RUSTY INFINITO, SORPRESA CILIC

TENNIS – Continua la corsa di Lleyton Hewitt, che supera anche Juan Martin Del Potro e conquista la 40esima vittoria in carriera sui prati del Queen’s, approdando in semifinale per la sesta volta. Sfiderà il campione in carica Marin Cilic, che ha sorpreso Tomas Berdych per 7-5 7-6 nella prima partita della giornata. Di lusso l'altra semifinale, con Andy Murray e Jo Wilfried Tsonga
venerdì, 14 Giugno 2013

Tennis. Queen’s (Londra). Prosegue la corsa verso la difesa del titolo di Marin Cilic agli Aegon Championships del Queen’s (lo scorso anno vinse grazie alla celeberrima squalifica di David Nalbandian in finale), che riesce a sovvertire il pronostico e a battere il numero 6 del mondo e testa di serie numero 2 Tomas Berdych, conquistando, al quarto tentativo, la prima vittoria contro un top ten sull’erba. 7-5 7-6(4) il punteggio in favore dello spilungone croato in un’ora e 46 minuti di gioco.

Partita tirata, dominata dai servizi e povera di scambi lunghi, come è normale che sia su un tappeto così rapido come quello del Queen’s. È un calo in chiusura di primo parziale a costare carissimo a Berdych, che prima salva due set point consecutivi sul 4-5, ma poi capitola alla terza occasione due game più tardi. La seconda partita, se possibile, è ancora più equilibrata. Le uniche possibilità se le costruisce il ceco, che non sfrutta due palle break nel quinto e nel nono gioco. Giunti all’inevitabile tiebreak, l’ex finalista di Wimbledon cede alla pressione del momento e con un brutto errore di diritto in uscita dal servizio regala il minibreak decisivo. Cilic lo gestisce con grande oculatezza quel vantaggio, che di fatto gli vale la partita, l’ottava vittoria consecutiva al Queen’s e la semifinale.

A sfidare il croato domani sarà il sempre più incredibile Lleyton Hewitt, quattro volte campione sui prati del circolo della regina, che dopo Dimitrov e Querrey batte anche la terza testa di serie del torneo Juan Martin Del Potro. 6-2 2-6 6-2 il punteggio in favore del 32enne di Adelaide, che con questa vittoria, oltre a raggiungere quota 40 successi al Queen’s e la sesta semifinale in carriera, mantiene in vita le speranze di diventare il più anziano vincitore nella storia del torneo (attualmente il record appartiene a Jimmy Connors, che nel 1983 vinse a 30 anni e 284 giorni).

Tornato a giocare un quarto di finale nel tour maggiore dopo quasi un anno (a Newport l’ultima volta, lo scorso luglio) l’ex numero uno (attualmente 82) si presenta in campo pimpante e consapevole che sull’erba può giocarsela anche contro Del Potro (già sconfitto a Wimbledon nel 2009). Dopo l’iniziale equilibrio, l’argentino regala praticamente il break a Hewitt con due doppi falli consecutivi nel sesto gioco, che Rusty sfrutta prontamente con il suo bellissimo rovescio anomalo. Il quattro volte campione del Queen’s prova a restituire prontamente il favore, commettendo a sua volta due doppi falli consecutivi nel successivo gioco, ma resiste e chiude all’ottavo game, arginando con una splendida volee di rovescio un violento passante di Del Potro. Nel secondo parziale Palito alza il livello da fondo campo, piazza le accelerazioni con maggior continuità e soprattuto sbaglia meno. Hewitt al contrario cala con la battuta, incassa il break e al termine di un lunghissimo terzo gioco si ritrova sotto per 3-0 (pesante) e di fatto è costretto a lasciare andare il secondo set. Nella terza e decisiva partita, Del Potro sembra partire favorito, ma Lleyton ritrova incredibilmente la solidità perduta e ricomincia a giocare come sa. Gli angoli trovati dall’australiano mandano fuori giri Palito, che concede con il dritto e sul 2-1 perde la battuta addirittura a zero, dopo una fulminante risposta dell’ex numero uno, che lo coglie impreparato in uscita dal servizio. È la svolta decisiva, Hewitt azzanna la preda, non concede più nulla in battuta e non deve nemmeno andare a servire per il match, chiudendo per 6-2 grazie al quarto break della sua partita, con una intelligente volee in contropiede, che non lascia scampo all’argentino.

