RG14: AVANZANO FOGNINI E SEPPI, BOLELLI OUT

Roland Garros: Bolelli raccoglie sette giochi contro il numero 5 del mondo. Andreas Seppi avanza invece al terzo turno, piegando Juan Monaco in tre set. Stesso risultato anche per Fabio Fognini, che piega il brasiliano Thomaz Bellucci
giovedì, 29 Maggio 2014

Parigi (Francia). Si conclude con un bilancio di due vittorie e una sconfitta il secondo turno del Roland Garros 2014 per i colori italiani. Simone Bolelli non riesce nell’impresa di impensierire il numero 5 del mondo David Ferrer ed esce sconfitto con un sonoro, ma forse bugiardo 6-2 6-3 6-2 dopo un’ora e 51 minuti di gioco. Avanza invece al terzo turno Andreas Seppi, testa di serie numero 32, che si sbarazza più facilmente del previsto dell’argentino Juan Monaco in tre set, chiusi con il punteggio di 6-2 6-3 6-4. Continua la marcia a pieno ritmo anche Fabio Fognini, quattordicesimo favorito del torneo, che piega Thomaz Bellucci per 6-3 6-4 7-6(2). Per una volta, con due azzurri al terzo turno, il settore maschile raggiunge un risultato migliore di quello femminile, che porta al terzo turno la sola Sara Errani.

(5) Ferrer b. Bolelli 6-2 6-3 6-2. È un punteggio bugiardo quello che punisce oltremisura un Bolelli, meritevole almeno di qualche game in più contro uno spietato David Ferrer. Ovviamente il ritmo dello spagnolo, specie su questa superficie, è insostenibile per l’attuale numero 150 del mondo, che con il rovescio è costretto a perdere sempre campo, mentre con il diritto deve necessariamente forzare nel tentativo di abbreviare gli scambi, ma ciò lo porta naturalmente a sbagliare moltissimo (49 errori non forzati in totale). Ferrer imposta il match saggiamente, chiudendo l’italiano nell’angolo sinistro, per poi accelerare alla prima palla più corta. Bolelli può fare poco, ma sia nel primo, che nel secondo set, è lui ad avere per primo palla break. Purtroppo però nel corso dell’incontro non riesce a sfruttare nessuna delle 4 occasioni che gli concede Ferrer sul suo servizio e alla fine è inevitabile che la sconfitta assuma proporzioni anche abbastanza pesanti, con i soli sette game racimolati. Il risultato odierno, contro un avversario obiettivamente fuori portata, non toglie assolutamente nulla all’ottimo torneo di Bolelli, bravissimo a qualificarsi e a centrare un secondo turno, prezioso nell’ottica della graduale risalita verso posizioni di classifica più consone al suo indiscutibile talento.

(32) Seppi b. Monaco 6-2 6-3 6-4. Si rivela meno complicato del previsto il secondo turno di Andreas Seppi, che in poco meno di due ore e mezza si impone sul terraiolo argentino Juan Monaco, con relativa facilità. Agevolato da un avversario lontano dai fasti di un tempo (nel luglio del 2012 “Pico” era numero 10) e debilitato da un infortunio addominale palesatosi alla fine del primo set, l’altoatesino interpreta saggiamente la partita, spingendo al momento giusto e  imbrigliando il suo avversario in lunghi scambi al termine dei quali è quasi sempre l’argentino a sbagliare o ad accorciare per primo. Scivolati via con relativa facilità i primi due parziali, nel corso dei quali Andreas ha sempre il comando sia dal punto di vista del gioco, che da quello del punteggio, l’italiano si ritrova sotto di un break all’inizio della terza partita. Il vantaggio di Monaco dura però lo spazio del successivo, lottato quarto gioco, che premia Seppi e lo riporta avanti. Dopo aver annullato quattro pericolose palle break nel settimo game, l’altoatesino piazza la zampata decisiva sul 5-4 in suo favore, concretizzando il secondo match point, che suggella la conquista del terzo turno parigino per il terzo anno consecutivo (il miglior risultato sono gli ottavi del 2012). Al prossimo turno purtroppo, Seppi trova uno degli avversari più scomodi che potesse capitargli, ovvero David Ferrer.

(14) Fognini b. Bellucci 6-3 6-4 7-6(2). Prestazione da grande giocatore quella di Fabio Fognini, che senza strafare si libera di un avversario potenzialmente ostico come Thomaz Bellucci, portando a casa il match in tre set, senza accusare, per una volta, uno di quei passaggi a vuoto che caratterizzano le prove del campione ligure. Il match viene spostato sul campo 3 (lo stesso di Seppi) per il prolungamento del programma sul due. Per i primi due set, Fabio comanda il gioco imponendo la sua maggiore velocità di palla, controllando la partita con facilità. Una prova impeccabile al servizio (due sole palle break concesse nelle prime due partite) permettono a Fognini di massimizzare i due break conquistati in avvio di match e nel settimo gioco del secondo set. La terza frazione sembra ricalcare l’andamento delle prime due, ma avanti 4-2, Fabio cede per la prima volta il proprio turno di battuta e si fa successivamente trascinare al tiebreak dal giocatore brasiliano, nel frattempo salito leggermente con i colpi da fondo campo. Nel gioco di spareggio Fognini torna a brillare e a comandare il gioco, prevalendo senza problemi, anche con l’aiuto del suo avversario. Con questa vittoria Fabio conquista per il quinto anno consecutivo il terzo turno al Roland Garros (miglior risultato i quarti del 2011). Affronterà con ogni probabilità Gael Monfils, contro il quale ha ottimi ricordi qui a Parigi.

 

 


Nessun Commento per “RG14: AVANZANO FOGNINI E SEPPI, BOLELLI OUT”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.