ROGER FEDERER, DOPPI AUGURI: IL RIPOSO DEL RE

Roger Federer compie i suoi 35 anni nel momento e nella stagione più difficile della sua carriera

Tennis. Roger Federer spegne le 35 candeline, eppure immaginiamo non avrà una grande voglia di festeggiare: perché anche se hai vinto 17 Slam, decine e decine di tornei, conditi da record di tutti i tipi non ti basta. La fame del campione è quella di averne sempre e comunque, a qualsiasi età e dopo qualsiasi vittoria, elaborando una sorta di avversione per la sconfitta.

Re Roger è questo e lo ha dimostrato, persino quest’anno: la scorsa stagione cedendo le armi solo ad uno straordinario Djokovic in finale a Wimbledon e Us Open, in questa stagione ha poi giocato due Slam centrando comunque le semifinali in ambedue i casi. Dimostrazione di quanto l’elvetico sia ancora competitivo ed anche nella peggior stagione della sua immensa carriera abbia sfiorato l’impresa dello Slam n.18 in particolare ai Championships, quando è andato vicinissimo a superare Raonic e con Djokovic fuori dai giochi sarebbe stato un sogno possibile.

Il mal di schiena, il problema al ginocchio, la voglia di recuperare al meglio: perché il pensiero dello svizzero è stato questo, preservarsi per avere ancora due stagioni davanti a sé. E non vi è dubbio che tutto l’amore che in quest’anno di quasi inattività i fans hanno riservato al campione rosso-crociato abbia ulteriormente alimentato le motivazioni di Roger di ritornare al vertice.

Uscirà per la prima volta dai top ten a distanza di 15 anni, completando una stagione senza titoli come non accadeva da quando divenne professionista: la sensazione, confermata anche in questa tormentata stagione, è che l’acuto possa ancora arrivare. Che sia in uno Slam o in un Master (più probabile), ma il gioco offensivo e verticale di Federer è esattamente quello che serve ad un tennista per garantirsi longevità e costanza ad alti livelli.

Oggi, Roger Federer, compie 35 anni: auguri e…buon riposo Re!


Nessun Commento per “ROGER FEDERER, DOPPI AUGURI: IL RIPOSO DEL RE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.