SCHIAVONE SORRIDE, VINCI NO

Sulla terra indoor di Stoccarda Francesca Schiavone supera al 1° turno Monica Niculescu 6-3 7-5. Cade invece Roberta Vinci, stoppata da Agelique Kerber 6-2 6-3. Bene Stosur e Bartolì
martedì, 24 Aprile 2012

Stoccarda (Germania) – Giornata inaugurale agrodolce per i colori azzurri sulla terra indoor di Stoccarda, evento da 720 mila dollari di montepremi e arricchito dalla presenza delle prime 8 giocatrici del mondo. Tra di esse non c’è più al momento Francesca Schiavone, ferma alla n.11, ma il suo buon feeling con la terra rossa potrebbe regalagli nelle prossime settimane una nuova rinascita. L’inizio al momento è buono e contro Monica Niculescu, n.29 del mondo, la milanese passa per 6-3 7-5 regalandosi al prossimo turno la rivincita contro Petra Kvitova. Si ferma invece al primo ostacolo Roberta Vinci, che non può nulla contro una Angelique Kerber in giornata che porta a casa il successo per 6-2 6-3.  Buoni gli esordi di Samanta Stosur e Marion Bartoli. A Fes avanza Svetlana Kuznestova.

Bene Francesca. Quarta sfida diretta e quarta vittoria per di Francesca Schiove contro Monica Niculescu, che lo scorso anno,nell’ultimo precedente di New Haven venne travolta 6-2 6-1. Storia leggermente diversa oggi, ma dal finale identico. L’azzurra serve poche prime oggi, ma è in fase di palleggio che fa la differenza, trovando soluzioni a lei di solito molto congeniali. L’avvio resta in equilibrio, almeno fino al 4-3 per l’azzurra,  che nell’8° ribalta a suo favore un game da 40-15 e piazza l’allungo decisivo, confermato poi al servizio sul 6-3 finale.  La Niculescu sembra accusare il colpo, e nel secondo set finisce subito sotto 0-2. Francesca non riesce però a dare seguito alla sua azione, facendosi riprendere nel giro di un paio di game. Il match scivola sul piano dell’equilibrio, con entrabe le giocatrice prive di mordente al servizio. Sul 5-5 l’azzurra prova a mettere in campo l’esperienza e i suoi 8 anni di differenza, piazzando la zampata decisiva nell’11 gioco e portandosi a servire per il match sul 6-5. Anche se ai vantaggi, l’azzurra mette fine al confronto dopo oltre 2 ore di gioco, “regalandosi” al secondo turno la n.3 del mondo Petra Kvitova, appena affrontata ad Ostrava in Fed Cup.

Robertina KO. Va male invece a Roberta Vinci la prima sfida in carriera contro Angelique Kerber, n.14 del mondo, che in poco più di un’ora liquida l’azzurra con due rapidi set.  L’inizio è davvero pessimo per la Vinci, incapace di contrastare il ritmo della padrona di casa, che in meno di 30 minuti piazza due break e vola sul 5-1. Percentuali di prime relativamete basse per l’azzurra, che con la seconda palla fa ancora peggio, restantando sotto il 20%.  La Vinci lotta in diversi game ai vantaggi, finendo però puntualmente punita. La Kerber  si dimostra più cinica, e nonostante un break perso, chiude la prima frazione sul 6-2. Nella seconda frazione basta solo un break invece per fare la differenza, con l’azzurra  che non riesce a fare breccia in risposta. Nel 4° game la Vinci molla il servizio, staccandosi definitivamente dal match. La Kerber non concede invece alcuna occasione alla suavversaria, che pùò soltanto limitarsi a rimanere in scia, finendo comunque per arrendersi 6-3.

Ecco il resto dei risultati del 1° turno:

5) Samantha Stosur (AUS) d. Peng Shuai (CHN) 62 62
(7) Marion Bartoli (FRA) d. (Q) Iveta Benesova (CZE) 63 62
Francesca Schiavone (ITA) d. Monica Niculescu (ROU) 63 75
Angelique Kerber (GER) d. Roberta Vinci (ITA) 62 63
Julia Goerges (GER) d. Anastasia Pavlyuchenkova (RUS) 57 63 64
(Q) Greta Arn (HUN) d. (LL) Kateryna Bondarenko (UKR) 75 63
(Q) Alizé Cornet (FRA) d. (Q) Anna Chakvetadze (RUS) 63 64

Fes. Primo turno anche a Fes in Marocco per il WTA sul rosso da 220mila dollari di montepremi.

Ecco i risultati di giornata

(2) Svetlana Kuznetsova (RUS) d. Eleni Daniilidou (GRE) 61 75
(3) Petra Cetkovska (CZE) d. (Q) Melinda Czink (HUN) 64 62
(5) Simona Halep (ROU) d. (WC) Fatima Zahrae El Allami (MAR) 61 ret.
(8) Shahar Peer (ISR) d. Magdalena Rybarikova (SVK) 57 63 75
Arantxa Rus (NED) d. (7) Klara Zakopalova (CZE) 64 57 76(9)
Laura Pous-Tio (ESP) d. Olga Govortsova (BLR) 62 61
Timea Bacsinszky (SUI) d. (Q) Arina Rodionova (RUS) 26 40 ret.
(Q) Garbiñe Muguruza Blanco (ESP) d. Anna Tatishvili (GEO) 75 57 64
(Q) Kiki Bertens (NED) d. Urszula Radwanska (POL) 64 75
(LL) Mathilde Johansson (FRA) d. (WC) Nadia Lalami (MAR) 61 61


Nessun Commento per “SCHIAVONE SORRIDE, VINCI NO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA, DOVE PORTA IL RANKING DI FINE ANNO? Tutti a caccia della Halep, dalle big alle rising stars. La WTA si conferma un mondo precario, il 2019 si prepara ad altre mille sfaccettature.
  • WTA TOUR: WOZNIACKI PARTE BENE, DELUSIONE MERTENS L’ex numero 1 del mondo concede quattro game e approda al terzo turno del WTA di Charleston, dove sfiderà Buzarnescu
  • AUGER-ALIASSIME, ANDREESCU E LA CARICA DEI MILLENNIALS Il futuro del tennis è adesso. Chi sono i migliori giovani nati negli anni Duemila?
  • VENUS E BARTOLI AVANTI Sulla terra verde del WTA di Charleston Venus Williams supera il 2° turno eliminando 7-5 6-0 Jelena Jankovic. Servono invece oltre 3 ore a Marion Bartolì per far fuori Vera Duschevina 6-2 6-7 6-4
  • ERRANI E VINCI A BRACCETTO Al WTA di Palermo esordio agevole per Sara Errani e Roberta Vinci, rispettivamente su Gallovits e Knapp. Impresa della Camerin contro la Medina Garrigues
  • SARITA DI SPAGNA Splendido trionfo di Sara Errani, che abbatte 62 62 la Cibulkova e fa suo il WTA di Barcellona. 4° titolo della carriera, e poco dopo arriva anche il bis nel doppio, vincendo con la Vinci […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.