IL RANKING SORRIDE A NA LI

Torna al n.10 della classifica Wta la giocatrice cinese dopo il successo di Birmingham. Retrocede dunque di una posizione la nostra Flavia Pennetta. Invariate le altre posizioni di vertice. Rimane in vetta Serena Williams
lunedì, 14 Giugno 2010

Settimana interlocutoria, senza grandi scossoni, per quanto riguarda le posizioni di vertice nella classifica Wta. Si è giocato nel circuito maggiore solamente a Birmingham e la maggior parte delle top players ha preferito rifiatare tra il Roland Garros e Wimbledon. A beneficiarne è stata dunque la cinese Na Li, trionfatrice nelle West Midlands, che eguaglia il suo best ranking tornando al n.10 del mondo, scalzando da quel gradino la nostra Flavia Pennetta che è quindi costretta a retrocedere al n.11.

Allez Aravane. Avanza pure la finalista del torneo sull’erba inglese. La francese Aravane Rezai, dopo il successo del mese scorso a Madrid, macina altri punti che le permettono di attestarsi in 19esima posizione, lasciandosi alle spalle due quotate atlete russe come Svetlana Kuznetsova e Dinara Safina, entrambe letteralmente in caduta libera rispettivamente al n.20 e n.21.

Queen Serena. Per il resto movimenti pressochè impercettibili tra le top 50. In vetta rimane indisturbata Serena Williams che mantiene quasi 2.000 punti di vantaggio sulla sorella Venus. Almeno per il momento il loro dominio pare rimanere incontrastato. Le americane saranno in ogni caso chiamate a confermare quanto di buono fatto nei Championships di dodici mesi fa.

Schiavone sempre lì. Il capitolo tenniste italiane non può prescindere dalla Leonessa. Francesca Schiavone resta infatti in sesta posizione, suo miglior piazzamento di tutta la carriera, dopo aver sollevato al cielo il trofeo dello Slam parigino. A Wimbledon dovrà però difendere i quarti di finale. Di Flavia abbiamo già parlato, per ciò che invece concerne Sara Errani, che ha raggiunto i quarti a Birmingham, viene consolidata la 33esima posizione in classifica. Compiono poi alcuni progressi sia Roberta Vinci (dal n.53 al n.51) e Tathiana Garbin (dal n.54 al n.53). Stabile infine anche Albertina Brianti, in 75esima posizione nel ranking Wta.


Nessun Commento per “IL RANKING SORRIDE A NA LI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ULTIMA CHIAMATA Il torneo di Mosca sancirà chi, tra Na Li e Viktoria Azarenka, staccherà l’ultimo biglietto per il Masters di Doha. Invariata invece la classifica WTA.
  • RANKING WTA, ERRANI PERDE UNA POSIZIONE Primo aggiornamento di classifica dell’anno dopo i tre tornei che hanno inaugurato la stagione. Tra le Top 10 l’unica novità è l’avvicendamento tra la numero uno italiana e Na Li che si […]
  • DOHA E UNO SLAM, GLI OBIETTIVI DI NA Dopo i buoni risultati conseguiti nella prima metà di stagione la cinese Li Na, neo top ten, analizza la situazione e punta in alto
  • LA LEONESSA IRROMPE TRA LE TOP TEN Grazie al trionfo del Roland Garros, la Schiavone raggiunge il suo best ranking al n.6 della classifica Wta. Progressi anche per la Pennetta al n.10. In caduta libera Safina e Kuznetsova. […]
  • DI NUOVO A BRACCETTO Sette anni dopo, le due sorelle Williams tornano ai primi 2 posti della classifica mondiale. La vittoria a Madrid regala invece alla Rezai per la prima volta l’ingresso tra le top 20
  • WILLIAMS IN ASCESA Con il successo a Charleston Serena Williams risale al 9° posto mondiale immaginando scenari migliori. Stabili le restanti top 10. Azzurre poco mobili

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.