SAO PAULO, GIOIA A METÀ

TENNIS - Altra grande prestazione per Bolelli a Sao Paulo. L'azzurro si sbarazza di Montanes con un doppio 6-4 e vola in semifinale, dove troverà Nalbandian o Almagro. Male Volandri, eliminato dall'argentino Alund
venerdì, 15 Febbraio 2013

Tennis. ATP 250 di Sao Paulo (455.775 dollari, terra) – Sao Paulo nel segno di Simone Bolelli. Il bolognese sfodera un’altra grande prestazione, elimina con un doppio 6-4 lo spagnolo Albert Montanes e vola in semifinale. Solido e continuo al servizio, l’azzurro è stato nettamente superiore allo spagnolo, che non ha mai dato l’impressione di poter cambiare marcia durante il corso del match. Terza semifinale Atp per il bolognese dopo quelle di Zagabria e Monaco nel 2008; ad attenderlo troverà il vincente della sfida Nalbandian-Almagro.

Parte bene Bolelli, che nel quinto gioco, sul 2 pari, si procura le prime 3 palle break dell’incontro; Montanes però è bravo ad annullarle e a portarsi avanti nel punteggio. Pochi pericoli in battuta per Simone – se si esclude il momentaneo 15-30 nell’ottavo gioco -, che sembra molto solido e determinato. Sul 4 a 4 lo spagnolo, decisamente in difficoltà col servizio, offre altre due opportunità di break al tennista azzurro; la seconda – la quinta in totale – è quella buona per Bolelli, che breakka, allunga sul 5-4 e chiude il primo parziale nel game successivo. Pessimo il rendimento di Montanes al servizio; solo il 45% di prime palle in campo per lui e ben 6 doppi falli. Ottimo invece Bolelli, che chiude con l’80% di prime vincenti senza offrire palle break all’avversario.

Nel secondo set continuano le difficoltà dell’iberico al servizio; nel terzo gioco, sull’1-1 si trova sotto 0-40. Annulla la prima palla break ma non la seconda, consentendo all’azzurro di issarsi sul 2-1 e servizio. Purtroppo però Simone non riesce a consolidare il vantaggio e cede il proprio turno di battuta alla prima occasione utile. L’immediato controbreak però non cambia la musica, con Montanes che si ritrova a dover fronteggiare altre due palle break nel game successivo. Nonostante il disastroso 46% di prime vincenti, lo spagnolo riesce a scongiurare il pericolo. Si salverà ancora nel settimo gioco (sotto 0-30 riesce a risalire) ma non nel nono, quando sul punteggio di 4 pari si ritrova sotto 0-40. Bolelli sfrutta l’occasione alla seconda palla break utile e va a servire per assicurarsi la semifinale. Chiude senza problemi con un doppio 6-4 in un’ora e 25 minuti di gioco.

Esce di scena invece Filippo Volandri, eliminato in due set dall’argentino Martin Alund, numero 111 del mondo, col punteggio di 7-5, 7-6(5).

Subito qualche difficoltà al servizio per il tennista livornese, costretto ai vantaggi in due occasioni nei primi 3 turni di battuta. Nel sesto gioco, sul 3-2 Volandri, arrivano le prime due palle break per l’azzurro che però non riesce a concretizzare. Sul 5-5 Filippo cede il servizio e manda l’argentino a servire per il primo parziale. Alund non trema e chiude 7-5.

Nel secondo set, dopo i primi due giochi, Volandri chiede il medical timeout per un problema al piede. Due giochi dopo, sul 2-2, arriva un altro break per l’argentino; sul 5-4, il numero 111 del ranking va a servire per il match ma fa capolino il proverbiale “braccino” e Filippo si rimette in carreggiata, prolungando l’incontro fino al tie break, che Alund vince per 7 punti a 5 chiudendo il discorso. Un peccato per Volandri, troppo falloso e sicuramente al di sotto delle aspettative. Prosegue il sogno di Alund – entrato in tabellone da lucky loser -, che in semifinale affronterà con ogni probabilità Rafa Nadal, impegnato questa sera contro Berlocq.

ATP 250 di San Jose (546,930 dollari, cemento indoor) – A San Jose Milos Raonic, testa di serie numero 1, vince agevolmente in due set contro Michael Russell – 6-2, 7-5 il punteggio – e accede ai quarti di finale; il canadese, detentore del titolo, è ancora imbattuto qui. Sicuramente più avvincente il match tra Sam QuerreyLleyton Hewitt, che ha visto lo statunitense imporsi col punteggio di 7-6 (6), 1-6, 7-6 (4). Avanti anche Istomin e Malisse.

Milos Raonic b Michael Russell 6-2, 7-5
Sam Querrey b Lleyton Hewitt 7-6 (6), 1-6, 7-6 (4)
Denis Istomin b Benjamin Becker 6-3, (5) 6-7, 6-2
Alejandro Falla b Marinko Matosevic  6-4, 6-4
Xavier Malisse b Matthew Ebden 5-7, 7-5, 7-6 (1)
Steve Johnson b Tim Smyczek 6-3, 6-3


Nessun Commento per “SAO PAULO, GIOIA A METÀ ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPA CLARO, GIORNATACCIA PER GLI ITALIANI TENNIS - Bolelli cede in tre set a Leonardo Mayer, Volandri perde da Kuznetsov ed il povero Lorenzi non può nulla contro Wawrinka. Nettamente meglio gli spagnoli, con Robredo e Gimeno-Traver
  • RANKING ATP, NADAL PUNTA FERRER TENNIS - Con la vittoria di Sao Paulo Nadal guadagna 250 punti e mette nel mirino David Ferrer (che tuttavia rimane lontano e saldamente al quarto posto). Guadagna 13 posizioni Simone […]
  • NADAL, FINALE A SAN PAOLO CON NALBANDIAN TENNIS - All'Atp 250 di San Paolo, il maiorchino centra la seconda finale in due settimane. Il suo sfidante sarà Nalbadian, che ha prevalso sul nostro Bolelli. A San Jose, atto finale tra […]
  • FEDERER AL ROLAND GARROS: “MI SIETE MANCATI” La gioia di Roger Federer dopo la vittoria nel match d'esordio a Parigi, davanti ad un pubblico che lo acclama dal primo all'ultimo scambio.
  • CLASSIFICA ATP, NADAL TORNA TRA I PRIMI 4 TENNIS - Rafa Nadal riagguanta la quarta posizione a discapito di David Ferrer. Inalterato il podio con Djokovic, Murray e Federer. Balzo di Paire, che guadagna 10 posizioni e raggiunge il […]
  • MANNARINO VINCE A NOUMÉA, ZEBALLOS A SAO PAULO È iniziata la stagione anche per il circuito Challenger. A Noumea, in Nuova Caledonia, ritorno al successo per l'ex top 50 francese in finale sullo slovacco Martin, mentre in Brasile […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.