RG. MURRAY: “CONTRO STAN DEVO ESSERE AL TOP”. MUGURUZA: “DURA CONTRO STOSUR”.

Novak Djokovic si complimenta con Roberto Bautista Agut: “Sulla terra ha grandi qualità”. Dominic Thiem affronterà David Goffin: “Ci alleniamo spesso insieme. Credo che sarà una bella partita da vedere”.

Tennis – Dopo tre giorni di meteo pessimo e un numero abbastanza consistente di partite iniziate e non concluse, sospese e rinviate, finalmente si Parigi è riuscita a vivere una giornata completa di tennis. Il calendario ha subito forti modifiche, così per quanto riguarda la parte alta dei due tabelloni si sono giocati gli ottavi di finale, mentre per quanto riguarda la parte bassa i quarti.

Il numero 1 del mondo Novak Djokovic conclude finalmente il suo match di quarto turno contro Roberto Bautista Agut, vincendo 3-6 6-4 6-1 7-5 e rendendo l’onore delle armi al proprio avversario: “È un giocatore con grandi qualità sulla terra battuta. Ho l’impressione di aver giocato tre partite contro di lui e ho dovuto cercare di essere concentrato al massimo per batterlo” ha riferito il serbo al termine del match.

Ottavi di finale, contro Marcel Granollers, anche per Dominic Thiem, uscito vincitore per 6-2 6-7 (2) 6-1 6-4. L’austriaco si qualifica per la prima volta in carriera per i quarti di finale di uno slam: “Due anni fa ho assistito alla semifinale giocata da Gulbis e non credevo possibile che un giorno avrei giocato anche io per arrivare a questo traguardo. Mi sento veramente bene”. Il suo prossimo avversario sarà David Goffin: “Ci alleniamo spesso insieme e ci frequentiamo anche fuori dal campo. Penso che sarà una bella partita da giocare e da guardare”.

Avanza al turno successivo, ma stavolta si tratta della semifinale, anche il defending champion Stan Wawrinka, che dopo aver sofferto al primo turno è riuscito a ritrovare il proprio gioco. 6-2, 6-1, 7-6 il punteggio con cui lo svizzero ha eliminato il sorprendente Albert Ramos Viñolas, un punteggio che però non lascia completamente soddisfatto il numero 4 del mondo: “Nella fase finale del match il mio avversario ha giocato meglio di me e io ho fatto qualche errore di troppo. Ma sono soddisfatto di aver vinto anche stavolta in tre set”. Per lui si aprono ora le porte dell’attesa semifinale contro Andy Murray, il quale ha battuto il beniamino di casa Richard Gasquet con il punteggio di 5-7, 7-6 (3) 6-0 6-2: “È stato molto importante vincere il secondo set. Era una partita molto fisica in quel momento” ha detto il numero 2 del mondo e del torneo al termine del match. “Stan – ha dichiarato parlando del suo prossimo avversario – sta giocando un grande tennis. Sarà difficile batterlo, ma spero di giocare al massimo per conquistare la mia prima finale qui al Roland Garros”.

Per quanto riguarda le donne, Timea Bacsinszky ha vinto 6-2, 6-4 contro Venus Williams: “Ho trovato molto difficile scendere in campo oggi, anche se avevo impostato bene la tattica avendo avuto tre giorni di tempo per studiare il match. È stato importante vincere in due set perché adesso non ci sono più grandi pause tra una partita e l’altra” ha detto riferendosi al calendario rivoluzionato a causa del maltempo.

Kiki Bertens, invece, si è sbarazzata dell’altra americana Madison Keys (7-6, 6-3): “Le palline erano molto pesanti oggi e ho sentito un certo dolore alla spalla. Inoltre, i miei colpi erano meno incisivi del solito. Ad ogni modo, credo di aver fatto un buon lavoro. Lo conferma anche questo risultato”.

Serena Williams ha spazzato via Elena Svitolina, lasciandole la miseria di due game in tutto l’incontro. La numero 1 del mondo ha vinto quasi il doppio dei punti della sua avversaria: “Ho giocato molto bene e al di la del risultato questo test era importante perché la mia avversaria è in grado di mandare indietro molte palle. È stato davvero positivo giocare questo tipo di match per me”.

Samantha Stosur, invece, si prepara alla semifinale contro Garbiñe Muguruza, la sua quarta semifinale dopo aver battuto Tsvetana Pironkova con il punteggio di 6-4, 7-6: “Ero nervosa – ha detto al termine del match la tennista bulgara – ho fatto alcuni errori nonostante abbia tenuto bene molti scambi. Penso che Samantha possa fare anche meglio del 2010 in questa edizione del torneo. Sembra in forma e colpisce la palla molto bene”. “Sarà molto dura contro Garbiñe – sostiene invece la veterana australiana – dovrò giocare bene e trovare qualche soluzione per metterla in difficoltà”.

La tennista spagnola non sarà sicuramente d’accordo: “Voglio assolutamente andare avanti. La vittoria di oggi – 7-5, 6-3 contro Shelby Rogers – ne è una dimostrazione e spero di poter vincere fino all’ultimo giorno”. Anche la spagnola di origini venezuelane, però, si rende conto della forza della sua prossima avversaria: “Non ho giocato tante volte contro di lei, ma è una tennista che ha raggiunto la finale agli Us Open e anche qui. Sarà una partita molto difficile”. Nota di merito per Shelby Rogers, americana della Carolina del Sud e classe 1992, molto felice per primo quarto di finale Slam raggiunto in carriera: “È stata la partita più importante della mia vita, penso sia abbastanza chiaro. Ho cercato di gestire bene le emozioni e penso di esserci riuscita. Ma lei sapeva bene cosa fare nei momenti importanti del match. È questa la grande differenza che c’è stata in campo”.

Foto: Andy Murray è alla ricerca della sua prima finale al Roland Garros (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “RG. MURRAY: “CONTRO STAN DEVO ESSERE AL TOP”. MUGURUZA: “DURA CONTRO STOSUR”.”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.