FEDERER, QUALE ALTRO RECORD?

Roger ha vinto la sua 234esima partita negli slam, superando il primato di Jimmy Connors. Sono ben 51 i record detenuti dallo svizzero, ma ce ne sono almeno altri cinque importantissimi nel mirino
mercoledì, 30 Maggio 2012

Da questo pomeriggio, dopo la vittoria, più sudata del previsto, contro Adrian Ungur, Roger Federer è il giocatore ad aver vinto più partite nei tornei del Grande Slam. Quella odierna è stata infatti la 234esima vittoria del campionissimo svizzero nei major, una in più di quelle che era riuscito a raccogliere Jimmy Connors, che fino a ieri deteneva il record assoluto. Ma non è soltanto una “misera” partita vinta a solcare la differenza tra i due super campioni, visto che Federer, a nemmeno 31 anni, è riuscito a superare un traguardo che Jimbo aveva raggiunto allo Us Open del 1992, alla non proprio tenera età di 40 anni. Connors però, va detto, ha avuto l’handicap di aver giocato solo due edizioni dell’Australian Open.

Con quello di ieri sono ben 51 i record, di valenza più o meno importante, detenuti dal nativo di Basilea. Di fronte ad una collezione così sconfinata, viene naturale chiedersi quali altri incredibili traguardi potrà raggiungere sua maestà Roger, quale altra vetta potrà ancora scalare, per imprimere in maniera ancor più indelebile il suo nome nella pluricentenaria storia del gioco del tennis.

Sono cinque i record più significativi che lo svizzero non ha ancora battuto a al cui superamento è più o meno vicino. Analizziamoli e proviamo ad ipotizzare quali chance ha Federer,  allo stato attuale, di eguagliare o addirittura superare questi incredibili primati.

1.    Eguagliare e superare il primato di Jimmy Connors, di 109 titoli vinti in carriera.

Roger Federer, dal suo primo titolo a Milano nel 2001, fino ad oggi, ha vinto 74 tornei ed è al quarto posto nella classifica all time dei tennisti con più allori in bacheca, dietro a John McEnroe(77), Ivan Lendl(94) e appunto Jimmy Connors, unico ultra centenario della storia del tennis. Mancano quindi 36 titoli allo svizzero per superare l’incredibile record di Jimbo, che francamente sembra inarrivabile. Dal 2001 ad oggi infatti, Federer ha mantenuto una media di 6,1 successi per stagione e quindi per raggiungere l’americano dovrebbe giocare, mantenendo questo trend, per almeno atri sei anni. Se pensiamo però che la media è fatta contando anche le stagioni tra il 2004 ed il 2006, nel corso delle quali Roger ha vinto undici o più titoli all’anno, ecco che, razionalmente, è difficile immaginare lo svizzero che supera questo record.

2.    Eguagliare e superare Sampras, che con 286 settimane, detiene il record del maggior numero di settimane in testa al ranking.

Questo sembrerebbe essere il record più vicino e anche Roger ultimamente ha dichiarato di tenere molto a questo primato e di voler cercare di superarlo. Lo svizzero infatti è fermo a quota 285 settimane da leader della classifica Atp, a soli sette giorni da Pistol Pete. Certo, al momento Federer ha davanti due tipetti piuttosto bravi come Nadal e Djokovic, ma è anche vero che lo spagnolo dista una manciata di punti ed il serbo ha un mucchio di punti da difendere da qui alla fine dell’estate. Lo svizzero avrà una grande chance di rosicchiare terreno, soprattutto nel doppio-Wimbledon che avremo quest’anno e potrà presentarsi a New York con la freccia accesa, per quello che sarebbe un doppio sorpasso, che solo un anno fa sembrava pura utopia.

3.    Eguagliare Andre Agassi, unico uomo capace di vincere i quattro slam, la medaglia olimpica, il Masters di fine anno e la Coppa Davis.

