SEPPI SI ARENA IN SEMIFINALE CONTRO TURBO FERRER

TENNIS - Ancora nulla da fare per il numero uno italiano contro l'attuale primatista spagnolo uscito di nuovo vincitore in due set. Sarà lui ad affrontare Wawrinka in finale. A Monaco ultimo atto tutto tedesco: oggi Haas ha liquidato un buon Dodig, mentre Kohlschreiber ha vinto il derby con Brands.
sabato, 4 Maggio 2013

Tennis. Per Andreas Seppi, giunto al quinto confronto con David Ferrer, è arrivata la quinta sconfitta in due set. C’è poco da dire su questa ennesima disfatta per l’altoatesino che è riuscito a strappare solo 5 giochi al motorino di Javea, risultato che diventa molto positivo se si va a guardare il parziale del primo set dove il numero uno italiano non è stato capace di portare a casa nemmeno un game nei suoi turni di servizio collezionando solo quattro punti nei primi quattro giochi. Ciò che è emerso alla fine della gara è che Seppi, come molti altri suoi illustri colleghi, soffre molto l’intensità di gioco del trentenne iberico in maniera ancor più marcata quando ci si trova su terra rossa. Contestualizzando il tutto resta il buon torneo giocato dall’azzurro, in particolare risalta la  netta vittoria ai quarti conseguita in scioltezza su di un Tommy Robredo in grande spolvero. Ferru dal canto suo ha messo in cassaforte la vittoria numero 26 del 2013 raggiungendo la quinta finale quest’anno (finora due vittorie ed altrettante sconfitte). La partita in sé ha avuto un decorso abbastanza fluido quasi frenetico nel primo set. Qui infatti l’iberico ha aperto immediatamente le difese italiane trovando due break consecutivi in apertura. Il controbreak di Seppi è risultato un unicum, perché Ferru subito dopo ripreso il controllo degli scambi ha allungato ulteriormente e ha chiuso 6-1 in ventisei minuti. Seppi, a parte l’acuto del quinto gioco, non pervenuto. Si è riscosso nel secondo parziale quando ha iniziato a portare a casa qualche gioco al servizio tenendo anche testa all’avversario fino al 3 pari. Nel settimo gioco infatti Ferrer ha messo di nuovo il turbo ed ha tolto di nuovo il servizio all’italiano privo di iniziativa. Il break è stato decisivo perché nei giochi seguenti si è mantenuto intatto lo status quo. L’iberico chiuderà 6-4 assicurandosi la finale con Stanislas Wawrinka.

Quest’ultimo ha dovuto faticare molto di più contro l’ottimo Pablo Carreno-Busta. Il giovane spagnolo è partito in sordina cedendo il primo set senza praticamente rendersi mai pericoloso in risposta. Nel secondo una sua piccola riscossa gli ha consentito di prendere di sorpresa l’avversario strappandogli il servizio e salendo 3-0. Il break verrà poi confermato e gli consentirà di pareggiare il conto dei set vinti. Nel parziale decisivo però ha prevalso l’esperienza dell’elvetico il quale, facendo affidamento su di un ottimo servizio (10 ace in totale), ha spazzato via il virgulto iberico apparso molto affaticato ed appagato.

Al BMW Open di Monaco di Baviera si è confermato il trend che vuole i padroni di casa “padroni” anche del tabellone. Dopo aver quasi monopolizzato il gruppo delle semifinali, con Ivan Dodig unico fuori quota, ci si dirige ora verso una, più o meno prevedibile, finale tutta tedesca. Ad aprire le danze è stato Tommy Haas. Il numero 3 del seeding ha avuto il compito di prendere le misure proprio di Dodig. Il croato ha disputato questa settimana un ottimo torneo nel quale ha avuto ragione prima del favorito numero 2, Marin Cilic, e poi del numero 5, Alexandr Dolgopolov. Ed in effetti anche oggi ha dimostrato per ampi tratti di match di essere davvero in palla, mostrando spesso e volentieri pregevoli giocate a rete che non sono proprio il suo pane quotidiano. Ciò che è mancato è stato il servizio ed un po’ di lucidità nei momenti decisivi della gara. Haas dal canto suo ha unito al suo gioco stilisticamente impeccabile quella giusta dose di esperienza che gli ha permesso, per esempio, di portare a casa il primo set breakkando in extremis il croato sul 5-4 a suo favore. Il secondo parziale è scivolato poi via abbastanza agevolmente a favore del numero 14 del mondo che ha conseguito il break decisivo sul 3-2.  Dopo aver annullato un match point sul suo servizio Dodig non ha potuto fare altro che prendere atto della vittoria dell’avversario.

