ROGER FEDERER: “SALTARE PARIGI? DECISIONE GIUSTISSIMA”.

Alla vigilia del suo esordio sull’erba di Stoccarda, l’elvetico riflette sul forfait del Roland Garros e si prepara alla stagione sulla sua superficie preferita che si concluderà con l’amatissimo torneo di Wimbledon.
martedì, 7 Giugno 2016

Tennis – La lunga e logorante stagione sulla terra battuta si è conclusa con la vittoria di Novak Djokovic al Roland Garros. Roger Federer il secondo Slam della stagione lo ha saltato. Ancora non perfette le sue condizioni fisiche e troppo allettante la prospettiva di iniziare presto a giocare sull’erba per recuperare smalto e presentarsi nelle migliori condizioni a Wimbledon.

Poco importa se il forfait dato al Roland Garros ha interrotto una striscia di 69 partecipazioni consecutive a un torneo major. Roger Federer, nella solita affollatissima conferenza stampa della vigilia, si complimenta con Novak Djokovic per la vittoria del suo primo Open di Francia anche se confessa di non aver visto la finale in tv: “È stato meraviglioso il modo in cui ha completato il Grande Slam. Ne ha vinti quattro di fila. Io purtroppo ho avuto tanto da fare e non sono riuscito a seguire bene il torneo né a vedere la finale”.

Il suo obiettivo, adesso, è quello di ritrovare smalto e sensazioni sulla sua superficie preferita: “Sono davvero impaziente di giocare sull’erba. È sempre una fase della stagione fondamentale per me. Sono molto felice di giocare per la prima volta su questa superficie qui a Stoccarda”. Uno come il numero 3 del mondo non si iscrive a un torneo per caso. E infatti il vincitore di 7 Wimbledon in carriera fissa anche i gradi di soddisfazione: “Sarebbe già una buona settimana se riuscissi a giocare bene una partita. Sarebbe una grande settimana se riuscissi a raggiungere le semifinali. Sarebbe una settimana da sogno se vincessi il torneo”.

Il campione di Basilea esordirà domani contro il giovane Taylor Fritz, ma è chiaro come non voglia crearsi aspettative a lungo termine: “Prima devo vincere almeno due partite. Poi, una volta che sarò in semifinale, potrò iniziare a pensare di vincere il torneo. Pensarci ora sarebbe un po’ prematuro, la cosa più importante è guarire definitivamente dall’infortunio. È questo quello che conta per me”.

Una riflessione, infine, sulla decisione di non scendere in campo al Roland Garros: “È stata la decisione più giusta che potessi prendere”. Si è molto speculato sul gran rifiuto del 17 volte vincitore di Slam. Si è detto che il problema alla base della sua decisione siano state le previsioni meteo poco felici per le due settimane di torneo. Ma Roger Federer si disimpegna bene quando sollecitato sull’argomento: “Posso capire che dopo tanti anni il torneo ha perso uno dei suoi big. Non c’è stato nessun problema legato alla pioggia. Sono rimasto molto sorpreso da queste voci. Il vero motivo per cui non ho preso parte al torneo è che non mi sentivo bene. Avevo bisogno di riposo, io non sono una persona che gioca solo per i record”. Infatti ammette: “È stato, per usare un eufemismo, molto difficile non poter giocare. Ma ora sto bene, è questa la cosa più importante”.

Foto: Roger Federer (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ROGER FEDERER: “SALTARE PARIGI? DECISIONE GIUSTISSIMA”.”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.