Questo invece, sembrerebbe essere un record difficile da equiparare. Se da una parte infatti Roger potrebbe essere considerato addirittura il favorito alle prossime olimpiadi, che si disputeranno nel “suo giardino” di Wimbledon, sulla distanza di due set su tre, difficilmente la squadra svizzera di Coppa Davis riuscirà nell’impresa di portare a Berna la prima insalatiera della storia. Quest’anno sembrava poter essere l’anno buono, con Roger che si era messa a disposizione al 100% per centrare l’obbiettivo. Invece inaspettata è arrivata la disfatta di Friburgo, su quel tappeto di terra battuta molto più simile ad un campo di patata, che non ad uno da tennis. Non so se Federer sarà nuovamente disposto a centrare l’impresa, visto che con l’avanzare dell’età, gli impegni andranno sempre più centellinati. Dovesse arrivare la medaglia olimpica, magari lo stimolo di eguagliare Agassi potrebbe risvegliarsi.

4.    Eguagliare e superare Pete Sampras, il giocatore che ha trionfato più volte, sette, a Wimbledon.

Anche questo primato sembrerebbe decisamente alla portata (Roger è fermo a quota 6 titoli), se non fosse, che dall’incredibile successo per 16-14 al quinto set contro Roddick nel 2009, Federer non è mai andato oltre i quarti di finale, perdendo nelle ultime due stagioni prima contro Berdych e poi contro Tsonga. Probabilmente il rallentamento dell’erba dell’All England Club, ha contribuito al calo dello svizzero in quello che era il suo giardino, ma nel 2009 e nel 2010, Federer non era mai arrivato così brillantemente all’appuntamento londinese e perciò questo potrebbe essere l’anno buono per eguagliare Sampras e puntare al sorpasso già dal 2013.

5.    Emulare Rod Laver ed arrivare a detenere tutti e quattro i tornei dello slam nello stesso anno.

L’ultimo sembra essere l’obbiettivo più utopistico. Nei suoi anni migliori (2006 e 2007), Federer è arrivato ad una sola vittoria dall’incredibile Grande Slam, perdendo in  finale a Parigi da Rafael Nadal, che all’epoca era l’unico avversario, capace di impensierire Re Roger nei quattro tornei più importanti. Da qui alla fine della sua carriera, probabilmente lo svizzero vincerà altri titoli dello slam, ritoccando il suo record di sedici successi, ma è davvero impensabile che possa arrivare a vincerli tutti e quattro ancora una volta e addirittura a detenerli contemporaneamente.


Nessun Commento per “FEDERER, QUALE ALTRO RECORD?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GLI “IMMARCESCIBILI” A Wimbledon abbiamo assistito ai trionfi di Roger Federer e Serena Williams, due arzilli ultra-trentenni ormai sulla cresta dell'onda da più di una decade. Prima di loro, anche altri […]
  • TENNIS E FIORI D’ARANCIO COMBINAZIONE LETALE? PARE DI NO TENNIS - Con il matrimonio tra Novak Djokovic e Jelena Ristic appena annunciato, andiamo a spulciare tra gli annali come è cambiato il rendimento dei tennisti vincitori di Slam dopo il grande passo
  • PETE SAMPRAS, ECCO IL TRAGUARDO DELLE 45 CANDELINE Lo statunitense figlio di emigrati greci è una delle leggende del tennis: oggi Pete Sampras festeggia 45 anni votati alla racchetta e all’eleganza
  • FEDERER MEGLIO DI CONNORS, IMPOSSIBILE? Roger è il terzo giocatore dell’era open a vincere almeno 1000 partite in carriera. Meglio di lui hanno fatto solo Lendl e Connors, ma per Federer la scalata non è ancora finita
  • WIMBLEDON: RECORD E STATISTICHE Carrellata di record e statistiche relative ai migliori giocatori dell'Era Open nel torneo di Wimbledon
  • COLPI DA CAMPIONE: ROVESCIO MASCHILE Da scudo difensivo ad arma capace di rovesciare le sorti di un incontro, l'evoluzione tecnico-tattica del colpo più rivoluzionato di uno sport “tradizionale”. E fra i 5 migliori esponenti […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.