ROBERTA VINCI CADE A DUBAI, MENTRE A RIO AVANZA LA BURNETT

TENNIS - A Dubai Roberta Vinci incorre nella sesta sconfitta al primo turno di questo 2014; a batterla è Sorana Cirstea. Avanzano anche Makarova e Venus Williams. A Rio de Janeiro la 21enne Nastassja Burnett, dopo aver passato le qualificazioni, batte la sesta testa di serie del seeding, Maria Teresa Torro-Flor.
lunedì, 17 Febbraio 2014

DUBAI – Prosegue il periodo buio per la trentenne Roberta Vinci. Al Dubai Duty Free Tennis Championships la tarantina ha infatti rimediato la sesta sconfitta al primo turno durante questo avvio di 2014. 6-4 6-3 lo score con cui l’azzurra ha ceduto alla ventitreenne rumena Sorana Cirstea in appena un’ora e sette minuti di gioco. Roberta Vinci era partita bene, avvantaggiandosi di un break nel game di apertura e, seppure la Cirstea era riuscita a riguadagnare campo e terreno prendendosi al quarto gioco la battuta della sua avversaria a zero, è stata sempre l’italiana a riportarsi in vantaggio di un break sul 4-3. Al che, un nuovo break subito a zero è stato il preambolo di altri due game consecutivi messi in saccoccia dalla Cirstea per il 6-4. Nella ripresa la Vinci è nuovamente tornata a condurre 2-0 ma, per l’ennesima volta, il suo calo ha coinciso con la crescita della Cirstea, sfrecciata sul 4-2. L’ultima illusione per Roberta è stata rappresentata dal recuperare il break, per poi perdere subito il proprio turno di servizio e mandare Sorana Cirstea a servire per il match per il 6-3 conclusivo.

Giornata ostica per il tennis russo. Sono stati tre i match che hanno visto coinvolta almeno una tennista appartenente alla  (ormai ex) Terribile Armata ma, non fosse stato per il derby tra Ekaterina Makarova ed Alisa Kleybanova, nemmeno si sarebbe affacciata al secondo round. Durissimo l’impatto di Elena Vesnina contro Venus Williams. Sotto allo sguardo di Serena; Venus è finalmente riuscita a vendicare le due sconfitte subite per mano della ventisettenne di Sochi; sul cemento di Cincinnati nel 2013 e, soprattutto sull’erba del cinque volte suo Wimbledon nel 2012. Appena cinque i game racimolati dalla Vesnina, nell’arco di un oretta di gioco. Ha sbattuto contro lo stesso punteggio anche Nadia Petrova. Precipitata a numero 117 del mondo a causa di una catena di infortuni, ancora provata per il terribile lutto familiare che l’ha colpita a fine 2013; la moscovita non è riuscita ad onorare al meglio la wild card concessale dagli organizzatori dell’evento piegandosi al cospetto di Carla Suarez Navarro. Tra Alisa Kleybanova ed Ekaterina Makarova è quest’ultima ad essere prevalsa; seppure dopo essersi complicata la vita più dovuto. In vantaggio 6-4 5-3, la numero 24 del ranking si è spenta e, persa la seconda manche al tie-break, si è ritrovata in svantaggio di un break nella tornata decisiva. I consigli di Anastasia Myskina e, principalmente, l’ancora non ottimale tenuta della Kleybanova, hanno aiutato Ekaterina a rimettersi in carreggiata. Un percorso, quello della russa, quanto mai ostile dato che la sua prossima avversaria sarà Serena Williams.

Ritornata in campo dagli Australian Open, la ventenne di Plantation, Sloane Stephens fa subito le valigie. A porre fine al torneo della numero 18 del mondo è la ceca Lucie Safarova, impeccabile nell’imporsi con il punteggio di 6-3 7-5.

In mattinata si sono inoltre disputati gli ultimi match per decretare le qualificate al tabellone principale. Accedono al main draw Flavia Pennetta, Annika Beck, Karolina Pliskova e Maryna Zanevska. L’azzurra si è imposta nettamente su Yvonne Meusburger e al primo turno dovrà vedersela con l’estone Kaia Kanepi. Non ce l’ha invece fatta Camila Giorgi, battuta dalla Pliskova; la quale si è ritrovata associata a Kirsten Flipkens. La tedesca Beck, autrice dell’eliminazione di Eugenie Bouchard, affronterà invece Samantha Stosur. Va peggio all’altra teutonica Mona Barthel, superata dall’ucraina Zanevska, che in regalo si è beccata Jelena Jankovic.

