LACRIME AZZURRE: TUTTI FUORI TRANNE BOLELLI

Tennis. Primo turno per gli italiani durissimo agli Internazionali d'Italia. Esce malamente Fognini che esce in un'ora di gioco contro Rosol. Bolelli vince il derby con Travaglia. Simon batte Volandri, mentre Riba batte Lorenzi.
lunedì, 12 Maggio 2014

Tennis. Al Foro Italico finalmente si fa sul serio, quest’oggi è tempo di primo turno e tempo di tanti italiani in campo. Oltre al derby azzurro tra Simone Bolelli, presente a Roma grazie a una wild card, contro Stefano Travaglia, classe 1991 e giunto al tabellone principale dalle lontanissime pre qualificazioni, sono scesi in camp anche Paolo Lorenzi, Filippo Volandri e Fabio Fognini. Alla fine dei conti si è però costretti a raccontare di una disfatta tricolore. Il punto più basso, purtroppo, si è toccato con l’eliminazione di Fabio Fognini. Il ligure si era augurato in conferenza stampa di fare finalmente un bel torneo romano, ma anche quest’anno è costretto a lasciare la capitale con tanto rammarico.

Contro Rosol praticamente non c’è mai stata partita, sulla carta l’azzurro non avrebbe dovuto aver problemi a liquidare il ceco. Ma da quando sono aumentate le aspettative sulle spalle del numero 1 d’Italia, i risultati sono venuti meno. Rosol ha ottenuto il break decisivo del primo set nel sesto gioco, sotto 4-2 Fognini non ha trovato ne la spinta emotiva per tirarsi fuori dalle sabbie mobili, anzi è rimasto costantemente a giocare troppo fuori dal campo, invitando a nozze il bombardiere avversario. Chiuso il primo set 6-3, Rosol ha cominciato nel migliore dei modi anche il secondo set, brekkando di nuovo un Fognini totalmente avulso dal gioco. La partita è scivolata via così, senza nessuna scossa e in pieno controllo di un Rosol che è stato bravo a controllare sempre la situazione non concedendo nessuna possibilità all’italiano di rientrare in partita. Il secondo break è arrivato nel settimo gioco, avanti 5-2 Lukas ha chiuso con l’ace il match che lo manda a giocare il secondo turno contro Dodig. Per Fognini Roma finisce nel peggior modo possibile, i fischi del Centrale hanno accompagnato la sua uscita di scena. La terra del Foro Italico diventa quindi un’altra occasione sprecata per Fabio di fare punti sulla sua superficie ideale.

Derby Italico- Ad aprire la giornata azzurra erano stati, invece, Bolelli e Travaglia. Entrambi hanno alle spalle un periodo difficile per colpa di problemi fisici, la carriera di Travaglia addirittura è stata a rischio per un banale incidente domestico all’avambraccio destro. Invece dopo il buio arriva quasi sempre la luce, ecco quindi le qualificazioni vissute da assoluto protagonista e un primo turno contro un Bolelli, che non vinceva un incontro nel circuito da Miami 2013. La partita non è stata spettacolare per tutto l’arco delle due ore e venti, ma è però scivolata via con sprazzi di bel gioco. Il primo set è tutto di Travagia che gioca aggressivo e profondo, nel quinto gioco trova il break decisivo salendo a comandare 3-2. Un po’ di inesperienza e di timore vengono fuori quando poi si è tratto di chiudere sul 5-3, due palle sprecate, due palle per il contro break salvate, prima di poter chiudere 6-3 il parziale. Un incubo per il morale di Bolelli, che comincia il secondo set così come aveva finito il primo. Subisce il gioco dell’intraprendente avversario e cede subito il servizio. L’istinto del killer però non fa ancora parte del bagaglio tecnico di Travaglia, così la differenza tra i due si livella grazie ai tantissimi errori dell’italiano più giovane. Contro break e si torna a seguire i servizi, offrendo anche molto meno spettacolo, fino al 6-5 servizio Bolelli. Il match si accende e a fare e disfare è Travaglia. Prima annulla due set point con due ace, salva una terza palla break, poi però prima sbaglia una volée comodissima e poi stecca di dritto: 7-5 Bolelli e terzo set. La storia di Travaglia poteva poi cambiare definitivamente vincendo la sua prima partita nel circuito Atp, ma la pressione è risultata troppo pesante. Avanti di un break, sevizio e 30 pari sul 5-4 si spegne la luce e Bolelli è un falco nel tornare 5-5, e poi 6-5 a 0. Una partita così meritava il tie break e i due ci arrivano dopo due match point sprecati da Simone Bolelli. Nell’atto decisivo a fare la differenza è stata tutta l’esperienza dell’azzurro di Davis. Simone chiude l’incontro 7-5 strillando tutta la sua gioia, scacciando una frustrazione che durava da Miami 2013, al secondo turno ci sarà Milos Raonic. Per Travaglia resta la gioia di aver dimostrato di poter essere una grande speranza del tennis azzurro, nonostante lo sfortunato infortunio che ne aveva compromesso la crescita.

Se dal derby italiano ne doveva restare per forza uno, brutte notizie sono arrivate da altre due sfide che vedevano gli azzurri impegnati oggi. Stupisce di più quella di Paolo Lorenzi che è uscito sconfitto in una sfida alla portata contro Pere Riba. Lo spagnolo, numero 88 del mondo al rientro da un duro infortunio, era sotto 3-1 nei precedenti e anche nel primo set era sotto 5-4 con break, poi però Lorenzi ha smarrito completamente la bussola subendo il contro break e chiudendo con soli 3 punti il tia brak. Nel secondo set, invece, molta meno partita, merito dello spagnolo che ha controllato l’incontro chiudendo 6-3. Molto più difficile era la sfida che vedeva impegnato Filippo Volandri che ha lasciato il passo a Gilles Simon, il quale ha controllato la partita senza difficoltà chiudendo 6-2 6-3. Non è stato questo il miglior Gilles Simon, che affronterà Nadal al secondo turno, ma è bastato per avere la meglio del nostro ex numero 1.


Nessun Commento per “LACRIME AZZURRE: TUTTI FUORI TRANNE BOLELLI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NUOVA SETTIMANA, VECCHIO TREND TENNIS, SCOMMESSE - 3 giorni consecutivi di pronostici vincenti, si è conclusa così la nostra settimana, cerchiamo di ripartire allo stesso modo.
  • LA DAVIS AI RAGGI X Analizziamo gli spunti più interessanti che il primo turno di Coppa Davis ci può offrire.
  • I NOSTRI CINQUE AZZURRI ALL’ASSALTO DI WIMBLEDON Sorteggio più che discreto per i nostri cinque azzurri impegnati da lunedì ai Championships. Sfortunato Lorenzi che pesca Roger Federer, Fognini favorito contro Kuznetsov, Seppi becca […]
  • RIPARTIRE ALLA GRANDE A MELBOURNE Giornata sfortunata quella che ci lasciamo alle spalle, ma il primo Slam stagionale è ancora lungo e noi vogliamo riprenderci già da ora proponendovi le migliori giocate per questo secondo […]
  • ATP, QUATTRO ITALIANI IN CAMPO Sonego e Bolelli a Bastad, Lorenzi e Travaglia a Umag. Il trittico della settimana ATP si completa a Newport. Il prospetto del martedì
  • GLI ITALIANI SOFFRONO DI ELIMINAZIONE PRECOCE La stagione 2014 è stata una battuta d'arresto per i Top italiani: fine di un ciclo o semplice debacle?

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.