Roger Federer. Il numero uno di sempre

Il modo migliore di raccontarlo è farlo vedere in azione attraverso gli scatti di Ray Giubilo, uno dei migliori fotografi di tennis del mondo
giovedì, 7 Dicembre 2017

Roger Federer, svizzero di Basilea, è stato n.1 del mondo per 237 settimane consecutive, ha vinto 16 Slam (6 Wimbledon, 5 Us Open, 4 Open d’Australia, 1 Open di Francia), guadagnato più di 50 milioni di dollari di soli premi, ma soprattutto espresso sul campo il più bel tennis che si sia mai visto.

Il grande scrittore americano Foster Wallace lo ha descritto come una “creatura dal corpo fatto di carne e luce”; il suo modo di giocare come un’espressione di “bellezza cinetica”. Il suo formidabile diritto come “una grande frusta liquida”.

Il modo migliore di raccontarlo, oltre a ripassare il cammino delle sue grandi imprese, è farlo vedere in azione.

Ray Giubilo, uno dei migliori fotografi di tennis del mondo, lo ha inquadrato sin dai primi successi di juniores e seguito trionfo dopo trionfo. Le sue immagini raccontano il fuoriclasse, insieme ai fatti biografici sportivi ricostruiti da Enzo Anderloni, direttore della rivista Il Tennis Italiano.

Illustrano anche la straordinaria tecnica esecutiva in una serie di raffiche fotografiche finali che rendono questo libro un repertorio unico sul modo di giocare del migliore tennista di sempre.


Nessun Commento per “Roger Federer. Il numero uno di sempre”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.