SARITA DI SPAGNA

Splendido trionfo di Sara Errani, che abbatte 62 62 la Cibulkova e fa suo il WTA di Barcellona. 4° titolo della carriera, e poco dopo arriva anche il bis nel doppio, vincendo con la Vinci il derby tutto azzurro contro Schiavone e Pennetta (60 62). A Copenaghen titolo alla Kerber
domenica, 15 Aprile 2012

Barcellona (Spagna) – Continua il legame fortissimo tra l’Italia e il WTA di Barcellona, (220 mila $ Terra) , che per la 4° volta consecutiva celebra un successo tutto azzurro. Dopo la doppietta di Roberta Vinci 2009 – 2011 e il titolo di Francesca Schiavone 2010, proprio sulla Vinci, arriva oggi il primo titolo catalano di Sara Errani che conquista il 4° alloro su 7  finali disputate.  Una settimana stellare per la romagnola, che senza cedere nemmeno un set liquida con estrema sicurezza avversarie  ben più quotate, concludendo la sua cavalcata contro Dominika Cibulkova, n.17 del mondo, sconfitta con un secco 6-2 6-2 in poco più di un’ora. Il torneo catalano si conferma sempre più terra di conquista per il nostro tennis, visto che nel pomeriggio la stessa Errani fa suo anche il torneo di doppio, trionfando insieme a Roberta Vinci  per  6-0 6-2 contro le altre due azzurre: Francesca Schiavone e Flavia Pennetta. A Copenaghen Angelique Kerber liquida 6-4 6-4 Caroline Wozniacki e conquista il 2° titolo della carriera.

Sempre più su. Vincere due titoli in poco più di un mese e centrare per la prima volta i quarti di finale di uno slam, certificano di fatto un salto di qualità che oggi Sara Errani fa suo in maniera del tutto meritata. 1,65 mt di grinta e carattere accompagnano da sempre la 24enne romagnola, che in questo 2012 ha decisamente cambiato marcia, intraprendendo un nuovo percorso vincente. Il quarto di finale raggiunto agli ultimi Australia Open ha innestando un cambiamento che ha reso competitiva la Errani in superfici diverse dalla terra rossa, ampliando notevolmente i suoi orizzonti e la sua classifica. Il best ranking da n.30 ottenuto lo scorso marzo dopo il successo ad Acapulcoo è ormai un ricordo, e con i 280 punti odierni l’azzurra sfodera per la prima volta il muro delle top 30.

Errani sul velluto. Bilancio in rosso per la Errani nei confronti diretti contro la slovacca, che nei sei precedenti ha raccolto solo 2 successi. La 7° sfida tra le due inizia invece nel segno dei break, con entrambe le giocatrici poco convinte al servizio, dove collezionano complessivamente un sol punto nei primi due game. Le difficoltà con il colpo d’inizio gioco continuano, e il 3-2 per la Errani risulta essere il risultato di 5 break consecutivi.  L’azzurra si appoggia bene sul servizio della Cibulkova, trovando subito campo e  frofondità di gioco. Nel 6° game Sara cambia marcia, tiene per la prima volta il servizio e scappa sul 4-2. La Cibulkova fatica a trovare le giuste contromisure, limitata da molti errori e da una gestione tattica dissennata. Sara non sbaglia nulla, conquista ai vantaggi il 4° break consecutivo e chiude poco dopo sul 6-2.

Poker. L’inerzia è tutta dell’azzurra, che pigia sull’acceleratore iniziando al meglio anche il secondo set. Un break di 8 punti a 1 lancia Sarita sul 2-0, stoppando sul nascere ogni vettelità della Cibulkova. La 22 enne di Bratislava fatica a rimanere in scia, oppressa dai doppi falli, ( 7 in totale), e un servizio dalle percentuali misere. Sara non lascia nulla al caso, mostrandosi lucida sotto il profilo tattico e con una condizione fisica perfetta.  Solida da fondo e abile anche a rete, la Errani piazza il colpo del ko nel 5° gioco, allungando sul 4-1 pesante incassando un bel game ai vantaggi. L’82% di punti con la prima palla porta  poi la bolognese sul 5-1 rischiando di chiudere il confronto evitando anche l’ultimo cambio di campo.  Una Cibulkova ormai allo sbando, evita quantomeno il 7° break subito, salvando 2 palle match consecutive e aggiudicandosi il 4° gioco della sua partita. Chiamata a servire per il match l’azzurra non si lascia pregare, e a 15 chiude i conti incassando il duplice 6-2 finale.

Nel ricordo di Morosini. Bel gesto di Sara Errani a fine partita durante la cerimonia di premiazione. Dopo aver alzato la coppa, le prime parole sono state dedicate al povero Piermario Morosini, il giovane calciatore del Livorno scomparso prematuramente ieri in campo durante il match  a  Pescara. Sara ha dedicato a lui questo successo, accompagnato dal  caloroso applauso di tutto il pubblico presente.

Caroline KO. Delusione per il numeroso pubblico del WTA di Copenaghen, evento in contemporanea sul veloce da 220 mila $ di montepremi. La padrona di casa, nonchè detentrice del titolo Caroline Wozniacki, si arrede in finale alla tedesca n.15 del mondo Angelique Kerber. L’ex n.1 della classifica WTA fallisce il bis in casa, subendo un doppio 6-4 che regala alla Kerber il 2° titolo della carriera


Nessun Commento per “SARITA DI SPAGNA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • PENNETTA OK, SCHIAVONE KO Nel WTA di Barcellona buon esordio di Flavia Pennetta, che batte Lara Arruabarena-Vecino 6-0 6-4. Primo tunro amaro invece per Francesca Schiavone, sconfitta 6-4 6-3 da Olga Govortsova. […]
  • ERRANI TRAVOLGENTE Sara Errani vola in finale al WTA di Barcellona. Il facile successo su Carla Suarez Navarro per 6-1 6-2, regala all'azzurra la 7° finale della carriera. Nell'ultimo atto sfiderà Dominika […]
  • SARA AL TOP Il successo di Barcellona regala a Sara Errani il best ranking alla posizione n.28. Praticamente immobili le restanti azzurre, mentre risalgono leggermente Angelique Kerber e Jelena Jankovic
  • VINCE SOLO LA ERRANI Nel WTA di Barcellona ottima vittoria di Sara Errani, che approda ai quarti liquidando 6-0 6-2 Estrella Candela. Va male a Roberta Vinci, sconfitta da Simona Halep 6-1 6-3. A Copenaghen ko […]
  • ERRANI IN SEMIFINALE Splendida vittoria di Sara Errani nel WTA di Barcellona. La bolognese fa fuori la testa di serie n.2 Julia Goerges per 6-2 6-3 e conquista la semifinale del torneo iberico
  • DISCO ROSSO PER LA PENNETTA Altro ko azzurro al 2° turno del WTA di Barcellona, dove Flavia Pennetta si lascia ipnotizzare dalla qualificata ucraina Yulya Beygelzimer, che dopo 2 ore e mezza di lotta vince 6-2 6-7 6-4

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.