ROGER ADELANTE CON JUICIO

Nella Caja Magica un Federer guardingo supera Becker per 6-2 7-6. Gulbis dopo un avvio stentato schianta Montanes. Avanzano Wawrinka, Bellucci, Isner e Baghdatis, fuori Querrey
martedì, 11 Maggio 2010

Madrid 11 Maggio 2010 – In attesa degli incontri serali, la portata principale del pomeriggio tennistico madrileno era indubbiamente l’esordio del numero uno del mondo, Roger Federer, opposto a Benjamin Becker. Dopo l’inizio stentato della stagione sul rosso, la condizione dell’elvetico è sotto stretta osservazione. L’incontro dell’elvetico era l’unico secondo turno in programma insieme a moltissimi primi turni.

Un avversario non terribile.
Nonostante la nettissima vittoria sul redivivo (o forse no, a giudicare dal match di ieri) Carlos Moya, Benjamin Becker non rappresenta certo un ostacolo proibitivo sulla terra battuta. Il tedesco costruisce la propria classifica (attualmente numero 46) sulle superfici rapide, ed inoltre non sembra nella sua migliore stagione. Situazione ideale per Roger, anche se magari non troppo utile per “re-imparare” il tennis su terra battuta in vista del Roland Garros.

Dopo un primo set dominato dallo svizzero, sicuro al servizio e spietato alla risposta, grazie alla quale ha concretizzato due palle break su tre, nel secondo set è emersa qualche difficoltà in più. Il servizio è rimasto ad altissimi livelli, ma la concretezza è venuta meno: cinque palle break, ma nessuna sfruttata. Comunque il tie-break non ha riservato sorprese, promuovendo il campione in carica al terzo turno.

Gulbis si conferma.
Neanche a farlo apposta, il programma odierno prevedeva una sfida tra gli ultimi due giocatori capaci di battere proprio Federer: Gulbis e Montanes. Grande attesa soprattutto per il lettone, grande protagonista al Foro Italico, opposto ad un avversario difficilissimo da superare sulla terra rossa. D’altra parte lo spagnolo è reduce dalle fatiche psicologiche e fisiche riservate dal torneo di Estoril, vinto dopo una finale rocambolesca contro Gil.

Forse la stanchezza di Montanes ha fatto la differenza, senza nulla togliere al talento del lettone. Dopo un inizio favorevole all’iberico, avanti di un break in apertura, Gulbis ha preso facilmente il controllo del match, concluso per 7-5 6-1. Nel secondo turno Ernests dovrà affrontare il numero 10 del tabellone, Mikhail Youzhny, reduce dal successo di Monaco, che oggi ha rimontato Lukas Lacko dopo che lo slovacco si è aggiudicato a sorpresa il primo set (2-6 6-3 6-1 il risultato finale).

Bellucci e Wawrinka non deludono.
Oltre a Federer e Youzhny, sono già scese in campo tre altre teste di serie, proprio le ultime tre della lista. Due hanno rispettato il pronostico. Parliamo di Stanislas Wawrinka che ha eliminato con un doppio 6-4 l’atipico spagnolo Granollers e di Thomaz Bellucci, che ha faticato solo nel primo set contro il più classico spagnolo Pere Riba (7-6 6-1 il punteggio). L’elvetico nel secondo turno affronterà Leonardo Mayer con la speranza di raggiungere un derby contro Federer. Sarà argentino anche l’avversario di Bellucci, Juan Monaco.

Gli USA non sfondano in Spagna.
L’ultima testa di serie di cui parliamo, Sam Querrey, non ha invece confermato il suo ruolo, nè la vittoria appena conquistata a Belgrado. Lo statunitense si è infatti arreso per 6-7 6-3 7-5 al qualificato Munoz-De La Nava, numero 315 del mondo alla prima vittoria a livello ATP della carriera. Un avversario forse “troppo terraiolo” per l’attaccante americano, che nel suo percorso in Serbia aveva incontrato avversari dal tennis più propositivo.

Sopravvive al primo turno John Isner, amico, compagno di doppio e vittima di Querrey nella finale di Belgrado. Dopo un primo set ceduto per 7-5 a Christophe Rochus, John ha convinto nel secondo e terzo set, vinti entrambi per 6-2. Suo prossimo avversario sarà Santiago Giraldo, ieri vincitore su Kohlschreiber.

Gli altri. Vediamo brevemente cosa ci hanno riservato gli altri incontri maschili, tralasciando la sconfitta di Fabio Fognini di cui abbiamo scritto precedentemente. Marcos Baghdatis ha confermato il suon buon momento superando per 6-3 6-4 lo svizzero Chiudinelli. Con identico punteggio Garcia-Lopez conquista il derby contro Gimeno-Traver. Conferma il pessimo momento di forma Paul-Henri Mathieu, eliminato con un doppio 6-3 da Eduardo Schwank, prossimo avversario di Marin Cilic. Vincono per ritiro Chela e Hanescu, visti i malanni di Cuevas e Andreev (che pure aveva vinto il primo set).


Nessun Commento per “ROGER ADELANTE CON JUICIO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RAFA AVANZA, ROBIN NO Esordio senza troppe emozioni per Nadal, che supera Dolgopolov per 6-4 6-3. Almagro elimina in due set Soderling, mentre Gulbis supera Youzhny. Murray in ripresa, Wawrinka si guadagna il […]
  • NIZZA E GINEVRA, TORNEI MODERNI PRIMA DELLA TRADIZIONE RG Andiamo alla scoperta dell' Open de Nice Cote d'Azur e del Geneva Open, tornei di avvicinamento al Roland Garros che si svolgerà dal 24 maggio 2015.
  • E SE GIOCA COSì… E' durato poco più di un'ora il derby svizzero fra Federer e Wawrinka. Il Re, in grande spolvero, si è sbarazzato del timido amico con lo score di 6/3 6/1, qualificandosi per i quarti del […]
  • “KING ROGER” SI VENDICA Federer supera Gulbis in un incontro dallo sviluppo discontinuo e raggiunge le semifinali. Un set regalato o quasi per parte, prima di un terzo set tirato e deciso da una palla break per […]
  • ATP MADRID: FOGNINI KO, A BOLELLI IL DERBY CON VANNI Tutti i risultati della giornata di incontri per il circuito ATP al "Mutua Madrid Open"
  • ZAGABRIA, SEPPI IN FINALE L'altoatesino batte Granollers-Pujol e si qualifica per l'atto conclusivo del torneo croato, dove troverà Garcia-Lopez. Gasquet si gioca il titolo di Montpellier: la finale è contro Janowicz

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.