Nessuna sorpresa invece arriva dai due quarti di finale della parte alta del tabellone. La semifinale, come ampiamente prevedibile sarà quella che si auguravano gli organizzatori, tra Andy Murray  e Jo Wilfried Tsonga. Allo scozzese non occorre una prestazione di grande livello per avere la meglio del tedesco Benjamin Becker, numero 105 del mondo, piegato per 6-4 7-6(3) in un’ora e 32 minuti di gioco. Il secondo giocatore del mondo, pur perdendo per tre volte la battuta e ritrovandosi sotto anche 2-4 nel secondo set, ha dato l’impressione di controllare, seppur la sua prestazione non è stata esente da pecche, soprattutto a livello mentale. Più facile l’affermazione del francese, che ha lasciato appena cinque games (6-3 6-2) alla sorpresa del torneo Denis Kudla. L’americano di origini ucraine, primo giocatore di 20 o meno anni ai quarti del Queen’s dal 2007 (Cilic), pur mostrando un tennis divertente e pragmatico, si è rivelato sin troppo leggero per uno Tsonga, interprete di una bella partita, costantemente votata all’attacco e all’insegna della verticalizzazione del gioco. La partita con Murray, sarà la riedizione della semifinale di Wimbledon dello scorso anno.

Aegon Championships – Quarti di finale

[1] Andy Murray b. Benjamin Becker 64 76(3)
[4] Jo Wilfried Tsonga b. Denis Kudla 63 62
Lleyton Hewitt b. [3] Juan Martin Del Potro 62 26 62
[6] Marin Cilic b. [2] Tomas Berdych 75 76(4)

 


Nessun Commento per “RUSTY INFINITO, SORPRESA CILIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DOPPIA VITTORIA PER MURRAY E TSONGA, BENE GASQUET E HAAS TENNIS - Doppio successo per Murray e Tsonga a Londra. Accedono ai quarti anche Berdych e Del Potro. Un sontuoso Hewitt manda a casa la testa di serie numero 6 Querrey. Ad Halle Haas vince […]
  • CLASSIFICA E RACE ATP, FEDERER E MURRAY PROTAGONISTI Rosicchia centimetri King Roger verso la prima piazza ancora occupata da Novak Djokovic. Mentre lo scozzese, trionfatore a Valencia, vede sempre più vicina Londra
  • AUSTRALIAN OPEN, IL TABELLONE MASCHILE Ecco il main draw appena sorteggiato a Melbourne. Il campione in carica Novak Djokovic incrocerà in semifinale David Ferrer, mentre Roger Federer è dall'altro lato del tabellone. Per lui […]
  • MURRAY: “CONTRO CILIC SARA’ DURA” TENNIS - Andy Murray supera la pioggia e Tsonga e domenica sfiderà Marin CIlic per il titolo al Queens Club. "Sto giocando molto bene, è bello essere in finale"
  • DJOKOVIC PERFETTO, NADAL A PICCO Al China Open di Pechino, il serbo non ha problemi contro Dimitrov e prenota la semifinale con Murray, che a sua volta distrugge Cilic. Non brilla invece Rafa, che sciupa un set e un break […]
  • IL QUEEN’S È UN AFFARE TRA MURRAY E CILIC TENNIS - Definita la finale dell'edizione 2013. Murray supera in rimonta Tsonga. Il francese ha fatto bene a metà non sfruttando a dovere le sue opportunità. Il campione in carica Cilic ha […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.