RIO 2016. SETTIMA OLIMPIADE PER LEANDER PAES

Il tennista indiano giocherà il doppio maschile del torneo a cinque cerchi in coppia con Rohan Bopanna. La sua prima apparizione alle Olimpiadi risale ad Atlanta 1996.
martedì, 2 Agosto 2016

Tennis – Il suo personalissimo record Leander Paes lo ha già battuto quando il suo nome è apparso nella entry list del torneo olimpico. A Rio 2016 l’indiano classe 1973 prenderà parte alla sua settima Olimpiade e coronerà con una nuova soddisfazione la sua quasi trentennale carriera.

A 43 anni già compiuti Leander Paes sarà uno degli atleti più anziani della manifestazione. Nel 1972, un anno prima che Paes nascesse, i suoi genitori parteciparono alle Olimpiadi di Monaco. Il padre fu medaglia di bronzo nell’hockey su prato, la madre partecipò come capitano della nazionale di bascket.

Insomma, il destino del vincitore di 18 prove del Grande Slam tra doppio e doppio misto era già scritto prima della sua nascita. Non a caso, la sua storia olimpica riporta anche la vittoria del bronzo in singolare alla prima partecipazione avvenuta ad Atlanta 1996. Nel 2000, alle Olimpiadi di Sydney, Paes è stato persino portabandiera per la propria nazione.

Tuttavia, l’attualità non è così rosea come la storia. La partecipazione di Leander a questi giochi è stata accompagnata da qualche polemica in patria. Rohan Bopanna, che sarà suo compagno di doppio, avrebbe preferito giocare in coppia con Saketh Myneni, giocatore sicuramente più giovane e anche meglio classificato. È stata la Federtennis indiana a “imporgli” Paes.

Una situazione che riporta alla mente la travagliata partecipazione della leggenda del tennis indiano a Londra 2012. In quell’occasione Leander Paes aveva minacciato di boicottare la competizione rifiutando di essere accoppiato giocatori di bassa classifica. Così la Federazione lo aveva accontentato permettendogli di giocare il doppio maschile con Vishnu Vardhan e il doppio misto con Sania Mirza. Ma i risultati erano stati parecchio deludenti. Nel torneo di doppio maschile Paes era stato eliminato dai connazionali Mahesh Bhupathi e Rohan Bopanna. Nel misto, invece, la sua corsa si era fermata nei quarti di finale contro Max Mirnyi e Victoria Azarenka, i futuri vincitori della medaglia d’oro.

Polemiche o no, Leander Paes farà parte della spedizione indiana per Rio de Janeiro e giorno 5 parteciperà alla cerimonia di apertura della trentunesima Olimpiade estiva, la sua settima. E la sua longevità è un fatto che non può essere contestato.

La sua carriera è iniziata nei primi anni ’90. Leander Paes è stato numero 1 del mondo in singolare da juniores, vincendo Wimbledon e Us Open. Nel 1996 è salito sul terzo gradino del podio delle Olimpiadi, regalando all’India la sua prima medaglia individuale dopo 40 anni. I suoi migliori risultati, ad ogni modo, li ha ottenuti nei tornei di doppio, vincendo ben 65 titoli in carriera (54 nel doppio maschile e 10 nel misto). In questa stagione ha alzato al cielo anche il trofeo del Roland Garros, giocando in coppia con Martina Hingis. Il nome della leggenda svizzera può essere accostato a quelli di Rafael Nadal, Andy Murray e Stan Wawrinka, che a turno hanno avuto l’onore e l’onere di giocare al fianco del grande tennista indiano.

Un personaggio mitico Leander Paes, uno che nel 2003 ha dovuto lasciare il tennis per sei mesi a causa di un ascesso – i medici inizialmente avevano pensato a un tumore – ma che è rientrato più forte e più agguerrito di prima. Uno che nel proprio paese è una sorta di istituzione, ha preso parte anche al film Rajdhani Express, interpretando un gangster. Uno che non perde mai il sorriso e che ama tantissimo lo sport che lo ha reso famoso in patria e nel mondo. Insomma, uno degli attori più importanti del grande circus del tennis, che ancora oggi ha grande voglia di competere. Sette Olimpiadi non si giocano per caso.

Foto: Leander Paes giocherà la sua settima Olimpiade a Rio de Janeiro (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “RIO 2016. SETTIMA OLIMPIADE PER LEANDER PAES”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.