RIO 2016: BRONZO A SAFAROVA/STRYCOVA NEL DOPPIO

Lucie Safarova e Barbora Strycova vincono la medaglia di bronzo nel derby ceco contro Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka, che al contrario si devono accontentare di un quarto posto.

Tennis. Nel derby ceco si impongono Lucie Safarova e Barbora Strycova (7-5, 6-1) che si aggiudicano il terzo posto sul podio del torneo di doppio, dopo aver battuto ai quarti le nostre azzurre Sara Errani e Roberta Vinci.

Il match. Nel primo set sono andate subite in vantaggio le connazionali Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka: avanti per 3 giochi a 1, hanno però subito la rimonta di Safarova/Strycova. Sul 3-2, Hlavackova/Hradecka hanno tenuto il game di servizio portandosi sul 4-2, ma da qui nessuna coppia ha concesso break, dunque si è arrivati alla parità sul 5-5. L’importante break decisivo è arrivato proprio su questa parità: a conquistarlo sono state Safarova/Strycova che avanti 6-5 hanno chiuso il primo parziale. Nel secondo non c’è stata lotta: le vincitrici del primo set si sono portate avanti per 3 giochi a 1: Hlavackova/Hradecka hanno perso la battuta come i restanti game, lasciando la medaglia di bronzo alle connazionali Safarova/Strycova.

Nel doppio misto le semifinali hanno visto il trionfo della coppia statunitense Venus Williams/Rajeev Ram contro gli indiani Sania Mirza e Rohan Bopanna; mentre il duo ceco di Radek Stepanek/Lucie Hradecka sono stati sconfitti dall’altro tandem statunitense di Jack Sock/Bethanie Mattek-Sands.


Nessun Commento per “RIO 2016: BRONZO A SAFAROVA/STRYCOVA NEL DOPPIO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.