L’incontro seguente tra Daniel Brands e Philipp Kohlschreiber ha deciso quale dovesse essere il secondo finalista. Gran partita, spettacolare per i suoi continui cambiamenti di fronte avvenuti in special modo nel set decisivo, quando Brands si è fatto riacciuffare per ben due volte dal campione in carica: la prima sul 4-2 e servizio quando ha dilapidato un vantaggio di 40-0 che poi gli è costato un fatale controbreak, la seconda durante il tie break seguente ha sprecato il minibreak di vantaggio aprendo la strada alla remuntada dell’avversario che è riuscito poi a vincere tie break e partita. Non è stato un gran Kohlschreiber, contro Haas domani ci vorrà ben altro, mentre Brands finchè è riuscito a mantenere alti standard al servizio è riuscito a tenere testa con merito ad un avversario sulla carta molto più dotato tecnicamente. Alla resa dei conti del terzo set è però mancata la giusta cattiveria per mantenere il break di vantaggio che gli avrebbe consegnato la prima finale Atp in carriera.

Di seguito tutti i risultati:

Portugal Open, Oeiras – Semifinali

David Ferrer [1] d Andreas Seppi [3] 6-1 6-4

Stanislas Wawrinka [2] d Pablo Carreno-Busta [Q]

BMW Open, Monaco di Baviera – Semifinali

Tommy Haas [3] d Ivan Dodig 6-4 6-3

Philipp Kohlschreiber [4] d Daniel Brands 6-7(4) 6-3 7-6(5)


Nessun Commento per “SEPPI SI ARENA IN SEMIFINALE CONTRO TURBO FERRER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • HAAS, LA CLASSE NON HA ETÁ TENNIS - Il tedesco non smette di stupire e conquista il suo primo trofeo annuale, il quarto in casa, all'età di 35 anni. In Portogallo David Ferrer cede di schianto a Wawrinka impostosi in due set
  • DEBUTTO SUL VELLUTO PER SEPPI AD OEIRAS TENNIS - Nessun problema per l'altoatesino che in poco più di un'ora si sbarazza di Alejandro Falla. Ora per lui un quarto con Tommy Robredo da prendere con le dovute cautele. Ramos […]
  • UNA SETTIMANA TRA LISBONA E MONACO DI BAVIERA TENNIS - In Germania Tipsarevic prova a risollevare le sorti di una stagione fino ad ora poco incisiva. Al Portugal Open il tennis azzurro cala i suoi assi. Nel tabellone maschile scendono […]
  • FOGNINI SI AGGIUDICA IL DERBY ITALIANO IN PORTOGALLO TENNIS - Il sanremese vince in tre set il primo incontro in carriera con il connazionale. Ottima comunque la prestazione di Lorenzi capace di rimettere in piedi un set, il secondo, […]
  • AVANTI DJOKOVIC E FERRER, ORA HAAS E DODIG TENNIS - Novak Djokovic abbatte Chardy e vola agli ottavi, dove troverà Tommy Haas, vincitore contro Lopez. Avanti anche Ferrer al quinto con Dolgopolov e Del Potro con Zemlja. Sorpresa […]
  • SEPPI, HAAS E LE IMPRESE (IM?)POSSIBILI TENNIS – Super Monday dedicato agli ottavi di finale a Wimbledon. Fari puntati su Seppi, che cerca il grande risultato contro il poco erbivoro Del Potro. Occhio però anche al sempreverde […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.