ROMA, METRO SENZA MISURA: MANCA OMAGGIO A PANATTA

Adriano Panatta, la guerra con la Fit non accenna a finire: il nuovo capitolo, presso la Metro di Roma

Tennis. Dura ormai da tempo immemore la battaglia a distanza fra Adriano Panatta e la federazione tennis italiana. Dai tribunali, ai giornali, fino a qualche dispettuccio che adesso ha trovato sfogo lungo la fermata della metro di Roma, precisamente zona Colosseo.

Bella l’iniziativa della Fit di rendere omaggio ad alcuni dei più grandi campioni nella storia del tennis azzurro che hanno ottenuto successi importanti sulla terra rossa: ci sono praticamente tutti, come Nicola Pietrangeli, meno che Adriano Panatta.

Un’assenza che sorprende, ma fino ad un certo punto, visti i rapporti e precedenti pessimi fra le parti che erano anche sfociati in cause legali. L’ex capitano di Coppa Davis, oggi anche opinionista per Eurosport, non ha ancora espresso pareri a riguardo, semmai lo farà.

Personaggio da sempre fuori dalle righe, che sfugge alla diplomazia e che proprio per questo ha mantenuto rapporti difficili con le istituzioni. Non giungono invece spiegazioni ufficiali, al momento, da parte della Fit e di chi ha promosso l’iniziativa.


Nessun Commento per “ROMA, METRO SENZA MISURA: MANCA OMAGGIO A PANATTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TONINO ZUGARELLI, LA RISERVA DI LUSSO DELLA DAVIS 1976 Tonino Zugarelli compie oggi 67 anni. Il suo nome è e resterà sempre legato alla vittoria della Coppa Davis 1976, edizione in cui, pur da sostituto, ottenne alcune vittorie decisive nel […]
  • ITALIA-GRAN BRETAGNA, LA CLASSICA PERDUTA Le due nazionali non si affrontano in Coppa Davis da trent’anni, ma tra il 1922 e il 1984 si sono affrontate per quindici volte. L’Italia è in vantaggio negli scontri diretti per 11-4 e ha […]
  • L’ITALIA E LE SEMIFINALI DI DAVIS. UNA LUNGA STORIA La nostra nazionale gioca la Davis dal 1922 e fino al 2000 era l’unica sempre presente nel World Group. Ha giocato 15 semifinali, vincendone 7 e perdendone 8. Il bilancio potrebbe tornare […]
  • NICOLA PIETRANGELI. NON SI VIVE DI SOLO TENNIS L’icona vivente del tennis e dello sport italiano è nata a Tunisi 82 anni fa. Nick ha saputo vestire i panni del player-entertainer in un epoca in cui lo sport e l’intrattenimento erano […]
  • WIMBLEDON A RISCHIO SCIOPERI Le linee del metro potrebbero scendere in sciopero il 19 e dal 27 giugno al 1 luglio, mettendo a serio rischio la mobilità londinese, attenzione anche alle chiusure pianificate durante i week end
  • MOTTRAM: “BRUTTI RICORDI IN DAVIS CONTRO PANATTA”. TENNIS- Christopher “Buster” Mottram è stato uno degli ultimi significativi Davis-Man della Gran Bretagna. Tra tutti i suoi ricordi della lotta per l’Insalatiera ne spiccano due tutt’altro […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.