“RG A FINE SETTEMBRE? SIAMO FIDUCIOSI, MA DOBBIAMO ESSERE CAUTI”

Il direttore dello Slam parigino spera che il torneo si possa disputare regolarmente e auspica anche la presenza di pubblico sugli spalti
martedì, 26 Maggio 2020

TENNIS – In attesa di conoscere quali saranno i prossimi sviluppi della delicata emergenza Coronavirus che ha colpito praticamente tutto il mondo, il tennis (come anche altri sport tra cui il calcio) prova a ripartire nelle prossime settimane con la speranza di poter vedere tutti di nuovo in campo negli ultimi mesi del 2020. L’attenzione naturalmente, dopo lo stop di tutte le attività prolungato ufficialmente fino al prossimo 31 luglio, si focalizza sul Roland Garros, spostato al momento a fine settembre da parte degli organizzatori. E il direttore del torneo parigino Guy Forget, pur essendo consapevole delle difficoltà attuali, continua ad avere un atteggiamento positivo in merito alle date annunciate lo scorso mese di marzo.

“Non è stato ancora diffuso alcun comunicato ufficiale – ha affermato il transalpino – ma le possibilità che il Roland Garros si svolga tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre ci sono. In questo momento posso solo dire che stiamo lavorando a stretto contatto con Atp, Wta e Itf per riuscire a strutturare nel miglior modo possibile il circuito da qui alla fine dell’anno”. Anche perché in questo modo lo Slam parigino andrebbe quasi a sovrapporsi con gli Us Open, che se dovessero essere disputati secondo le date canoniche si concluderebbero appena una settimana prima dell’inizio del Roland Garros “autunnale”. ““Ci sono ancora tanti punti interrogativi – ha detto Forget – dato che purtroppo la città di New York a livello di Coronavirus è molto più colpita rispetto alla Francia intera. Gli organizzatori statunitensi stanno anche affrontando tanti problemi logistici e adesso non possiamo fare altro che aspettare l’annuncio programmato per la metà di giugno per capire quale sarà il destino degli Us Open”. D’altra parte la situazione negli Stati Uniti è effettivamente piuttosto pesante e non è escluso che lo Slam newyorchese possa essere addirittura spostato a novembre, cosa che lascerebbe campo libero al Roland Garros e alla possibilità di inserire nel calendario anche gli Internazionali d’Italia evitando qualsiasi incidente diplomatico con la direzione del torneo americano. Guy Forget però non si è limitato ad esprimere ottimismo soltanto sulla disputa del Roland Garros, ma ha anche fatto capire che spera nella possibilità di vedere un certo numero di spettatori sugli spalti degli impianti parigini, auspicando un netto miglioramento della situazione da qui al mese di settembre. ““Vedremo – ha concluso il francese – quali saranno gli sviluppi dei prossimi due mesi. Di certo ci atterremo alle direttive del nostro Governo, ma dobbiamo essere comunque ottimisti e la speranza è che il Roland Garros si possa svolgere nel migliore dei modi”.

(Nella foto Guy Forget – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “"RG A FINE SETTEMBRE? SIAMO FIDUCIOSI, MA DOBBIAMO ESSERE CAUTI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.