ROLAND GARROS: MURRAY-WAWRINKA, SARA’ SHOW IN SEMIFINALE

Murray rimonta un set a Gasquet e centra la 19ma semifinale Slam. Wawrinka domina Ramos: è il suo 20mo successo in carriera contro un mancino. Lo scozzese è avanti 8-7 nei precedenti ma ha perso gli ultimi tre, sul rosso.
mercoledì, 1 Giugno 2016

TENNIS – Rien ne va plus, le jeux sont faits. Sulla roulette di Parigi vince il rosso di Murray e Wawrinka. Tutto come da pronostico, nella sostanza dei quarti della parte bassa. Lo scozzese va avanti 5-2 nel primo e nel secondo set, perde 5 game di fila nel parziale d’apertura, vince il secondo al tiebreak e il francese si sgonfia alla distanza. Murray chiude  5-7 7-6(3) 6-0 6-2: è la sedicesima vittoria in diciassette partite nello Slam di casa dell’avversario. Lo scozzese centra così la diciannovesima semifinale in uno slam (ottavo nell’era Open insieme a Edberg e McEnroe), la quarta a Parigi. Affronterà il campione in carica, che l’ha battuto tre volte negli ultimi tre confronti, tutti sul rosso (8-7 Murray gli H2H). Lo svizzero, che mai ha perso al Roland Garros, ha trasformato il match di Ramos in una esibizione di impotenza: 62 61 76 e settima vittoria su sette scontri diretti. Lo spagnolo, come ha scritto Federico Ferrero, “non avrebbe vinto nemmeno con la racchetta spaghetti”.

La decima vittoria di fila di Murray, la sua 164ma in uno Slam (superato Becker, fermo a 163, al decimo posto nell’era Open), rimane in discussione solo per un set, il primo. Murray allunga subito 3-0, va a servire per il set 5-3 ma un doppio fallo e un dritto steccato consentono il recupero a Gasquet. Lo Chatrier si anima, Murray va in confusione e con un altro doppio fallo permette al francese di salire 6-5 e andare a servire per il primo set. Tre occasioni non bastano a Richard, anche se sull’ultimo dei tre sono decisamente superiori i meriti di Murray che disegna un gran passante, ma alla quarta occasione Gasquet completa l’opera.

Il francese, mai in semifinale al Roland Garros, e sempre battuto nelle 30 occasioni in cui ha affrontato uno dei primi due giocatori del mondo dopo l’exploit su Federer a Montecarlo nel 2005, va di nuovo sotto 5-2 anche nel secondo set. Murray si prende la soddisfazione effimera di vincere il punto del match, ma si incarta di nuovo quando va a servire per il parziale e regala ulteriori speranze al pubblico parigino. Sotto gli occhi di Pietrangeli e Nastase, Gasquet allunga al tiebreak, sale 3-1 ma perde sei punti di fila.

E a questo punto la logica torna a trionfare, l’immaginazione smette di sognare il potere. Gasquet, che ha sempre perso negli Slam contro Murray, raccoglie solo altri due game e il secondo “bagel” della stagione”.

L’altro quarto di finale non ha praticamente storia. Wawrinka, che firma il nono successo di fila eguagliando la sua miglior striscia di sempre sul rosso, conquista la sesta semifinale Slam in carriera con la 32ma vittoria al Roland Garros, che diventa temporaneamente il suo major di maggior successo (ha 31 vittorie a Flushing Meadows).

Due break decidono il primo set che avvia la sua undicesima vittoria consecutiva contro un avversario mancino dal quarto di finale di Parigi del 2013 contro Nadal, la ventesima in carriera. Ancora più breve il secondo set, che si chiiude in appena 26 minuti. Solo nel terzo Ramos, che nn ha mai rimontato uno svantaggio di due set in carriera, prova a scuotersi ma si ritrova subito sotto 3-1. Sfrutta però l’unica palla break a disposizione e almeno allunga al tiebreak. La testa di serie numero 3 manca un primo match-point (rovescio a rete sul 6-5), salva un set point e chiude 9-7 alla seconda occasione sul dritto largo dello spagnolo.

Wawrinka diventa così il quinto giocatore nell’era Open a raggiungere due semifinali Slam dopo aver compiuto i 30 anni, il primo dopo Andre Agassi all’Australian Open del 2001 e del 2003.


Nessun Commento per “ROLAND GARROS: MURRAY-WAWRINKA, SARA' SHOW IN SEMIFINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.