ROBERT FARAH E NICOLAS JARRY SQUALIFICATI PER DOPING

Il colombiano e il cileno sono risultati positivi a due controlli che risalgono agli scorsi mesi di ottobre e novembre
mercoledì, 15 Gennaio 2020

TENNIS – E’ stato scosso da due squalifiche provvisorie per doping il mondo del tennis maschile nelle ultime ore. Proprio a pochi giorni dall’inizio degli Australian Open infatti, il cileno Nicolas Jarry e il colombiano Robert Farah numero un del mondo di doppio sono stati fermati a seguito di controlli che hanno dato esito positivo ad alcune sostanze proibite.

L’ITF ha annunciato che Jarry è risultato positivo a un controllo risalente 19 novembre scorso durante le Finals della Coppa Davis disputate a Madrid. Nel secondo campione delle sue urine sono state trovate tracce di due sostanze anabolizzanti, ovvero il ligandrol e il stanozololo, entrambe proibite dalla Wada, e dopo l’accusa della violazione formalizzata lo scorso 4 gennaio, il 14 è scattata la squalifica provvisoria per l’attuale numero 78 della classifica mondiale. Jarry ha prontamente fatto sentire le proprie ragioni tramite il suo profilo Twitter, condividendo un messaggio nel quale ha dichiarato di non aver mai assunto volontariamente sostanze vietate. Il cileno ha spiegato che con ogni probabilità deve aver assunto tali sostanze in maniera involontaria nel momento in cui ha preso un multivitaminico brasiliano che secondo il suo medico non conteneva alcuna sostanza proibita. E adesso cercherà di dimostrare la sua innocenza insieme ai suoi avvocati, sperando di poter far luce su questa scomoda vicenda

Cosa che cercherà di fare anche Robert Farah, attuale numero uno al mondo di doppio dopo gli storici trionfi dello scorso anno a Wimbledon e agli Us Open insieme al connazionale Juan Sebastian Cabal. Anche il colombiano si è affidato al proprio profilo Twitter per annunciare ai suoi fans che sta già lavorando con i suoi legali per dimostrare la propria innocenza, intanto però il Comitato Olimpico Colombiano ha annunciato la sua squalifica. Ma secondo Farah la presenza di questa sostanza all’interno delle carni colombiane può falsare i risultati dei controlli, e nelle prossime settimane cercherà di dimostrarlo per riuscire a tornare in campo prima possibile. Di certo la sua delusione per l’impossibilità di partecipare agli Australian Open, dove l’anno scorso arrivò in finale insieme a Cabal, è grande, ma adesso il colombiano ha una partita molto più difficile da affrontare.

(Nella foto Robert Farah – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ROBERT FARAH E NICOLAS JARRY SQUALIFICATI PER DOPING”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DOPING, GUAI ANCHE PER MARIN CILIC TENNIS – Il numero 15 del mondo, il croato Marin Cilic, sarebbe risultato positivo ai controlli antidoping nel mese di Aprile. Troppo glucosio nel sangue avrebbe inciso sulla positività […]
  • IL DUBBIO È PEGGIORE DELLA CONDANNA TENNIS – Il Cas di Losanna ha ridotto la squalifica comminata a Viktor Troicki da 18 a 12 mesi. Potrà rientrare il 15 luglio 2014. Ma la verità non la conosce nessuno. Il serbo: «I miei […]
  • CASO SHARAPOVA. JOHN MCENROE: ”NON MI CONVINCE” L’ex numero 1 del mondo, vincitore di sette Slam in carriera, resta molto scettico sulla versione offerta dalla siberiana ai media: “Molto difficile che nel suo staff non si siano accorti […]
  • DOPING, TEMPO DI RICORSI PER CILIC E TROICKI TENNIS – La telenovela doping continua. Marin Cilic e Viktor Troicki in questi giorni si sono attivati con i loro team legali per ricorrere alle squalifiche inferte loro dall’ITF. Nel […]
  • DJOKOVIC: “TROICKI È INNOCENTE, BISOGNA CAMBIARE LE REGOLE!” TENNIS – Il serbo Novak Djokovic sta portando avanti una campagna per cambiare le regole in sede anti-doping. L’ormai ex n°1 al mondo si schiera dalla parte del compagno e amico Viktor […]
  • MARIA SHARAPOVA: “HO COMBATTUTO PER LA VERITÁ” La siberiana tornerà a giocare il 26 aprile sui campi di Stoccarda: “Sarà difficile, ma ho ancora tante motivazioni”. Ma il colpo di mano fatto dall’organizzazione per permetterle di […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.