Dubai Duty Tennis Championships. Emirati Arabi. Primo turno:

Ekaterina Makarova (Rus) def. Alisa Kleybanova (Rus) 6-4 6-7 6-4

Venus Williams (Usa) def. Elena Vesnina (Rus) 6-3 6-2

Carla Suarez Navarro (Esp) def. Nadia Petrova (Rus) [W] 6-3 6-2

Lucie Safarova (Cze) def. Sloane Stephens (Usa) 6-3 7-5

Dubai Duty Tennis Championships. Emirati Arabi. Terzo turno qualificazioni:

Flavia Pennetta (Ita) def. Yvonne Meusburger (Aut) 6-1 6-3

Karolina Pliskova (Cze) def. Camila Giorgi (Ita) 7-5 6-2

Annika Beck (Ger) def. Eugenie Bouchard (Can) 6-1 6-4

Maryna Zanevska (Ukr) def. Mona Barthel (Ger) 7-6 6-4

 

RIO DE JANEIRO – Si fanno valere le qualificate nel torneo brasiliano. Dopo essersi lasciata alle spalle nel tabellone di quali la nipponica Risa Ozaki e l’israeliana Julia Glushko; la ventunenne romana Nastassja Burnett, attualmente numero 160 della classifica mondiale, depenna il main draw della sesta testa di serie, la numero 63 del ranking spagnola Maria Teresa Torro-Flor. Annullati cinque set point nella prima frazione, la Burnett ha quindi bloccato il tabellone segnapunti sul 7-5 6-4 in proprio favore. Al secondo turno l’azzurra si troverà dall’altra parte della rete la come lei qualificata Alison Van Uytvanck. La diciannovenne belga è stata spietata nel regolare Johanna Larsson con il punteggio di 6-4 6-3. Tutto facile invece per Silvia Soler-Espinosa svettata sulla wild card di casa Laura Pigossi, mentre Kiki Bertens ha sofferto giusto un set contro la montenegrina Danka Kovnic.

Claro hdtb. Rio de Janeiro. Brasile. Primo turno:

Nastassja Burnett (Ita) [Q] def. Maria Teresa Torro-Flor (Esp) [6] 7-5 6-4

Kiki Bertens (Ned) def. Danka Kovinic (Mne) [Q] 7-5 6-0

Silvia Soler-Espinosa (Esp) def. Laura Pigossi (Bra) [W] 6-0 6-1

Alison Van Uytvanck (Bel) [Q] def. Johanna Larsson (Swe) 6-4 6-3


Nessun Commento per “ROBERTA VINCI CADE A DUBAI, MENTRE A RIO AVANZA LA BURNETT”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • IMMENSE “CICHIS” CONQUISTANO ANCORA GLI AUSTRALIAN OPEN Vittoria che vale doppio per Sara Errani e Roberta Vinci, straordinarie protagoniste per il secondo anno consecutivo agli Australian Open. La coppia italiana difende titolo e primato in […]
  • KNAPP BENE A PARIGI, A PATTAYA AVANZANO LE RUSSE TENNIS - A Parigi indoor Karin Knapp accede al secondo round dopo aver sconfitto 6-4 6-1 Lara Arruabarrena. A Pattaya avanza l’armata russa, mentre Kimiko Date-Krumm offre l’ennesima […]
  • ISTANBUL, ITALIANE SPRECONE, RUSSE IN FINALE TENNIS- Sara Errani e Roberta Vinci perdono la semifinale del Bnp Paribas Wta Championships contro le russe Ekaterina Makarova ed Elena Vesnina, sprecando malamente un vantaggio di 6-4 […]
  • WTA CHAMPIONSHIPS: DOMANI AL VIA IL DOPPIO TENNIS – Domani parte la corsa al titolo di maestre di doppio femminile. Al via le migliori quattro coppie della stagione. Per l’Italia Errani e Vinci giocheranno in semifinale contro le […]
  • ERRANI E VINCI, IL BIS NON ARRIVA TENNIS - Si ferma in finale la corsa di Sara Errani e Roberta Vinci verso il secondo Roland Garros consecutivo. La coppia italiana, in pessima giornata, si è arresa alle russe Makarova e […]
  • LI NA + CARLOS RODRIGUEZ DA 10 E LODE Un Australian Open da 10 e lode per la campionessa di questa edizione Li Na. Onore e meriti anche a Dominika Cibulkova ed Eugenie Bouchard. Deludono le big, mentre la maggior parte delle […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.