RESOCONTO CHALLENGER: OK VESELY, GONZALEZ E DANIEL

Settimana piena di tornei nel circuito minore: si è giocato a Prostejov, Mestre, Manchester, Furth e Gimcheon.
mercoledì, 10 Giugno 2015

Tennis –  Prostejov (Repubblica Ceca): Jiri Vesely ha difeso con successo il suo titolo a Prostejov sabato scorso, sconfiggendo il serbo Laslo Djere per 6-4, 6-2 in un’ora e 28 minuti. Il numero 46 del ranking Atp ha messo a referto un’impressionante 82% di punti vinti con la prima in campo salvando tutti e tre le palle break affrontate. Il giovane ceco ha vinto il suo 5° titolo Challenger ed è diventato il secondo giocatore nel 2015 a trionfare sia nell’ ATP World Tour (ad Auckland) sia nel circuito Challenger.

  “La partita poteva sembrare facile, ma non lo era affatto” dice Vaseley alle telecamere “sapevo che Djere sarebbe stato un po ‘più nervoso, ma la sua difesa è stata davvero ottima. Si è mosso bene in campo e ha coperto bene la palle corte. Mi sono affidato al mio servizio, che mi ha aiutato a salvare le palle break offerte. Sono stato più attivo, ma ero ancora abbastanza nervoso. Che ci crediate o no, sono contento che la partita sia finita. Continuavo a pensare che dovevo difendere il titolo dell’ anno scorso. Ma più pensavo a questa cosa, più difficile e complicato sembrava essere”.

Mestre (Italia): in territorio nostrano è Maximo Gonzalez ad ottenere la vittoria, per Gonzalez è il 15° titolo vinto in carriera grazie al netto 6-1, 6-3 inflitto a Jozef Kovalik. Il 31enne argentino ha convertito tutti e quattro le palle break conquistate dimostrando un cinismo esemplare. Il sudamericano è il 10 ° tennista di età superiore ai 30 anni ad ottenere un titolo nel circuito di quest’anno e pareggia i 15 tornei Challenger vinti da Michael Russell, Ricardo Mello, Younes El Aynaoui e del connazionale Carlos Berlocq.

Manchester (Inghilterra): all’Aegon Manchester Trophy l’ha spuntata Samuel Groth avendo la meglio su Luke Saville per 7-5, 6-1.  Groth meravigliato ha ammesso: “E ‘piuttosto sorprendente avere il mio nome affianco a  nomi come Sampras e McEnroe sul trofeo. Ogni volta che si vince un torneo è una grande sensazione ed è un ottimo modo per me di  iniziare la mia stagione sull’erba. Ho iniziato abbastanza bene. C’è sempre nervosismo in ​​una finale, soprattutto quando è il primo torneo su una superficie ed era probabilmente una partita in cui ero favorito e tutti si aspettavano che dovessi vincere”.

Furth (Germania): momento d’oro per Taro Daniel che ha ottenuto il suo secondo titolo in cinque settimane con la vittoria in finale contro un veterano del circuito come Albert Montanes, battuto con il punteggio di 6-3, 6-0 in 65 minuti nella finale di Domenica. Daniel, è riuscito a convertire cinque delle dodici palle break vincendo il 70% dei punti al servizio.

Gimcheon (Corea del Sud): nella città asiatica è stato Alexander Sarkissian ad alzare il trofeo. Il 25enne americano ha sconfitto il connazionale Connor Smith per 7-6 (5), 6-4.


Nessun Commento per “RESOCONTO CHALLENGER: OK VESELY, GONZALEZ E DANIEL”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.