suarez-Navarro la catapulta tra le migliori otto. In giornata arrivano anche i successi di Kvitova, […]
  • NEW HAVEN: GIORGI SHOW, FUORI BOUCHARD L'azzurra firma il colpaccio su Caroline Wozniacki, eliminata in due set. Continua la diaspora delle grandi: la giovane canadese crolla sotto i colpi di Sam Stosur. Qualificazioni US Open, […]
  • US OPEN, LA VOLATA A QUATTRO Fuori le italiane e una delle due finaliste della passata edizione. Serena Williams è l'unica superstite tra le favorite, poi tre outsider alla ricerca della gloria o della consacrata […]
  • AO: AZARENKA TORNA SUPER, AVANTI CORNET E KVITOVA La bielorussa ex N.1 WTA torna a livelli altissimi e supera l'ostacolo Wozniacki, nessun problema per la francese e la ceca

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.