ROBERTA VINCI: “STO MIGLIORANDO PARTITA DOPO PARTITA”

TENNIS – Si è conclusa oggi la giornata dedicata ai quarti di finale dell’Italiacom Open sotto il cocente sole di Palermo. Roberta Vinci, che si è guadagnata l’accesso alle semifinali battendo la Dominguez Lino, ha parlato del torneo e della Fed Cup in conferenza stampa dopo il match.
sabato, 13 Luglio 2013

Tennis, Palermo – Tutto facile per Roberta Vinci al Country Time Club. La tarantina è scesa in campo alle 18.30, mentre il sole calava e l’umidita si faceva pressante. Nessun problema però per l’azzurra che ha battuto agilmente in poco meno di un’ora e 20 minuti la spagnola Lourdes Dominguez Lino col punteggio di 6-1, 6-4. Un match giocato veloce, fatto di pochi scambi, palle corte e discese a rete.

“Anche lei ogni tanto trovava soluzioni corte, cercava subito la soluzione vincente. Probabilmente perché non trovava schemi, non so. Bisognerebbe chiederlo a lei,” ha detto la Vinci in conferenza stampa commentando l’atipico match giocato dall’avversaria.

“Io per quanto ho potuto ho cercato di essere aggressiva e di non rimanere troppo dietro. Lei ha un tipo di gioco che a me da fastidio, gioca molto carico, alto. Però fortunatamente è andata bene. Ho usato palle corte e servizio e voleè per cercare di non darle punti di riferimento.”

Numeri da record per la tarantina che non ha mai ceduto il servizio e ha concesso soltanto una palla break alla sua avversaria.

“Ho giocato un ottimo primo set ma poi ho sprecato un match point giocando troppo in fretta. Comunque sono rimasta padrona del campo per tutto il tempo,” ha detto. “Sono contenta di ritornare in semifinale in questo torneo dopo tanti anni. Amo questo torneo, amo Palermo e sono contenta di competere nel circolo dove mi alleno per tutto l’anno. Ci tengo a fare bene qui.”

Roberta affronterà in semifinale Estrella Cabeza Candela. Un solo incontro tra le due giocato a Flushing Meadows parecchi anni fa.

“Lei è cresciuta molto. È spagnola, molto simile alla Dominguez Lino, gioca molto arrotato e può essere fastidiosa se riesce a prendere in mano il gioco”, dice riguardo la sua prossima avversaria. “Dovrò cercare di giocare come ho fatto oggi, non darle mai una palla uguale, essere aggressiva quando posso e farla venire avanti, in una zona di campo dove non è abituata a stare.”

Qualche giorno fa la tarantina aveva detto ai microfoni di non sentirsi al cento per cento e di dover ancora trovare la sua forma migliore, eppure in questi quarti ha mostrato la prestazione più solida di tutta la settimana.

“Ovviamente più si gioca e più si prende confidenza con il campo, con le condizioni, con l’atmosfera. Si migliora partita dopo partita. Rispetto al primo turno e rispetto a ieri ho giocato meglio. Ho accusato un po’ il caldo e la stanchezza però è andata bene. La preparazione è stata importante, sono migliorata fisicamente. Questo è l’ultimo torneo su terrà che farò, poi si passa al cemento.”

Tornando agli ottavi di finale a Roberta viene chiesto come ha preso il fatidico gesto dell’ombrello che la Hercog ha rivolto al giudice di linea dopo aver commesso un fallo di piede ed in seguito fallito la seconda di servizio.

“Non mi era mai successo, sono rimasta sorpresa perché conosco bene Polona ed è una ragazza straordinaria, fuori dal campo è molto tranquilla ed educata. Mi ricordo quando vinsi il torneo a Dallas mi mandò un sms complimentandosi con me. Non mi ero accorta di niente, ho sentito i fischi del pubblico e poi ho visto su internet cosa era successo. Ma credo sia stata molto peggio la pallata che ha tirato verso i giudici. Ha rischiato di farsi squalificare. Ma può capitare. Forse il nervosismo o la stanchezza, ma non la sto giustificando. Dopo non ci siamo parlate e lei non mi ha chiesto scusa.”

Passando invece al discorso Fed Cup la Vinci ha commentato il sorteggio che oppone l’Italia agli Stati Uniti al primo turno della prossima edizione.

“Sarà un match difficile, al di là che ci siano o no le Williams ci sono altre giocatrici pericolose, come la Stephens, la Hampton, la Lepchenko. E poi loro giocano in casa quindi sarà ancora più dura. Ma prima pensiamo a Cagliari e alla Russia.”

La 30enne azzurra affronterà la spagnola Estrella Cabeza Candela domani in semifinale, alle 18:00 sul campo centrale del Country Time Club.


Nessun Commento per “ROBERTA VINCI: “STO MIGLIORANDO PARTITA DOPO PARTITA””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.