REBECCA MARINO, IL RITORNO DOPO GLI INSULTI SU TWITTER

TENNIS - Stanca di essere criticata, insultata e offesa sul web e, dopo aver cercato lavoro come cassiera e cameriera, la tennista canadese è tornata nel circuito, grazie anche a un datore di lavoro che l’ha riportata sulla retta via….
martedì, 19 Febbraio 2013

Tennis. Nella storia recente del tennis femminile sono state diverse le giocatrici ad allontanarsi per lunghi periodi dal circuito. Abbiamo visto Justin Henin stancarsi di vincere per poi tornare, oppure Kim Clijsters assentarsi per la maternità, o la breve parentesi cinematografica di Serena Williams, o ancora il ritorno di Martina Hingis. Ma il motivo che ha indotto la canadese Rebecca Marino a staccare la spina con il circuito professionistico è del tutto nuovo e allo stesso tempo incredibile, mettendo in luce gli aspetti peggiori che possono creare le moderne tecnologie, in particolare il Cyberbullismo.

Mentre un tempo i giocatori dovevano stare attenti a evitare giornalisti della carta stampata e della televisione, ora il principale pericolo sembra arrivare da un’altra direzione: i “fan” sul web. Questi il più delle volte si trasformano in veri e propri disturbatori, che criticano e insultano i giocatori per le loro prestazioni o, cosa ancora più assurda, si augurano la morte di una professionista se perde un match sul quale hanno scommesso dei soldi. Ed è propria questa l’aberrante situazione che ha dovuto patire Rebecca Marino, tennista classe 1990 che nel luglio 2011 era arrivata a occupare la posizione numero 38 della classifica Wta. “ La tua sconfitta mi è costata una fortuna, devi bruciare all’inferno, mi auguro la tua morte”, le è stato rivolte più volte su Twitter. A quel punto, stufa di quella situazione e dopo essersi confidata con amici a parenti, la Marino ha deciso di allontanarsi per un po’ dal circuito. “ I giocatori di tennis spesso vengono posti  su un piedistallo. Veniamo amati certo, ma anche criticati e spesso la gente si dimentica che siamo persone normali. Molti dicono che le parole non fanno male, ma non è così. Sentirsi dire certe cose fa veramente paura, ma più che la paura è stato il disgusto ad allontanarmi dai campi. Sono sempre stata sensibile ai commenti della gente, e quando è troppo è troppo”.

Così Rebecca è tornata a casa dalla sua famiglia, a Vancouver, imponendosi uno stop dalla durata non definita, cercando di trovare il più possibile una tranquillità perduta da tempo. Un vero peccato a detta dei molti esperti nel settore. La Marino, infatti, considerata l’età, è una tennista molto interessante che deve ancora raggiungere il suo apice. Giocatrice dal servizio potente (fra i primi 10 del circuito femminile) e dal dritto dirompente, si era fatta notare in un match all’Arthur Ashe Stadium contro Venus Williams, durante il secondo turno degli Us Open 2010. “Adesso so com’è giocare contro me stessa”, aveva dichiarato la campionessa americana a fine partita, elogiando la giovane avversaria per giocare un tennis quasi speculare al suo. Ma per fortuna, Rebecca ha avuto un incontro “fortunato” che l’ha indirizzata di nuovo sulla cosa che sa fare meglio: giocare a tennis.

Dopo che erano passati tre mesi, infatti, Rebecca incomincia a cercare lavoro come cassiera in una pasticceria o come hostess al ristorante. Ma, al secondo colloquio di lavoro, la Marino incombe in una sorpresa. Chi la dovrebbe assumere è per un caso del destino  un imprenditore che aveva giocato a tennis con lei quando era piccola. Il quale, conoscendola bene e avendo visto di persona le sue doti, l’ha incoraggiata a riprendere la racchetta, dicendole che non gli avrebbe mai dato il lavoro. Così la Marino si è convinta a tornare ad allenarsi, per incominciare a risalire la classifica dopo che il lungo stop l’aveva vista scivolare oltre la 500.ma posizione. Lo scorso settembre torna a fare tornei, riuscendo a conquistare un $25,000 in South Carolina e perdendo al primo turno agli ultimi Australian open, dove ha beneficiato di una speciale wild card. La scorsa settimana ha poi partecipato al torneo di Memphis, perdendo nelle qualificazioni, ultimo torneo che aveva giocato prima dello stop.  Attualmente si trova alla posizione 418 del ranking ma non si pone immediati obiettivi futuri da raggiungere: ”Non so se tornerò al livello di prima, ma non è questa la cosa più importante per me. Voglio solo tornare a divertirmi e a provare belle sensazioni per questo sport”. La Marino è anche tornata su Twitter, ben conscia su come affrontare eventuali brutte situazioni. “ Ho capito che se qualcuno ti insulta sul web, la cosa importante è accettare la cosa e parlarne con qualcuno. Il pericolo in questi casi è tenersi tutto dentro”.


Nessun Commento per “REBECCA MARINO, IL RITORNO DOPO GLI INSULTI SU TWITTER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • REBECCA E LE ALTRE Ad Indian Wells chiuso il 2° e ultimo turno delle qualificazioni femminili. Promosse 12 atlete, tra cui Marino, Niculescu e Cornet.
  • PRIMI MATCH TRA I POZZI Con le qualificazioni femminili scatta il torneo di Indian Wells. Poche le sorprese, con le protagoniste che rispettano il pronostico. Avanzano Marino, Niculescu e Cornet. Nessuna italiana al via
  • NOTTE RUSSA Dinara Safina e Chakvetadze onorano il loro blasone e superano il primo turno. Vittoria anche per la Makarova che supera Rebecca Marino. Vince pure la McHale
  • WTA, DOVE PORTA IL RANKING DI FINE ANNO? Tutti a caccia della Halep, dalle big alle rising stars. La WTA si conferma un mondo precario, il 2019 si prepara ad altre mille sfaccettature.
  • SERENA, CINGUETTII AMARI: SINGLE, MA NON PER SCELTA La Williams ha risposto su Twitter alle domande dei fan, ufficializzando la fine della storia d’amore con Mouratoglu e rivelando di volere dei figli. Con grande ironia poi, ha confessato […]
  • TENNIS E DEPRESSIONE, BINOMIO TUTT’ALTRO CHE IMPOSSIBILE TENNIS - Esiste la depressione nel tennis? Attraverso le testimonianze di Rebecca Marino e Jamie Baker - che di recente hanno ammesso di aver dovuto combattere contro questo demone -, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.