CAPORETTO AZZURRA

A Mosca esce di scena la Schiavone, piegata dalla Kanepi al tie-break del terzo set. In Lussemburgo pessima prestazione della Pennetta, che racimola appena 5 giochi contro la Sevastova.
mercoledì, 19 Ottobre 2011

Mosca – Infausta giornata per i colori italiani nel circuito Wta dove, quel che è peggio, le delusioni arrivano dalle nostre alfieri del tennis in gonnella dell’ultimo decennio. Due sconfitte all’esordio: Francesca Schiavone in Russia (match di secondo turno, al primo aveva avuto un bye), Flavia Pennetta in Lussemburgo. Due partite diverse, accomunate dal rimpianto di essere ampiamente alla portata delle azzurre. Ecco come è andata.

Suicidio Schiavone. Il match di Francesca è di certo quello che lascia maggiormente l’amaro in bocca. L’azzurra aveva iniziato bene, ottenendo il break in apertura ma, subito il controbreak, pativa la forza della Kanepi che si issava sul 4-2; la Schiavone riagganciava l’avversaria sul 4-4 ma sul 4-5 cedeva nuovamente il servizio e con esso il primo set (6-4). Nel secondo parziale la “Leonessa” partiva a razzo e volava sul 5-1 ma un servizio ballerino la tradiva nell’ottavo e nel decimo game e l’estone tornava in partita: 5-5. Qui, però, la Schiavone ritrovava testa e colpi e otteneva un nuovo break, stavolta capitalizzato con l’ultimo turno di battuta tenuto a zero (7-5). All’inizio del terzo parziale la Kanepi provava ad allungare (2-0) ma l’azzurra la riprendeva immediatamente. Si arrivava al tie-break, e qui si consumava un autentico dramma: Francesca saliva 5-1 ma, a quel punto, qualcosa si rompeva perché due doppi falli dell’azzurra e la reazione della Kanepi suggellavano una clamorosa rimonta della giocatrice estone, che si imponeva 9-7 dopo 2 ore e 43 minuti di battaglia. La Schiavone ha pagato oltremisura un servizio inefficace: 39% di prime 14 doppi falli non sono giustificabili. Arriva, dunque, l’ennesimo capitolo negativo della stagione di Francesca, che la scorsa settimana era scesa dal n.7 al n.12 finendo fuori dalla top ten dopo 16 mesi. Tolta la finale parigina, il suo 2011 è purtroppo da cancellare.

Pennetta deludente. Finisce nel peggiore dei modi anche la stagione di Flavia Pennetta, che pure si era ripresa nelle ultime settimane (semifinale a Pechino) dopo una difficile metà annata. A Lussemburgo la brindisina ha ceduto nettamente alla ventunenne lettone Anastassja Sevastova, n.107 Wta: 6-3 6-3 in appena 1 ora e 8 minuti di gioco. Partita iniziata subito in sordina, con la Pennetta che recuperava un primo break sull’1-4 ma che poi finiva per cedere ancora il servizio nel sesto gioco, perdendo 6-3 il primo set. Una partenza ad handicap (0-4 in pochi minuti) le era fatale anche nel secondo parziale, chiuso 6-2 dalla tennista lettone. I numeri sottolineano la cattiva giornata di Flavia: 44% di prime e pessimo rendimento sulle palle break (1/5). L’azzurra, tds n.4, saluta così il 2011. Di seguito tutti i risultati di giornata a Mosca e Lussemburgo:

Wta Mosca ($721.000 – cemento indoor)

Secondo turno
(1) Vera Zvonareva (RUS) d. Bojana Jovanovski (SRB) 61 61
Lucie Safarova (CZE) d. (2) Agnieszka Radwanska (POL) 64 46 64
Kaia Kanepi (EST) d. (4/WC) Francesca Schiavone (ITA) 64 57 76(7)
Vera Dushevina (RUS) d. Nadia Petrova (RUS) 62 76(3)

Primo turno
(8) Dominika Cibulkova (SVK) d. Polona Hercog (SLO) 63 76(3)
Elena Vesnina (RUS) d. (WC) Alla Kudryavtseva (RUS) 60 61

Wta Lussemburgo ($220.000 – cemento indoor)

Secondo turno
(6) Julia Goerges (GER) d. Tamira Paszek (AUT) 64 62
Iveta Benesova (CZE) d. (7) Maria Kirilenko (RUS) rit. (infortunio alla caviglia destra)
Monica Niculescu (ROU) d. Anabel Medina Garrigues (ESP) 76(5) 36 61

Primo turno
(1) Victoria Azarenka (BLR) d. Barbora Zahlavova Strycova (CZE) 62 64
Anastasija Sevastova (LAT) d. (4) Flavia Pennetta (ITA) 63 62
(5) Ana Ivanovic (SRB) d. Virginie Razzano (FRA) 76(2) 64
Simona Halep (ROU) d. Kimiko Date-Krumm (JPN) 64 75
(Q) Bibiane Schoofs (NED) d. (WC) Angelique Kerber (GER) 26 62 61


Nessun Commento per “CAPORETTO AZZURRA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA: OK FLAVIA PENNETTA CHE VOLA A SINGAPORE, KO ERRANI Eliminata Sara Errani che si è piegata ad una brava e inarrestabile Mirjana Lucic-Baroni, mentre accede al terzo turno Flavia Pennetta che ha sconfitto Daria Gavrilova senza troppi […]
  • WTA: SARA ERRANI PASSA IL PRIMO ROUND, DOMANI PENNETTA Vittoria per la Errani che ha sconfitto, nonostante un po' di fatica, la francese Coin nel primo round lussemburghese. Domani la bolognese sfiderà la Lucic-Baroni, mentre Flavia Pennetta […]
  • WTA: ERRANI NEL MAIN DRAW DI LUSSEMBURGO, PENNETTA A MOSCA Sara Errani e Flavia Pennetta accedono ai tabelloni principali dei tornei di Lussemburgo e Mosca. Flavia tenterà l'ultima strada per accedere alle Finals mentre Sarita proverà ad avanzare […]
  • WTA: ELIMINATA LA SUAREZ NAVARRO, PENNETTA SI RITIRA Un'altra sofferta eliminazione per Carla Suarez Navarro, la spagnola è stata battuta dalla qualificata Kasatkina 6-1 6-2. Ritiro per Flavia Pennetta a causa di una vescica al piede destro
  • BLACK O NON BLACK La presunta black list dei 41 giocatori sotto la lente d'ingrandimento per possibili combine, sembra essere una bufala, visto che la stessa TIU nega di aver divulgato liste di ogni tipo. […]
  • FINALMENTE DOMINIKA A Mosca la slovacca Dominika Cibulkova fa suo il primo titolo della carriera, superando in un match tiratissimo l'estone Kaia Kanepi per 3-6 7-6 7-5. Victoria Azarenka domina in Lussemburgo

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.