ROLAND GARROS: OTTO AZZURRI SOGNANO IL MAIN DRAW

Estratto il tabellone di qualificazione del secondo slam stagionale, con otto azzurri a caccia di uno dei sedici posti disponibili. Il sorteggio però non è stato benevolo, perché c’è la possibilità di più di un derby fratricida sulla strada verso la gloria

TENNIS – Parigi. Si avvicina sempre di più l’inizio del Roland Garros e nell’aria già si respira aria di Slam. Oggi pomeriggio è stato sorteggiato il tabellone riguardante la fase preliminare del major parigino, ovvero il torneo di qualificazione, che mette in palio 16 posti per il main draw. I 128 partecipanti, come da tradizione, sono distribuiti in sedici mini-tabelloni da otto giocatori, dai quali verranno fuori i nomi dei qualificati per il primo turno. Per ottenere il pass, occorre vincere tre partite, da domani a sabato. Otto sono gli italiani presenti nelle qualificazioni, che proveranno a rimpinguare la truppa italica nel tabellone principale, già composta da Fabio Fognini, Andreas Seppi, Simone Bolelli e Paolo Lorenzi. Andiamo ad analizzare cosa ha riservato loro il sorteggio.

Andiamo con ordine e cominciamo da Andrea Arnaboldi, numero 188 al mondo, che la scorsa settimana si è qualificato per il primo turno degli Internazionali d’Italia. Il tennista canturino è stato sorteggiato nello spicchio di tabellone presidiato dalla testa di serie numero 3 Facundo Bagnis, opposto al primo turno al talentuoso tedesco Julian Reister. Con l’argentino però, l’italiano potrà incontrarsi soltanto nell’eventuale turno decisivo, qualosa superasse il complicato esordio contro l’americano Denis Kudla (30) ed un eventuale secondo turno con il vincente del match tra Pierre Hughes Herbert e l’altro albiceleste Renzo Olivo.

Il quarto mini-tabellone, capeggiato dal quarto favorito del  tabellone cadetto, Blaz Rola, include anche l’azzurro Roberto Marcora, numero 186 della classifica mondiale. Il 25enne di Busto Arsizio aprirà il suo torneo contro il giovane e promettente svedese Elias Ymer, prima di affrontare, in caso di vittoria il vincente del match tra Rola e Ruben Ramirez Hidalgo. In questo spot, che si presenta estremamente complicato per l’italiano, anche la testa di serie numero 26, Thiemo De Bakker ed il tedesco Peter Gojowczyk.

È il sesto spot del tabellone di qualificazione, quello che presenta la maggiore concentrazione di italiani, con tre azzurri nel lotto. Uno di questi, Luca Vanni, è anche la testa di serie più alta presente, la numero 6, ed apre il torneo contro il rumeno Adrian Ungur. Al secondo turno, la possibilità di un derby con l’amico Thomas Fabbiano, numero 181 del mondo, il quale però dovrà fare prima i conti con la wild card francese Guillame Rufin. Nella parte bassa del mini-tabellone è presente l’altro azzurro del gruppo, Matteo Viola, 224° giocatore del mondo. Il tennista mestrino è atteso dal non facile confronto con il bosniaco Mirza Basic, prima della sfida con il vincente del match tra Hiroyi Moriya ed Andrei Golubev (29), un altro che magari non sarà italiano di nascita, ma vive da talmente tanti anni in provincia di Cuneo, che possiamo quasi considerarlo un nostro connazionale (anche se ci ha buttato fuori dalla Coppa Davis con il suo Kazakistan).

Per trovare il sesto italiano nelle qualificazioni, dobbiamo scendere fino al dodicesimo spot, quello “capeggiato” dallo spagnolo Adrian Menendez-Maceiras. In questo gruppo c’è il campano Potito Starace, uno che nei giorni belli è stato capace anche di arrivare fino agli ottavi del Roland Garros. Oggi è numero 198 del ranking Atp e nelle qualificazioni non ha pescato benissimo, visto che dovrà affrontare l’esperto rumeno Victor Hanescu. Ostico anche il potenziale avversario al secondo turno, che sarà il vincente del match tra il giovane Kyle Edmund (17) e l’austriaco Gerald Melzer, fratello minore del più famoso Jurgen. In questo spot, meritano attenzione anche le wild card Jules Marie ed il talentuoso cileno Nicolas Jarry.

L’ultimo spicchietto di tabellone, il sedicesimo, coinvolge infine gli ultimi due italiani. Filippo Volandri se la vedrà all’esordio con la testa di serie numero 16  Austin Krajicek, prima dell’eventuale confronto con uno tra Michael Berrer e l’altra wild card Corentin Moutet. Anche in questo spot c’è il rischio di derby nel turno decisivo, visto che nella parte bassa è presente Marco Cecchinato (18), opposto all’esordio all’australiano Jordan Thompson e poi, in caso di vittoria, ad uno tra Jason Jung e Andrej Martin.

IL TABELLONE DI QUALIFICAZIONE INTEGRALE 

Nella foto, Luca Vanni, numero 103 del mondo e sesta testa di serie nel tabellone di qualificazione del Roland Garros (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “ROLAND GARROS: OTTO AZZURRI SOGNANO IL MAIN DRAW”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.