RANKING WTA: QUADRO E PROIEZIONI IN VISTA DEGLI US OPEN

TENNIS - Partono gli Us Open: l'ultimo slam dell'anno potrebbe modificare profondamente gli equilibri del ranking femminile, specialmente nella top-ten. Analizziamo insieme le varie possibilità di sorpasso in un torneo che promette scintille
lunedì, 26 Agosto 2013

Tennis. Ranking WTA: Finalmente il giorno è arrivato. Oggi iniziato ufficialmente gli Us Open 2013 con già tante top-players in campo che iniziano a contendersi con ogni arma l’ultimo slam della stagione. Che questo slam segni il confermarsi delle regine o l’emergere di alcuni giovani outsiders, di certo questo slam sarà fondamentale in ottica ranking e soprattutto nella race, delineando con sempre più certezza le candidate a disputare il Masters di fine anno. Ciò che è certo, rimarrà invariata la prima posizione in classifica: Victoria Azarenka non può in nessun modo intaccare il primato mondiale nel ranking e nella race di Serena Williams, a oltre 2.000 punti di distanza dalla bielorussa. 

A parte questo, infinite sono le variazioni che può subire il ranking femminile, già abbastanza modificato dai risultati della scorsa settimana. Il salto più significativo lo ha fatto Simona Halep, vincitrice a sorpresa di New Haven battendo in finale la campionessa uscente Petra Kvitova, che da n. 23 al mondo è entrata per la prima volta in top-20 posizionandosi alla posizione n. 19. La rumena, vincitrice di ben 4 tornei quest’anno, è di certo la sorpresa più clamorosa di quest’anno e agli Us Open potrebbe conquistare il suo primo grande risultato in uno slam inserendosi nel più debole quarto del tabellone, quello presieduto da Sara Errani e Caroline Wozniacki, ultimamente non irresistibili.

Nei gradini più alti delle classifiche Angelique Kerber scavalca Petra Kvitova, che non è riuscita a confermare la vittoria di New Haven 2012, balzando dalla decima alla nona posizione. Sale Samantha Stosur (da n. 13 a n. 11) a spese di Jelena Jankovic e Roberta Vinci (n. 13), rispettivamente finalista e campionessa lo scorso anno del torneo di Dallas che è stato cancellato. Le speranze di Roberta per salire in top-ten si affievoliscono sempre più, considerato che la tarantina deve difendere i quarti di finale a New York. Per lei la conferma, e addirittura la salita in una ipotetica semifinale contro Kvitova o Azarenka, non sarebbe impossibile – ma ci vorrebbe la migliore Roberta Vinci, che di certo non si è vista nelle ultime settimane. Se osserviamo la race, scopriamo anche che l’italiana è ancora ampiamente in lizza per raggiungere il Masters: al momento Vinci è n. 11 in classifica, con 2.530 punti, a soli 350 punti di distanza dalla n. 8 della race Petra Kvitova.

Ora facciamo il punto della top-ten (escludendo ovviamente la ritirata Marion Bartoli, attualmente alla posizione n. 7), osservando rispettivamente il ranking attuale e quello ottenuto sottraendo i punti da difendere a New York:

Ranking top-10:

1. Williams S. – 12260

2. Azarenka – 9505

3. Sharapova – 8766 (non gioca)

4. Radwanska A. – 6335

5. Errani – 5125

6. Li – 4825

7. Marion Bartoli – 4246 (ritirata)

8. Wozniacki – 3490

9. Kerber – 3420

10. Kvitova – 3290

Ranking senza i punti da difendere negli Us Open:

1. Williams S. – 10260

2. Azarenka – 8105

3. Sharapova – 7866 (non gioca)

4. Radwanska A. – 6055

5. Li – 4665

6. Errani – 4225

7. Marion Bartoli – 3.766 (ritirata)

8. Wozniacki – 3485

9. Kerber – 3140

10. Kvitova – 3010

Come vediamo, il divario tra la n. 1 e la n. 2 del mondo rimane abissale, poiché sia Serena sia Vika devono difendere molti punti, rispettivamente 2.000 (W) e 1.400 (F). Sharapova non gioca e dunque perderà sicuramente i 900 punti della semifinale raggiunta l’anno scorso; quasi certamente rimarrà terza, ma potrebbe essere superata dalla polacca Agnieszka Radwanska, l’anno scorso fermata agli ottavi da Roberta Vinci, che potrebbe ritornare n. 3 al mondo solo vincendo New York. Ha poco da difendere Na Li, nel 2012 fermata al terzo turno da Laura Robson, che quest’anno dovrebbe sfidare la Radwanska in semifinale. La cinese potrebbe sorpassare Radwanska se conquistasse la finale e Agnieszka si fermasse al primo turno (cosa alquanto difficile) o se vincesse il torneo e la polacca si fermasse ai quarti di finale. Sara Errani è invece a quota 4.225 punti (se si escludono i 900 della semifinale raggiunta nel 2012) ed è in corsa aperta per il quinto posto (circa 400 i punti che la separano dalla Li) mentre potrebbe conquistare il n. 4 solo se vincesse il torneo. Wozniacki e Kerber hanno buone chances di superare Marion Bartoli, attualmente al settimo posto ma ritiratasi dal tennis: per la danese basterebbe raggiungere i quarti mentre Angie dovrebbe arrivare sino in semifinale. Segue a ruota Petra Kvitova che la settimana scorsa ha mostrato un buono stato di forma (pur perdendo con un doppio 6-2 dalla Halep in finale) e che è alla ricerca del nuovo grande risultati dopo mesi e mesi di magra.

