ROGER FEDERER E I RECORD: AVANTI UN ALTRO

Non poteva mancare Roger Federer in uno dei club più esclusivi nella storia del tennis mondiale: la Coppa Davis pone di diritto lo svizzero fra i magnifici 4 capaci di un'impresa da record
lunedì, 24 Novembre 2014

Tennis. Roger Federer l’ingordo. O Roger Federer l’egocentrico: o l’invidioso, geloso, onnipresente. Dove leggi un record trovi anche il suo nome, megalomane questo svizzero! E come una ventenne tirata a lucido per la festa del sabato sera, come ha visto un club privée in cui non c’era il suo nome ha fatto di tutto per entrarvi. Si è messo in testa che a 33 anni doveva vincere la Coppa Davis, contro mal di schiena e i bisticci fra moglie ed amico: il chiodo fisso era quello e nessuno poteva mettersi di traverso.

Rod Laver, Andre Agassi eRafael Nadal?!Eh no, questo è troppo” avrà pensato Roger, “c’è l’arrotino ed io no?” I criteri per entrare nell’esclusivissimo club era uno, poca roba: vincere tutti e 4 i tornei del Grande Slam e la Coppa Davis. Roger Federer qualche Slam lo ha vinto, ma la Davis ancora mancava nel suo discreto palmareis. Ma non era questo l’importante, non poteva esistere un club così esclusivo che non prevedesse il suo nome e cognome. Meglio tardi che mai, a 33 anni vi è entrato con tutte e due le scarpe, tirate a lucido e macchiate un po’ di rosso: il colore di quella stessa terra che ieri, in quel di Lille, ha bagnato delle sue stesse lacrime.

Rod Lever ha vinto ben 5 Davis, di cui 4 consecutive e l’ultima a distanza di ben 11 anni dalla precedente. Il che si somma agli 11 trofei Slam vinti dalla leggenda australiana. Andre Agassi, 3 Davis nella prima metà degli anni ’90 oltre ad 8 Slam: oggi sembrerebbero quasi pochi, ma chi ha vissuto e giocato in quell’epoca d’oro capirà che non era proprio semplice (come oggi) aggiudicarsi un titolo Slam. Rafael Nadal: il totale di Slam e Davis vinte pareggia il parziale di Roger Federer, 18. Per il maiorchino 14 titoli Slam (9 Roland Garros) e 4 Davis di cui la prima da riserva.

Ed infine lui, ieri 23 novembre ha staccato il pass per entrare nel più esclusivo privée della racchetta: 17 titoli Slam ed una Davis, che se sei svizzero piuttosto che americano, spagnolo o australiano, vale per 10. Merito suo ma anche di quel Stan Wawrinka che, pochi giorni prima, bisticciava con la cara Mirka.

Lui dal club rimane fuori, ma nella storia ci entra di diritto: per essere il tennista più sfigato di sempre, nato nell’era del tennista più forte di sempre. 


Nessun Commento per “ROGER FEDERER E I RECORD: AVANTI UN ALTRO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.