RESOCONTO CHALLENGER: LA SETTIMANA DEGLI SPAGNOLI CARRENO-BUSTA E RAMOS

Due i torneo del circuito minore, a San Benedetto del Tronto e a Poznan trionfano due tennisti iberici superando in due set Alessandro Giannessi e Radu Albot.
lunedì, 20 Luglio 2015

Tennis –  Domenica si sono conclusi i tornei Challenger di Poznan e San Benedetto, vedendo la vittoria di Carreno-Busta e Ramos rispettivamente su Albot e Giannessi.

Poznan, Polonia:  Sul campo centrale del tennis Parco Olimpia, Pablo Carreno Busta, da grande favorito ha rispettato i pronostici della vigilia vincendo il due set contro Radu Albot con un doppio 6-4. Il tennista spagnolo ha raggiunto il suo best ranking come n 56 del mondo. Probabilmente il numero 101 del ranking Atp ha pagato le quasi tre ore in più di gioco del suo avversario: Radu prima di giungere in finale ha giocato 3 match su 4 al terzo set. Nel primo set Carreno Busta è riuscito a perforare le difese dell’avversario il strappandogli il servizio sul 5-3 chiudendo il primo parziale dopo 41 minuti.

Nel secondo set  lo spagnolo ha iniziato a condurre sin dall’inizio con colpi incisivi per potenza e precisione, Radu Albot ha avuto 4 occasioni per brekkare Carreno ma il secondo set si è chiuso, come il primo, sul punteggio di 6-4, Albot ha concesso troppe occasioni sulla seconda di servizio che era tremendamente attaccabile amministrazione dallo spagnolo. Il numero 56 del mondo succede così a David Goffin, vincitore del torneo nella passata edizione. Lo spagnolo nel percorso che lo ha portato al titolo ha servito quasi 30 ace.

 

San Benedetto del Tronto, Italia: Albert Ramos-Vinolas ha ottenuto il settimo torneo nella serie cadetta dopo  quattro vittorie in Italia e tre in Spagna rientrando anche in top 60 come n 57 del ranking Atp. Il 27enne spagnolo ha il suo best ranking come n 38 del mondo (2012) e domenica contro Alessandro Giannessi ha concesso poco o  nulla all’italiano che ha dovuto arrendersi dopo 97 minuti. “Stavo bene sia fisicamente che mentalmente, il mio avversario è stato semplicemente più forte di me” – ha detto  Giannessi alla fine del match che lo ha visto perdente con un punteggio di 6-2 6-4, punteggio giusto e neanche tanto severo. Questo match servirà come punto di partenza per il giovane italiano che spera di tornare a ridosso dei primi 100 del mondo dopo la 126° posizione del 2012 e che torna da 8 mesi di stop per infortunio come ha ribadito durante la premiazione: “Prima di tutto i complimenti ad Albert e all’organizzazione del torneo che ha fatto un ottimo lavoro, sono molto felice di questa settimana che mi ha permesso di tornare subito ad alto livello dopo gli otto mesi di stop”.

Un rullino di marcia impeccabile per il tennista spagnolo che in 5 incontri non ha concesso neanche un set battendo altri 3 italiani: Eremin, Lorenzi e Cecchinato: “L’Italia è come una seconda casa per me, ci ho vinto quattro Challenger. I complimenti a Giannessi, e il ringraziamento più grande va a questo pubblico, che, nonostante giocassi contro un italiano, non mi ha mai mancato di rispetto” conclude soddisfatto Ramos.

 


Nessun Commento per “RESOCONTO CHALLENGER: LA SETTIMANA DEGLI SPAGNOLI CARRENO-BUSTA E RAMOS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.