“SE KYRGIOS GIOCA A INDIAN WELLS PERDERA’ UN PO’ DEL MIO RISPETTO’

Bernard Tomic ha espresso tutto il suo disappunto per il forfait del connazionale nella sfida di Coppa Davis poi persa contro gli Stati Uniti
lunedì, 7 Marzo 2016

TENNIS – Sono giorni infuocati e pieni di tensione in casa Australia dopo la sconfitta casalinga di Coppa Davis contro gli Stati Uniti. Bernard Tomic infatti ha dichiarato che Nick Kyrgios (non sceso in campo a Kooyong contro Isner e compagni a causa di un attacco influenzale) perderà un po’ del suo rispetto se giocherà al Masters 1000 di Indian Wells.

A quanto pare i due hanno avuto una lunga (e accesa) conversazione telefonica dopo la sconfitta di Tomic contro John Isner che ha certificato l’eliminazione dell’Australia al primo turno del World Group di Coppa Davis, ma il nervosismo era affiorato già in campo, quando Tomic durante un cambio di campo si era lamentato con il capitano Lleyton Hewitt del fatto che Kyrgios già un’altra volta aveva dato forfait in questo modo (ovvero alla vigilia del primo turno dello scorso anno contro la Repubblica Ceca).

Tomic quindi non era del tutto convinto riguardo all’attacco influenzale capitato a Kyrgios, al quale comunque, stando a quanto riportato, sarebbero stati prescritti dei pesanti antibiotici che gli avrebbero impedito di essere al meglio contro gli Stati Uniti. “Di sicuro – ha dichiarato Tomic – sarebbe singolare se Nick scendesse in campo a Indian Wells in questi giorni. Credo comunque che lo farà, e allora sì, perderà un po’ del mio rispetto. Io ho giocato a Kooyong con un problema al polso di cui tutti sono a conoscenza, e se non si fosse trattato della Coppa Davis probabilmente non sarei nemmeno sceso in campo, visto che il dolore era molto forte”.

Nonostante questa delicata situazione però, Tomic vuole guardare subito avanti. “Dobbiamo pensare immediatamente ai prossimi impegni, senza che questa cosa abbia ripercussioni. Io e Nick abbiamo un rapporto molto aperto e schietto, lui ha la sua personalità e io la mia, ma anche se avremmo tutti voluto che fosse in campo contro gli Stati Uniti, ormai sappiamo bene come è andata ed è inutile continuare a parlarne”. Cosa che ha voluto sottolineare anche il capitano Lleyton Hewitt: “Ho chiesto a Kyrgios di provare a recuperare, è venuto da noi e poi è stato rimandato a casa dal nostro staff medico, mentre Tomic ha dato il massimo nonostante il problema al polso: entrambi quindi hanno fatto quello che gli avevo chiesto, non c’è altro da aggiungere, dobbiamo solo guardare avanti e cercare di prepararci al meglio per il playoff che varrà la permanenza nel World Group di Coppa Davis”.

Nella foto Tomic durante la conferenza dopo la sconfitta di Coppa Davis con gli Stati Uniti (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “"SE KYRGIOS GIOCA A INDIAN WELLS PERDERA' UN PO' DEL MIO RISPETTO'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.