BUONA LA PRIMA A ROTTERDAM PER SEPPI E MURRAY

L’altoatesino bagna con una vittoria in rimonta sul padrone di casa Haase, il suo esordio nel torneo Atp 500 olandese. Tutto semplice per Andy Murray contro Nicolas Mahut, mentre Wawrinka lascia per strada un set contro Huta Galung
mercoledì, 11 Febbraio 2015

Rotterdam (Olanda). Il buon momento di Andreas Seppi, dopo gli ottavi di finale australiani e la finale di Zagabria, continua anche in quel di Rotterdam. Il tennista altoatesino ha superato infatti il primo turno del Abn Amro World Tennis Tournament, battendo il padrone di casa Robin Haase con il punteggio di 6-7 6-3 6-3 e conquistando così il diritto di sfidare la testa di serie numero 3 Tomas Berdych al secondo step.

Reduce dalla settima finale della carriera, purtroppo persa a Zagabria contro Guillermo Garcia Lopez, Seppi ha avuto bisogno di un set di sostanziale rodaggio, prima di prendere nettamente il largo contro l’olandese Haase, numero 90 della classifica Atp, imponendosi per la quinta volta in sei confronti diretti. Nel primo set infatti, l’altoatesino è partito molto male, perdendo immediatamente la battuta. Pur recuperando immediatamente il break, Andreas ha continuato a fare molta fatica con i suoi colpi, ritrovandosi nuovamente sotto sul 5-3. Nel momento di chiudere Haase ha però permesso al suo avversario di rientrare, arrivando anche a concedere un set point sul 6-5 in favore di Seppi. Quando l’inerzia sembrava essere favorevole al nostro portacolori però, l’olandese ha ricominciato a spingere, salvando la palla set, prima di imporsi al tiebreak. Fortunatamente, i buoni segnali lanciati da Seppi in chiusura di parziale, erano il prologo ad una netta crescita di rendimento per l’altoatesino, che subito in avvio di seconda partita, con una serie di ottimi diritti, è riuscito a conquistare il vantaggio di un break, raddoppiato successivamente nel settimo gioco. Qui un nuovo passaggio a vuoto non è costato nulla all’italiano, che con il terzo break del set nel nono gioco si è portato comunque a casa il set della parità. Nella partita decisiva, Seppi ha alzato ulteriormente l’asticella del suo tennis, capitalizzando al massimo l’unico break messo a segno nel quarto gioco, grazie ad un rendimento eccellente in battuta, che ha lasciato ad Haase la miseria di cinque punti in quattro turni di servizio. Ora il numero due d’Italia se la vedrà, come detto, con Tomas Berdych. È stato proprio il ceco, nel 2012, a fermare la miglior corsa dell’altoatesino nel torneo di Rotterdam, ai quarti di finale. Lo stesso Berdych lo ha anche eliminato in semifinale a Doha  nel primo torneo del 2015. Chissà che domani Andreas non possa avere l’occasione di vendicarsi, anche se i precedenti (7-2 per il ceco) non sono affatto confortanti.

Molto buono anche l’esordio della testa di serie numero uno Andy Murray, che ha liquidato per 6-3 6-2 il francese Nicolas Mahut, rifilandogli la 30esima sconfitta della carriera contro un top ten in 35 incontri. Davvero convincente la prova dello scozzese, che ha aperto il suo torneo con una brillante prova, impreziosita da 36 colpi vincenti, a fronte di soli 16 errori non forzati. L’unico momento di “difficoltà”, il numero 4 del mondo lo ha vissuto sul 6-3 5-0 in suo favore, quando ha subito il controbreak del francese, commettendo un doppio fallo sulla palla break e scagliando la racchetta a terra per la frustrazione. Per il resto, Andy ha inscenato un discreto monologo, complice un avversario che con il suo tennis aggressivo ne esalta le qualità di “contropiedista”. Nei 93 minuti di gioco, Murray ha infatti deliziato il pubblico olandese con tutto il suo eccellente repertorio di passanti eccezionali, lob millimetrici e recuperi stupefacenti. Ora al secondo turno il bicampione di slam affronterà il canadese Vasek Pospisil.

Chi fa invece più fatica del previsto è la testa di serie numero 4 Stan Wawrinka, che ha bisogno del terzo set per avere la meglio della wild card locale Jesse Huta Galung. Periodico il punteggio in favore dello svizzero: 6-3 3-6 6-3. Stan ha perso il secondo set, ma ha sofferto molto anche nel parziale decisivo, vinto sì grazie all’unico break, ma che poteva complicarsi non poco se l’olandese avesse sfruttato una delle due palle break sul 4-2 in favore del campione dell’Australian Open 2014. Alla fine Wawrinka è riuscito a portare a casa la partita, sfruttando il sesto match point nel nono game. Ora Wawrinka affronterà nuovamente Garcia Lopez, che tanto lo aveva messo in difficoltà agli ottavi di finale di Melbourne.

Registriamo la sconfitta del giovane Dominik Thiem, sorprendentemente demolito dall’ucraino Sergyi Stakhovsky con il punteggio di 6-1 6-3, e la vittoria (7-6 6-4)  del campione di Zagabria Garcia Lopez su Denis Istomin. Passa anche Gael Monfils con il 7-5 7-6 rifilato a Roberto Bautista Agut. Il programma di giornata verrà invece chiuso dal match di secondo turno tra Grigor Dimitrov e Gilles Muller.

Articolo in aggiornamento

 


Nessun Commento per “BUONA LA PRIMA A ROTTERDAM PER SEPPI E MURRAY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • 2014 IN CIFRE: PRIME VOLTE, WILD CARD E MATCH POINT Continua il nostro viaggio tra le statistiche della stagione appena conclusa. Oggi scopriamo i nomi delle migliori wild card, dei primi trionfatori in tornei Atp e dei qualificati seriali. […]
  • TRE TORNEI, ANTEPOST E PRIME GIOCATE Il circuito ATP ritorna alla grande con Zagabria, Montpellier e Vina del Mar. Analizziamo i tabelloni e proponiamo le prime giocate di questi tre tornei.
  • IW UOMINI: DJOKOVIC CON MURRAY, FEDERER CON NADAL Sorteggiato il tabellone del primo master 1000 della stagione. Nella parte alta, possibile rivincita della finale australiana in semifinale, nella metà inferiore potremmo invece ritrovare […]
  • TOMAS BERDYCH É IL MIGLIOR TENNISTA AL MONDO SUL 15-15 Alcuni dati raccolti dall’Atp durante tutti gli appuntamenti del 2016 dimostrano come il punteggio di 15 pari non sia così sicuro per chi serve. E nello stesso tempo aiuti, in qualche […]
  • DJOKOVIC CONTRO FEDERER, LA RIVINCITA Finale maschile al Bnp Paribas Open di Indian Wells in programma alle ore 21.00 italiane. Djokovic cerca di confermarsi campione e il poker nel deserto, Federer vuole vendicare la […]
  • ATP BASILEA, FUORI SEPPI E WAWRINKA L'altoatesino viene eliminato per mano di Daniel Brands e conferma l'allontanamento dalla top 20. Il padrone di casa cede al non irresistibile Roger-Vasselin.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.