Ovviamente molte tenniste potrebbero accedere alla top-ten scalzando le suddette. Basta un exploit e chiunque, tra le prime 25 al mondo, potrebbe issarsi a vette importantissime, dunque non vale la pena elencare caso per caso. La più vicina alle prime 10 è al momento Jelena Jankovic che, tolti i punti degli Us Open (nel 2012 un magro secondo turno), a quota 2.965 punti. Visto il suo eccellente stato di forma potrebbe fare davvero il grande ritorno nelle posizioni che contano. Seguono Samantha Stosur (2.710), Kirsten Flipkens (2.801), Sloane Stephens (2.765), Sabine Lisicki (2.610) e infine Roberta Vinci la quale, tolti i quarti dell’anno scorso, è a quota 2.565.

Come si è visto da questa semplice analisi gli equilibri nei piani alti del ranking femminile sono molto fragili e quasi certamente nel prossimo slam avverrà più di uno scossone per cambiare le carte in tavola. Staremo a vedere.

Ranking femminile e maggiori variazioni:

1 | Serena Williams / Usa
2 | Victoria Azarenka / Blr
3 | Maria Sharapova / Rus
4 | Agnieszka Radwanska / Pol
5 | Sara Errani / Ita
6 | Na Li / Chn
7 | Marion Bartoli / Fra
8 | Caroline Wozniacki / Den
9 | Angelique Kerber / Ger / +1
10 | Petra Kvitova / Cze / -1
11 | Samantha Stosur / Aus / +2
12 | Jelena Jankovic / Srb / -1
13 | Roberta Vinci / Ita / -1
14 | Kirsten Flipkens / Bel
15 | Ana Ivanovic / Srb
16 | Sloane Stephens / Usa / +1
17 | Maria Kirilenko / Rus / -1
18 | Sabine Lisicki / Ger
19 | Simona Halep / Rou / +4
20 | Carla Suarez Navarro / Esp
21 | Dominika Cibulkova / Svk / -2
22 | Sorana Cirstea / Rou / -1
23 | Nadia Petrova / Rus / -1
24 | Elena Vesnina / Rus
25 | Ekaterina Makarova / Rus / +1
26 | Jamie Hampton / Usa / -1
27 | Kaia Hanepi / Est
28 | Alize Cornet / Fra
29 | Svetlana Kuznetsova
30 | Klara Zakopalova / Cze / +3
31 | Magdalena Rybarikova / Svk / +1
32 | Laura Robson / Gbr
33 | Anastasia Pavlyuchenkova / Rus / +1
34 | Mona Barthel / Ger / -4
35 | Varvara Lepchenko / Usa
36 | Kristina Mladenovic / Fra / +1
37 | Shuai Peng / Chn / -1
38 | Urszula Radwanska / Pol / +1
39 | Madison Keys / Usa / +1
40 | Su-Wei Hsieh / Tpe / +1
41 | Lucie Safarova / Cez / -3
42 | Monica Niculescu / Rou
43 | Elina Svitolina / Ukr / +1
44 | Monica Puig / Pur / +6
45 | Julia Goerges / Ger / +3
46 | Andrea Petkovic / Ger / -3
47 | Romina Oprandi / Sui / -2
48 | Daniela Hantuchova / Svk / -2
49 | Stephanie Voegele / Sui / -2
50 | Annika Beck/ Ger / -1

54 | Francesca Schiavone / Ita / +2
55 | Karin Knapp / Ita /+4
59 | Eugenie Bouchard / Can / -2
60 | Venus Williams / Usa
65 | Donna Vekic / Cro
83 | Flavia Pennetta / Ita / +3
136 | Camila Giorgi / Ita / +1
148 | Nastassja Burnett / Ita / +1
198 | Maria Elena Camerin / Ita / +1
220 | Alberta Brianti / Ita / +2

 

 


Nessun Commento per “RANKING WTA: QUADRO E PROIEZIONI IN VISTA DEGLI US OPEN”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.