INCUBO SCHIAVONE: 1-1

Una irriconoscibile Francesca Schiavone rimedia solo tre games contro Lesia Tsurenko, numero 121 del mondo. L’Ucraina agguanta così la parità dopo la prima giornata dei quarti di Federation Cup
sabato, 4 Febbraio 2012

Dopo il facile successo di Sara Errani, l’Italia manca l’allungo e viene rimontata dall’Ucraina. Questa asettica notizia nasconde una sorpresa clamorosa. Il punto ucraino è infatti giunto per mano di Lesia Tsurenko, numero 121 del mondo, che ha sconfitto con un devastante 6-1 6-2 nientemeno che Francesca Schiavone, numero 11 del mondo e spesso straordinaria in Federation Cup.

La ventiduenne dell’Est, mai nelle prime cento nella sua giovane carriera, ha affrontato con piglio da campionessa un match apparentemente impossibile ed ha approfittato di una prestazione tragica della nostra giocatrice. Incapace di imporre il suo gioco, fallosa e poco mobile, Francesca ha lottato forse per un game, il secondo, in cui il break ucraino è giunto dopo una lunga serie di opportunità da una parte e dall’altra. Da lì la Tsurenko è volata tranquilla ed incredula fino al 5-0, quando la Schiavone è riuscita per la prima volta a tenere il suo servizio, senza però iniziare alcuna rimonta. Il 6-1 è arrivato rapido e puntuale.

L’unico momento di speranza per Francesca è stato l’inizio del secondo set, quando, dopo avere tenuto per la seconda volta consecutiva il proprio servizio, la finalista del Roland Garros ha conquistato una palla break.

Si poteva sperare in un’inversione di tendenza, o almeno nell’inizio di una lotta di nervi che avrebbe potuto favorire la più esperta azzurra, ma niente di tutto ciò è accaduto. L’ucraina ha annullato la palla break e, non paga, si è involata 0-40 ed ha immediatamente chiuso il break, volando verso il successo finale.

Un nuovo break sul 4-2 ha virtualmente chiuso il match. La Tsurenko non ha tremato neanche al momento di servire per il match ed ha chiuso conquistando la sua seconda vittoria in singolare in Federation Cup (contro tre sconfitte), e senza dubbio il più prestigioso scalpo.

L’Italia rimane favorita, ma avrà bisogno di capire cosa è successo a Francesca Schiavone per evitare di complicarsi ulteriormente la vita nei match di Domenica. Sulla carta Francesca potrà cercare la rivincita nel primo match di domani contro Kateryna Bondarenko, mentre la Errani scenderà in campo per seconda contro la Tsurenko.


3 Commenti per “INCUBO SCHIAVONE: 1-1”


  1. Mariarosa ha detto:

    Per Renato: diciamo che hai indovinato per metà, sono di origine pugliese avendo mio padre di Bari e ne sono orgogliosa. Sono comunque nata a Sesto San Giovanni ( MI…Milano, quella città dove è nata Francesca e dove vivo tuttora; ho vissuto per tre anni a Monterotondo(RM)dove spero di tornarci presto. La mia provenienza comunque non offusca quello che sto vedendo ultimamente. Detto questo…forse non hai letto bene Renato quello che ho scritto…come volevasi dimostrare il primo incontro è stato scandaloso, perdere in quel modo dalla numero 121 mi sembra davvero assurdo. Ripeto, forse non hai letto bene, dicevo che Francesca quando è in forma non la tiene nessuno, è fantasia alla stato puro ma ci vuole non solo fantasia, ci vuole soprattutto costanza ed è quello che ultimamente nell’ultimo anno Francesca non dimostra di avere. Sta vivendo di rendita dalla finale confermata l’anno scorso a Parigi e il secondo singolare ha arrancato nel primo set andando a perdere davvero malamente. Roberta invece è concreta e soprattutto è costante, come la Pennetta che pur essendo più giù in classifica ha un rendimento stazionario. Quando si commenta a qualcosa che non è di gradimento bisognerebbe quanto meno usare delle basi più solide.

  2. renato ha detto:

    per fare una schiavone ci vogliono due vinci.mariarosa certamente sei pugliese

  3. Mariarosa ha detto:

    Non volevo nemmeno commentare ma poi mi sono detta perchè no? Francesca quando è in forma è intoccabile ma dalla finale del Roland Garros 2011 non abbiamo più visto Francesca giocare bene e con voglia di vincere. Mi chiedo quindi perchè mai continuino a convocarla per la Fed Cup…sempre il solito motivo…lo stesso (in)spiegabile motivo di quando ha giocato gli Australian Open contro Romina Oprandi…nonostante stesse vincendo la seconda, tutti quelli della FIT erano dalla parte di Francesca…ricordiamoci anche che l’anno scorso ha detto no ad una convocazione per allenarsi sulla terra e le azzurre non sono riuscite ad arrivare in finale. Che dire? Troppa reverenza…
    Perchè non far giocare Roberta Vinci che quest’anno ha fatto faville regalandoci tre tornei nel singolare e altrettanti in doppio, più pochi giorni fa la finale sempre nel doppio a Melbourne??? Queste sono le scelte discutibilissime di Barazzutti, scelte dettate dagli sponsor. E’ così che ammazziamo i tennisti, per scelte dettate più per la moneta che dall’amore per lo sport. Forse sono stata troppo dura ma è quello che penso, mi fa rabbia vedere gente superficiale a gestire lo sport e non solo…


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TSURENKO, NUOVA SPERANZA UCRAINA Legata per anni alle sorelle Bondarenko, l’Ucraina del tennis punta adesso decisa verso Lesia Tsurenko, giovane promessa classe 1989 capace di esaltarsi in Fed Cup e non solo
  • ITALIA-UCRAINA, GIOCA LA ERRANI Sara, preferita alla Pennetta, aprirà le danze contro Kateryna Bondarenko. A seguire Francesca Schiavone sfiderà Lesia Tsurenko
  • MIRACOLO SCHIAVONE: 2-1 ITALIA Rimonta incredibile della 'Leonessa', che ha recuperato uno svantaggio di 6-7 1-5 per portare a casa il match con lo score di 6-7 7-5 6-4. L'Italia è ora avanti per 2-1, e Sara Errani ha […]
  • FED CUP, ITALIA-FRANCIA: APRONO GIORGI-MLADENOVIC Tutto pronto per la sfida di primo turno tra Francia e Italia. Intorno alle 12:30 è stato sorteggiato l'ordine di gioco, aprono Camila Giorgi e Kristina Mladenovic. Errani e Garcia a seguire.
  • CAMILA GIORGI, FED CUP O NON FED CUP? TENNIS – Alcune voci avevano annunciato la presenza di Camila Giorgi come sostituta di Francesca Schiavone nella finale di Fed Cup. Ma i tempi non sono ancora giusti e propizi per […]
  • PORTA LA FED CUP 2013 A CASA TUA Sei proprietario di un Circolo di tennis e vuoi far disputare nel tuo impianto i match di Fed Cup 2013 tra Italia Stati Uniti? Ora è possibile, basta che la struttura corrisponda ai […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.