SAN MARINO: VOLANDRI SUPERA GAIO. ESORDIO OK PER STARACE

TENNIS - A San Marino Filippo Volandri supera in tre set il romagnolo Federico Gaio e conquista i quarti di finale (affronterà il francese Rufin). Avanza anche il siciliano Marco Cecchinato che elimina l’olandese Huta Galung, numero 7 del tabellone.
giovedì, 8 Agosto 2013

Ci sono almeno due tennisti italiani nei quarti di finale del “San Marino Open”, challenger Atp (montepremi 75.000 dollari + ospitalità). Si tratta di Filippo Volandri e Marco Cecchinato, che sul Centrale del Centro Cassa di Risparmio a Montecchio hanno guadagnato un posto fra i ‘best 8’

Dopo aver domato in tre set il 17enne Gianluigi Quinzi martedì sera, in un confronto che ha registrato il tutto esaurito sugli spalti (tremila persone), il 32enne livornese, n.102 del ranking mondiale e sesta testa di serie, si è ripetuto contro Federico Gaio, la grande rivelazione di questa 26ª edizione degli Internazionali di San Marino, essendo partito dalle qualificazioni (666 Atp questa settimana). Dopo aver estromesso avversari più quotati come lo sloveno Semrajc, l’olandese Schoorel e il serbo Ciric nelle qualificazioni e aver piegato martedì un ex top 100 come il tedesco Phau, il 21enne faentino ha retto bene il confronto con Volandri: dopo un primo set da dimenticare, Gaio è salito 4-1 nel secondo e poi 5-3 e servizio, venendo però riagganciato dal toscano, che nel tie-break si vedeva annullare due match point (uno anche da un beffardo nastro) e doveva cedere la seconda frazione (10-8 il parziale). Ma ‘Filo’ riprendeva le redini del match nella terza partita, schizzando 4-1 e poi chiudendo i giochi all’ottavo game dopo quasi 2 ore di lotta.

Il livornese, qui vincitore nel 2008, incrocerà venerdì il francese Guillaume Rufin, 23 anni, che tenendo fede al ruolo di n.3 del seeding è approdato ai quarti regolando 7-6 (4) 6-1 il bosniaco Mirza Basic.

Dal canto suo sta onorando fino in fondo la wild card concessagli dagli organizzatori il siciliano Marco Cecchinato, che dopo aver rimontato il ceco Jan Mertl martedì ha centrato un secondo successo ai danni di un avversario più quotato, l’olandese Jesse Huta Galung (n.110 Atp e settima forza del tabellone): ha dominato il match il 20enne di Palermo, allenato da Cristian Brandi, questa settimana n.266 della classifica mondiale (suo best ranking), confermando i progressi compiuti in questa stagione contro un giocatore ‘caldo’ come l’orange (quattro titoli challenger nel 2013: a Cherbourg, St. Brieuc, Scheveningen e Tampere), attualmente n.110 della classifica Atp.

Cecchinato affronterà ora il vincente del confronto fra il serbo Dusan Lajovic e il 20enne ceco Jiri Vesely, salito al n.81 del computer Atp dopo il trionfo a Liberec (terzo challenger vinto nel 2013 dopo le affermazioni a Mersin e Ostrava, seguite a un tris di successi a livello Futures Itf a inizio anno, aperto da n.289 del ranking), di fronte nel confronto serale di mercoledì.

Giovedì altri quattro italiani proveranno a ritagliarsi un po’ di gloria, ovvero il pass per i quarti di finale. In apertura di programma (alle 17) il qualificato Roberto Marcora sfida lo spagnolo Daniel Gimeno-Traver, n.59 del mondo e principale favorito, quindi l’altro qualificato Adelchi Virgili andrà a caccia di un altro scalpo eccellente, opposto allo sloveno Blaz Kavcic, n.8 del seeding, mentre nel clou serale riflettori puntati su Potito Starace: il 32enne tennista di Cervinara, l’unico a iscrivere tre volte il suo nome nell’albo d’oro degli Internazionali di San Marino, capace di rimontare martedì notte il croato Antonio Veic e prevalere alla distanza, si misurerà con il tedesco Jan-Lennard Struff, quinta testa di serie.

Sempre alle 17, sul campo 2, il veterano Alessio Di Mauro, 36 anni il 9 agosto, nella parte bassa del tabellone incrocia la racchetta con Adrian Ungur, seconda forza del torneo, romeno che vive a Firenze.

 

RISULTATI

Singolare, 2° turno: Filippo Volandri (Ita, n.6) b. Federico Gaio (Ita, qualificato) 6-1 6-7 (8) 6-2, Marco Cecchinato (Ita, wild card) b. Jesse Huta Galung (Ola, n.7) 6-3 6-1, Guillaume Rufin (Fra, n.3) b. Mirza Basic (Bos) 7-6 (4) 6-1.

1° turno: Potito Starace (Ita) b. Antonio Veic (Cro) 4-6 6-4 6-3.

Doppio, 1° turno: Franko Skugor/Goran Tosic (Cro-Ser) b. Colin Ebelthite/Hsin-Han Lee (Aus-Tpe) 6-4 6-4, Daniele Bracciali/Florin Mergea (Ita-Rom, n.3) b. Alessandro Motti/Adrian Ungur (Ita-Rom) 6-2 6-2, Michail Elgin/Michal Mertinak (Rus-Svk) b.

Marin Draganja/Mate Pavic (Cro) 7-6 (3) 6-2, Nicholas Monroe/Simon Stadler (Usa-Ger, n.2) b. Jesse Huta Galung/Jordan Kerr (Ola-Aus) 6-2 6-4.

 

ORARIO DI GIOCO GIOVEDI’ 8 AGOSTO

Campo Centrale (dalle 17): Daniel Gimeno Traver (Esp, n.1)-Roberto Marcora (Ita, qualificato);

non prima delle 19: Adelchi Virgili (Ita, qualificato)-Blaz Kavcic (Slo, n.8);

non prima delle 21: Jan-Lennard Struff (Ger, n.5)-Potito Starace (Ita).

Campo n.2 (dalle 17): doppio Daniele Bracciali/Florin Mergea (Ita-Rom, n.3)-Michail Elgin/Michal Mertinak (Rus-Svk); a seguire Alessio Di Mauro (Ita)-Adrian Ungur (Rom, n.2); a seguire doppio: Franko Skugor/Goran Tosic (Cro-Ser) contro

Christopher Kas/Oliver Marach (Ger-Aut) o Raven Klaasen /Philipp Marx (Rsa-Ger).


Nessun Commento per “SAN MARINO: VOLANDRI SUPERA GAIO. ESORDIO OK PER STARACE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.