RG: SCHIACCIASASSI HALEP. NA LI, CLAMOROSO KO

Martedì femminile in corso sulla terra parigina, la rumena firma il primo successo di giornata. Match a senso unico contro la Kleybanova, mentre la Mladenovic firma il colpaccio e manda a casa la cinese, numero 2 del tabellone. Tutto facile per Ivanovic contro Garcia, mentre esce subito di scena Caroline Wozniacki
martedì, 27 Maggio 2014

TENNIS – Il primo squillo arriva dalla Romania ed è un chiaro avviso ai naviganti. Simona Halep e Svetlana Kuznetsova firmano i successi che aprono il martedì del Roland Garros, ma il colpaccio della Mladenovic lascia tutti a bocca aperta: fuori Na Li, numero 2 del tabellone e campionessa nel 2011.

La padrona di casa manda in visibilio il pubblico parigino, che saluta una delle favorite alla vittoria finale e accoglie tra le proprie braccia una nuova beniamina del torneo. Finisce 75 36 61 dopo oltre due ore di gioco, durante le quali la cinese non riesce a prendere il largo nonostante un match riequilibrato nella seconda frazione. La seconda forza del torneo, inoltre, può rimpiangere due set point sprecati nel primo set prima di cedere il servizio e lasciare il passo ad una Mladenovic mai così in palla. La vittoria in rimonta nella prima partita sembra qualcosa in più di una coincidenza, ma Na Li annulla il vantaggio della transalpina strappando immediatamente il break nel secondo set e andando a chiudere in scioltezza.

Il terzo è quello decisivo e ci si aspetta l’allungo della giocatrice di Wuhan, che invece crolla e concede la passerella all’avversaria. Un parziale di cinque giochi a zero spinge la tennista neanche ventunenne ad un successo che ricorderà a lungo. La chiusura con il netto 6-1 lascia increduli gli spettatori, che rimandano la cinese all’anno prossimo e si apprestano a spingere la Mladenovic verso il match del secondo turno contro Alison Riske.

Va molto meglio a Simona Halep. La numero 4 del tabellone, dopo la parentesi poco felice a Roma, parte subito a caccia del riscatto e liquida con un pesante 60 62 la malcapitata Alisa Kleybanova. La russa non entra mai in partita, al contrario subisce il rabbioso avvio della giocatrice di Costanza e cede il primo set senza batter ciglio: la rumena si dimostra solida e inattaccabile sul proprio servizio, coriacea e combattiva su quello dell’avversaria, fermo restando il gap tecnico e atletico tra le protagoniste.

Nel secondo set la musica sembra non cambiare, la Halep deve salire sul 5-0 prima di fronteggiare la reazione della moscovita. Servizio perso e distanze accorciate sul 5-2, ma è solo l’onore delle armi: la 23enne fa valere immediatamente il proprio vigore e rimedia alla sbavatura chiudendo nel gioco successivo. Adesso il secondo turno, ancora agevole, contro l’inglese Watson, che si sbarazza della Zahlavova-Strycova con il punteggio di 63 64.

Accanto alla Halep festeggia l’esordio positivo anche Svetlana Kuznetsova. La russa supera agevolmente la georgiana Shapatava, proveniente dalle qualificazioni: finisce 63 61 per l’ex top 10. Seconda fase leggermente più complicata, c’è l’azzurra Camila Giorgi. Avanti anche Cirstea, Bertens, Pavlyuchenkova e Pereira.

Passa il turno anche Sloane Stephens, che supera Shuai Peng con il punteggio di 64 76[8] e accede alla seconda fase. Match comunque sofferto, quello dell’americana, che nel primo set rimonta da 3-1 e servizio per la cinese, poi spreca diverse occasioni nel secondo: solo quattro i giochi in cui viene conservata la battuta. Il leitmotiv si prolunga anche nel lungo tiebreak, al termine del quale la spunta la statunitense. Adesso la sfida con la slovena Hercog.

Se la Cina piange, la Serbia può festeggiare le vittorie a braccetto di Ana Ivanovic e Jelena Jankovic. La prima passeggia, si diverte e vince senza affanni contro la francese Garcia: finisce 61 63 un match in cui la giocatrice di Belgrado dimostra di avere un altro passo. Meno confortevole l’affermazione della seconda balcanica, che torna in campo contro la Fichman dopo una prima sospensione dell’incontro e si impone soltanto in tre set. La vittoria arriva, l’incontro si chiude sul 57 61 63 e si approda alla fase successiva. Adesso la Ivanovic è attesa dalla Svitolina, la Jankovic sfiderà la giapponese Nara.

Continua infine il periodo negativo di un’altra ex numero uno come Caroline Wozniacki, che viene eliminata al primo turno dalla belga Yanina Wickmayer. La ex top 30 ha la meglio per 7-6(5) 4-6 6-2, sfruttando tutte le indecisioni della bionda danese, positiva soltanto a tratti e molto deludente per il resto dell’incontro.


Nessun Commento per “RG: SCHIACCIASASSI HALEP. NA LI, CLAMOROSO KO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.